Citazioni pratiche: il design di Fornasetti a Palazzo Altemps

L’estro di Fornasetti dialoga con l’antichità Fino al 6 Maggio al Museo Nazionale Romano di Palazzo Altemps   In occasione della celebrazione del ventennale dell’apertura al pubblico, il Museo di Palazzo Altemps ospita la mostra Citazioni pratiche. Fornasetti a Palazzo Altemps. In un dialogo tra antichità e contemporaneità, la collezione di sculture e gli spazi del Museo Nazionale Romano (il cortile, le stanze affrescate, il teatro)  si confrontano con ventisette incursioni artistiche di oltre ottocento pezzi firmati da Fornasetti. Di sala in sala i temi del classico, delle rovine e delle antichità, rimandano a uno scambio a tratti spiazzante e irriverente, colto e sapiente, tra la collezione permanente di arte antica del Museo e le creazioni nate dall’immaginazione sfrenata e dall’invenzione surrealista dello storico marchio di arti decorative fondato da Piero Fornasetti e tramandato al figlio Barnaba. La mostra, attraverso i tratti fantastici, giocosi, onirici delle creazioni di Fornasetti, porta in primo piano la duplice anima di Palazzo Altemps. Nato come casa aristocratica dove si sono succeduti componenti delle famiglie Riario, Medici, Orsini, Altemps e Hardouin, nel 1997 diventa la sede del Museo Nazionale Romano dedicata alla storia del collezionismo antiquario. Nel rispetto della vocazione storica della residenza, sono esposte le collezioni di statuaria antica delle grandi famiglie nobili romane. Questo ricco e articolato percorso storico entra in relazione con le decorazioni d’interni e gli oggetti creati da Piero Fornasetti (1913-1988) e da suo figlio Barnaba (1950), eclettici indagatori del quotidiano. Il loro genio fa uso del passato architettonico, archeologico e storico artistico per creare un mondo che non è mai stato. L’itinerario dell’esposizione apre en plein air sul cortile e si snoda nelle sale museali, in cui gli antichi capolavori scultorei e le decorazioni rinascimentali incontrano i lavori senza tempo di Fornasetti. Il gruppo scultoreo del “Galata Suicida” è immerso in un set scenografico, stagliandosi come protagonista di una pièce teatrale, su un fondale alto sei metri e raffigurante l’opera “Follia Pratica” ; una colonia di gatti in ceramica è pigramente accovacciata sui resti di antiche mura, e trompe-l’oeil di rovine si alternano a vestigia reali in un gioco di rimandi. Disegni, mobili, accessori ripercorrono la produzione dell’Atelier Fornasetti, dagli anni Trenta a oggi, rivelandosi come qualcosa di più di semplici oggetti decorati: “un invito alla fantasia, a pensare”, come raccontava lo stesso Piero, fondatore dell’azienda. Un viatico per l’immaginazione, che riconduce all’anima originaria di Palazzo Altemps.   Citazioni pratiche. Fornasetti a Palazzo Altemps,  Museo Nazionale Romano di Palazzo Altemps, aperto da Martedì a Domenica, fino al 6 Maggio, Piazza di Sant’Apollinare 46. Info e biglietti: CoopCulture  ...

Leggi

“La Memoria Genera Futuro”: tutti gli appuntamenti attorno al Giorno della Memoria, per non dimenticare la Shoah

Il 27 Gennaio si ricordano le vittime dell’Olocausto A Roma una lunga serie di appuntamenti fino a marzo per riflettere sul passato e sul futuro Il 27 Gennaio del 1945 le truppe sovietiche entrarono nel campo di concentramento di Auschwitz, liberando i sopravvissuti. Quella data è stata scelta dall’ONU come “Giorno della Memoria”, per commemorare le vittime di una pagina nera della storia dell’uomo e chi a quegli orrori si oppose, ma anche e soprattutto per un momento di riflessione perché gli errori del passato non si ripetano in futuro. Come molte città anche Roma, coi rastrellamenti del ghetto ebraico e con le deportazioni degli oppositori, ha vissuto gli anni segnati dalle Leggi Razziali, in vigore in Italia dal 1938. Oggi la città di Roma vuole farsi portavoce di una memoria collettiva che trasmetta ai giovani il ricordo del passato, e lo fa con oltre cento eventi inseriti nel progetto “La Memoria Genera Futuro”, in programma fino al 30 Marzo. 2018: ottant’anni dalle Leggi Razziali, ma anche settanta dall’entrata in vigore della nostra Costituzione, il segno più tangibile di un Paese che ha voluto voltare pagina poggiando su nuovi e solidi valori. Questo è il messaggio che La Memoria Genera Futuro vuole trasmettere nella sua seconda edizione, attraverso spettacoli, letture, proiezioni e dibattiti, organizzati nei teatri e negli spazi culturali, ma anche nei luoghi simbolo della memoria, nelle biblioteche e in tutto il territorio cittadino. Sono molti gli eventi che parlano del 1938 e delle Leggi Razziali.   Dal “Processo” che vede imputato Re Vittorio Emanuele III all’Auditorium Parco della Musica il 18 gennaio, (verrà trasmetto anche su Rai Storia il 27 gennaio alle 21:15), alla mostra “1938 La Storia” della Fondazione Museo della Shoah alla Casina dei Vallati, passando per “La notte scura”, mostra di George de Canino alla Casa della Memoria che attraverso l’arte contemporanea ricorda la propaganda fascista; fino al seminario “Leggi razziali e sport” alla stessa Casa della Memoria e alla proiezione del film “Concorrenza sleale” alla Biblioteca Elsa Morante. Diversi gli spettacoli teatrali e i concerti, come “Ridere rende liberi” al Teatro di Villa Torlonia e “Tante facce nella memoria” al Teatro India, del sistema Teatro di Roma. All’Accademia Santa Cecilia dell’Auditorium Parco della Musica c’è l’opera multimediale per ragazzi “Anna e Zef” mentre sul palcoscenico del Teatro dell’Opera e del Teatro Palladium andrà in scena l’opera per bambini “Brundibar”. Venerdì 27 la voce di Bente Kahan ripropone canti e poesie scritte nei ghetti dell’est europa durante la persecuzione nazista e brani tradizionali Yiddish all’Istituto San Gallicano. Il Cinema sarà protagonista con “Il viaggio di Fanny” alla Casa del Cinema e il progetto “In memoriam” realizzato dalla...

Leggi

Nuova convenzione per i soci! Scopri gli eroi in mattoncini di The Art of the Brick: DC Super Heroes!

Il magico universo dei supereroi dei fumetti DC Comics, ricostruito con i mitici mattoncini LEGO! Fino all’8 Aprile a Palazzo degli Esami Creata dal leggendario artista dei LEGO® Nathan Sawaya, è arrivata a Roma la mostra The Art of The Brick: DC Super Heroes. Un capolavoro di arte contemporanea che utilizza circa 2.000.000 di mattoncini per creare sculture di grandi dimensioni dei Supereroi (e dei Supercattivi) intramontabili dell’universo DC Comics. Da Batman a Superman, da Wonder Woman a al Joker e Harley Quinn: assisterete alla più grande collezione al mondo di supereroi creata interamente con mattoncini LEGO. Attraverso una serie di gallerie immersive, The Art of The Brick: DC Super Heroes presenta la personale interpretazione di Sawaya dei personaggi, dei veicoli, delle ambientazioni e dei temi che ritroviamo nella mitologia della storica casa di fumetti: trasformazione e riscoperta, forza e debolezza, scontro tra bene e male. Il tutto realizzato in forma di costruzioni LEGO, un mondo che esattamente come quello dei fumetti non smette di entusiasmare e di stuzzicare l’immaginario di adulti e bambini. “Da bambino passavo intere domeniche mattina sul pavimento a giocare con i LEGO mentre guardavo i cartoni DC Super Friends, pensavo che i personaggi delle mie città di LEGO avessero dei super poteri tali da sconfiggere i nemici, che solitamente identificavo con le bambole di mia sorella. Per me, quindi, questa nuova mostra è un sogno che diventa realtà: è un onore aver potuto re-immaginare questi personaggi e le loro storie”. Difficile non rivedersi nelle parole dell’autore di una mostra che sta avendo uno straordinario successo di pubblico proprio per la sua capacità di stupire con la perfezione dei dettagli delle ricostruzioni e contemporaneamente solleticare l’immaginario di bambini (anche i bambini cresciuti).  L’artista newyorkese che già aveva conquistato il pubblico portando in giro per 75 città del mondo The Art of The Brick, in questa speciale edizione dedicata al mondo del fumetto ci regala oltre 100 opere tratte dall’universo DC Comics: una coloratissima galleria di personaggi,  accompagnati da una colonna sonora coinvolgente composta di musiche ad essi legate. Diverse le sculture ricche di significato che si incontrano passeggiando attraverso questa Gotham City di 2.000 mq. come Superman che lotta contro il proprio mantello: dietro l’apparente semplicità, il mondo dei Supereroi nasconde temi e riflessioni sul vivere e la persona umana molto più complesse.  Ed ecco che il volto di Batman si confonde con quello del nemico Joker, perché bene e male non sono mai facili da scindere, e che gli eroi ci ricordano di ricordarci di quando eravamo bambini pieni di sogni, perché l’essenza è tutta lì.     The Art of the Brick: DC Super...

Leggi

MuriSicuri: alla scoperta della street art di Toripignattara per aiutare Matelica

MuriSicuri. Dipingiamo un muro per curarne cento. Il 3 e 4 Febbraio cento guide professioniste della Capitale accompagneranno i visitatori lungo il quartiere Torpignattara e i suoi muri dipinti. Un’iniziativa per raccogliere fondi da donare al Comune di Matelica   Sabato 3 e Domenica 4 Febbraio, torna a Roma MuriSicuri, una due giorni per scoprire la Street Art a Torpignattara e raccogliere fondi in particolare per Matelica, una delle località colpite dal terremoto del Centro Italia. L’iniziativa è voluta de cento guide professioniste della Capitale, che accompagneranno i visitatori, grandi e piccoli, ad esplorare le opere di street art nel quartiere multietnico che da qualche anno è diventato uno splendido museo a cielo aperto. Per l’occasione sarà possibile assistere anche alle performance di Diavù e Solo, gli artisti che dipingeranno dal vero due muri in via Policastro 32/34. I partecipanti potranno assistere dal vivo alla creazione delle due opere, che verranno realizzate proprio grazie alle cento guide professioniste che hanno deciso di finanziarle, certe che bellezza e solidarietà possano convivere e trasformare il grigio in arte e i cittadini in supereroi. GLI ARTISTI Diavù, (nome d’arte di David Vecchiato) è nato a Roma, al Quadraro. Ha studiato pittura all’Accademia di Belle Arti. Disegna, dipinge, cura mostre, compone musica, canta, realizza fumetti e scrive. Ha iniziato a lavorare nel campo editoriale e artistico agli inizi degli anni ‘90, fondando i magazine indipendenti di arti e culture underground Katzyvari e Tribù e realizzando cartoon per l’emittente TV Videomusic. Dal ‘95 al ‘97 ha diretto il magazine da lui fondato Tank; e ha pubblicato fumetti e illustrazioni su varie testate. Ha partecipato a numerose mostre collettive in Italia e negli USA, realizza copertine illustrazioni per dischi e libri, scrive di Arte Contemporanea e Fumetto. Con la sua ex band Savalas nel 1999 ha pubblicato il cd Radio Bella Vista e ha curato colonne sonore per due film e un corto animato con la sua band Za-Bùm. Assieme alla gallerista Serena Melandri, cura il progetto artistico Mondopop, che promuove artisti urban, lowbrow e newpop di tutto il mondo. Dal 2010 è curatore del progetto M.U.Ro. Museo Urban di Roma che ha ideato con l’intento di stimolare cultura visiva e riqualificare, attraverso numerosi interventi artistici di grandi firme e giovani promesse dell’Urban Art, aree in abbandono nel V e VII Municipio di Roma. Tiene la rubrica Ri-Fatto su il Fatto Quotidiano, cura la serie di documentari sulla Street Art Muro per Sky Arte e insegna all’Istituto Europeo di Design di Roma dal 2001, dove tiene il corso di “Fenomenologia delle Arti Contemporanee”. Il suo sito è davidvecchiato.com ; l blog con i suoi work-in-progress è diavuinprogress.blogspot.it Anche Solo nasce a Roma,...

Leggi

Natale nei Musei: tutte le mostre dei Musei in Comune!

Sotto le Feste fate un carico di cultura con le mostre in programma nei Musei in Comune! Tante le iniziative  adatte a grandi e bambini in programma dal 23 Dicembre al 6 Gennaio   Con le festività natalizie arriva anche un po’ di tempo libero da dedicare al relax, alla famiglia e alle proprie passioni. Ed è anche l’occasione giusta per godersi tutta la bellezza di Roma e approfittare della sua straordinaria offerta culturale! Ad esempio visitando una delle mostre in programma in questi giorni nel sistema museale dei Musei in Comune di Roma che si preparano ad accogliere le feste di Natale con una ricca offerta culturale e didattica promossa da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali con l’organizzazione di Zètema Progetto Cultura.  Il Natale è il momento migliore per divertirsi e giocare. L’iniziativa Musei in gioco proporrà per le feste una ricca offerta di attività didattiche attraverso le quali vivere con gioia il museo senza perdere l’occasione di imparare. Cruciverba, puzzle, caccia al tesoro, gioco dell’oca e anche un “Mercante in Fiera” rivisitato in chiave napoleonica. Tanti appuntamenti per conoscere la storia di Roma e delle sue collezioni museali, in modo inusuale e divertente, anche durante le feste. Un’opportunità per ‘mettersi in gioco’, all’insegna dell’inclusione e dell’interazione tra diversi pubblici (L’offerta è completamente gratuita per i bambini di Roma Città Metropolitana, ad eccezione delle iniziative del Museo Civico di Zoologia. Ingresso adulti come da tariffazione vigente). In programma anche concerti di musica jazz, classica e tradizionale sudamericana realizzati in collaborazione con Casa del Jazz, Roma Tre Orchestra e Ambasciata del Cile e le letture dei grandi classici dedicati al Natale in collaborazione con il Teatro di Roma.  Vediamo nel dettaglio le mostre in programma:    Egizi Etruschi. Da Eugene Berman allo Scarabeo dorato Centrale Montemartini, Nuovo spazio per mostre temporanee 21/12/2017 – 30/06/2018 http://www.centralemontemartini.org/it/mostra-evento/egizi-etruschi-da-eugene-berman-allo-scarabeo-dorato Dias & Riedweg. Other time than here. Other place than now MACRO – MACRO Testaccio 15 Dicembre – 26 Dicembre 2017 http://www.museomacro.org/it/mostra-evento/dias-riedweg-other-time-here-other-place-now Io sono qui! MACRO – MACRO Testaccio 15 Dicembre – 26 Dicembre 2017 http://www.museomacro.org/it/mostra-evento/io-sono-qui Talent Prize MACRO – MACRO Via Nizza 13 Dicembre – 26 Dicembre 2017 http://www.museomacro.org/it/mostra-evento/talent-prize Il Tesoro di Antichità. Winckelmann e il Museo Capitolino nella Roma del Settecento Musei Capitolini – Sale Espositive di Palazzo Caffarelli, le Stanze Terrene di Sinistra del Palazzo Nuovo e le Sale del Palazzo Nuovo 07 Dicembre – 22 Aprile 2018 http://www.museicapitolini.org/it/mostra-evento/il-tesoro-di-antichit-winckelmann-e-il-museo-capitolino-nella-roma-del-settecento Traiano. Costruire l’Impero, creare l’Europa Mercati di Traiano Museo dei Fori Imperiali 29 Novembre – 16 Settembre 2018 http://www.mercatiditraiano.it/it/mostra-evento/traiano-costruire-l-impero-creare-l-europa Disegni smisurati del ‘900 italiano Musei di Villa Torlonia – Casino dei Principi 24 Novembre – 18 Marzo 2018 http://www.museivillatorlonia.it/it/mostra-evento/disegni-smisurati-del-900-italiano   Léonie Hampton “Mend” – XV Edizione Commissione Roma / Guy Tillim “O Futuro Certo” MACRO...

Leggi

Al Museo delle Carrozze d’Epoca: un viaggio nella storia a prezzo speciale per i Soci Pro Loco!

Scopri la meraviglia delle carrozze, con la nuova Convenzione tra Pro Loco Roma e la Mostra Permanente Le Carrozze d’Epoca Un piccolo tesoro per tutti gli appassionati del mondo delle carrozze, dell’equitazione e della storia. A Roma c’è un delizioso museo ancora poco conosciuto ed unico nel suo genere: il Museo delle Carrozze d’Epoca.  Una mostra permanente, uno spazio di 3.000 in cui sono esposti 159 esemplari di veicoli d’epoca, appartenenti ad una collezione di circa 600 carrozze, frutto di cinquant’anni di approfondita e appassionata ricerca. Nella peculiare esposizione è possibile ammirare modelli dalle provenienze ed età diverse, dalle originali bighe protagoniste dei film“Ben Hur” e “Il Gladiatore” a maestose Berline, tra le quali la Berlina per bambini appartenuta alla principessa Sissi; eleganti Landaulet, come il Landau utilizzato dall’allora vescovo Karol Wojtyla per andare a sciare a Zakopane, in Polonia; e poi slitte, diligenze, risciò cinesi, carrozze orientali, un originale carro napoleonico con cannone apparso poi del film “Il Barone di Manchausen”, la carrozzella appartenuta all’attrice Anna Magnani, carri della I Guerra Mondiale, carri agricoli italiani finemente decorati, il carro dei pompieri, il carro irlandese del film “Un Uomo Tranquillo” con protagonista John Wayne, carovane simbolo delle avventure nel Far West, Omnibus, Coupé, carrozze di servizio d’ogni tipologia e tante altre ancora. A corredo degli svariati esemplari di veicoli, il Salone del Cavallo è completato da un’infinità di selle, finimenti, tra i quali i finimenti utilizzati per la diligenza del film “Ombre Rosse”, e bardature; scrupolosamente conservate nella Sala Finimenti. E, ad ampliare ulteriormente la collezione, vi sono anche corazze, elmi, gualdrappe, armi d’epoca, antiche attrezzature, modellini di carrozze, quadri a tema, giocattoli antichi, accessori, preziose porcellane e quant’altro rappresenti l’ambiente ippotrainato. Carico di un così importante patrimonio di valenza internazionale, il museo “Mostra permanente – Le Carrozze d’Epoca” intende rendere possibile la riscoperta delle antiche e affascinanti carrozze antesignane all’avvento delle autovetture, promuovendone la divulgazione storica, artistica, tecnica, culturale e didattica. Da oggi, grazie alla nuova convenzione, i Soci Pro Loco potranno accedere al Museo delle Carrozze d’Epoca con biglietto ridotto ed usufruire di un 10% di sconto preso il bookshop del Museo! Che Aspetti? Richiedi subito la Tessera Socio Pro Loco, sosterrai l’attività delle Pro Loco e otterrai tanti vantaggi: Tessera Socio Pro Loco Mostra Permanente – Le Carrozze d’Epoca è a Roma, in Via Andrea Millevoi n. 693 (zona Ardeatina) Ulteriori informazioni: Le Carrozze d’Epoca  ...

Leggi

Pro Loco Roma vi porta al MUSEO MAXXI!!! Scopri la nuova convenzione!

Per i Soci Pro Loco biglietto a prezzo ridotto per il Museo Nazionale delle Arti del XXI secolo!   È la prima istituzione nazionale dedicata alla creatività contemporanea e pensata come un grande campus per la cultura. Non solo un luogo di conservazione ed esposizione del patrimonio, ma anche e soprattutto un laboratorio di sperimentazione e innovazione culturale, di studio, ricerca e produzione di contenuti estetici del nostro tempo. Gestito dall’omonima Fondazione costituita dal Mibact, ospita due Musei (MAXXI Arte e MAXXI Architettura) e due ulteriori dipartimenti (MAXXI Sviluppo e MAXXI ricerca, Educazione, Formazione) che ne sottolineano la natura poliedrica. Non a caso è un punto di riferimento fondamentale per l’arte contemporanea, a Roma e non solo: tra i più famosi musei nazionali, il MAXXI lascia senza fiato ancor prima di varcare l’ingresso, nelle sue forme architettoniche spettacolari disegnate dall’archistar Zaha Hadid, una delle figure più influenti dell’architettura contemporanea. Al suo interno la magia continua grazie alla collezione permanente e alle esposizioni che di volta in volta arricchiscono una proposta artistica volta a farsi interprete delle differenti forme e voci della contemporaneità. Innovazione culturale e sovrapposizione di linguaggio, laboratorio di sperimentazione, snodo interattivo in cui mescolare le diverse forme di espressività, vetrina dell’arte intesa come potentissimo mezzo di comunicazione, studio dell’architettura tra storicizzazione e riflessione sul contemporaneo: MORE THAN MEETS THE EYE, come recita l’opera al neon appositamente realizzata per la facciata dal maestro Maurizio Nannucci. Tutto questo è il MAXXI, un luogo che qualsiasi appassionato di arte contemporanea, ma non solo, non può non visitare nemmeno una volta.   Da oggi i Soci Pro Loco avranno un motivo in più per lasciarsi incuriosire dall’universo innovativo del MAXXI, grazie alla convenzione che Pro Loco Roma ha siglato con la Fondazione e che permetterà a tutti i possessori della Tessera Socio Pro Loco di accedere alle esposizioni con biglietto ridotto! 8 euro anziché 12, per ammirare le meraviglie del contemporaneo che il Museo offre ai propri visitatori.   A partire dalle ricchissime collezioni permanenti sino alle mostre di sempre grande impatto. Per rimanere sempre aggiornati sugli eventi in programma: MAXXI Orari e biglietteria: Biglietteria MAXXI MAXXI Museo nazionale delle arti del XXI secolo – Via Guido Reni 4A – 00196 Roma  Ancora non siete Soci Pro Loco? Scoprite tutte le promozioni per voi: tessera socio...

Leggi

Settembre sulle Punte: la danza a prezzo speciale per i nostri soci

A Settembre doppio appuntamento con la danza al Teatro dell’Opera di Roma, che per per l’occasione presenta Soirèe Roland Petit e Giselle. Dall’8 al 14 Settembre,in scena un omaggio al ballerino e coreografo francese Roland Petit, i cui passi sulle note di Bizet e Bach verranno interpretati da primi ballerini, solisti e corpo di ballo del Teatro dell’Opera, tra i cui nomi spicca l’etoile Eleonora Abbagnato. Carmen , L’Arlésienne  e Le Jeune Homme et la Mort: tre intensi balletti narrativi,  storie d’amore tormentate, dall’esito drammatico. Destini funesti, parimenti a quello di Giselle, balletto in due atti che andrà in scena dal 20 al 24 Settembre, con la coreografia Patricia Ruanne per le musiche di Adolphe Adam. Con gli spettacoli continuano anche le speciali promozioni dedicate ai soci Pro Loco! Per le date del 13 e 23 Settembre,  grazie all’iniziativa Settembre sulle Punte, il Teatro dell’Opera ha riservato uno sconto speciale per i possessori della tessera, che potranno assistere ad entrambi gli spettacoli con un pacchetto a soli 60 (palchi laterali) o 80 euro (platea e palchi centrali). Ulteriori informazioni e indicazioni su come aderire all’iniziativa sulla brochure allegata. Affrettatevi, i posti sono limitati! Consulta la convenzione stipulata tra Pro Loco Roma e Teatro dell’Opera di Roma per scoprire gli altri sconti riservati dallo storico teatro romano ai nostri...

Leggi

PRIMI PIANI: le icone del cinema nelle fotografie di Pino Settanni

Istituto Luce Cinecittà mette in mostra gli scatti di Pino Settanni Dopo lo straordinario successo della mostra che nella scorsa primavera ne ha celebrato il lavoro di reporter in giro per il mondo, Istituto Luce Cinecittà torna a celebrare il genio fotografico di Pino Settanni con un’esposizione che si annuncia come uno degli eventi imperdibili di questa estate romana, e che omaggia la sua opera più nota e inimitabile: quella di ritrattista delle stelle, delle icone, dei protagonisti del cinema italiano. Primi Piani – Le icone del cinema italiano fotografate da Pino Settanni, che inaugura al pubblico Mercoledì 26 luglio presso il Teatro dei Dioscuri al Quirinale promossa e organizzata da Istituto Luce Cinecittà, è il racconto in oltre 50 grandi ritratti, del fascino, del segreto, dei successi di una stagione straordinaria del nostro cinema, in significativa coincidenza con gli 80 anni festeggiati quest’anno da Cinecittà. Una mostra che riunisce i più celebri scatti di attrici, attori, divi, e registi realizzate dal grande fotografo:  immagini note e presenti nella memoria di appassionati, ma anche altre meno conosciute, assolute scoperte per tutti gli amanti della settima arte. Ritratti dedicati a personaggi amatissimi, parte della memoria collettiva e del nostro immaginario. Un corpus di fotografie dalla tecnica riconoscibile, icastica, di formidabile semplicità comunicativa. Con un marchio di fabbrica: un’opera al nero, quello di tutti i fondali in cui Settanni ospita i suoi soggetti (spesso amici del fotografo) accompagnati da un oggetto-simbolo elettivo, scelto dagli stessi protagonisti. Opere al nero, ma da cui far esplodere un mondo di colori: registri e attori dietro l’obiettivo di Settanni risultano sempre decisamente se stessi, anche se in pose e panni inattesi. Di tutti loro si può dire che Settanni crea un personaggio, per farne emergere la persona. Allora si troverà Federico Fellini in una deflagrazione di matite, il mitico Monicelli in veste di ‘monaco’, Mastroianni scolpito in un remake a colori e maturo de La dolce vita sulla spiaggia, Monica Vitti ipnotica dietro un uovo di struzzo, una estatica Ornella Muti, Robert Mitchum e Sergio Leone scolpiti come nei piani ravvicinati dei loro film. E ancora Mariangela Melato, i Taviani, Dario Argento inquietante, empatico, un Lino Banfi e una Edwige Fenech come mai li si è visti, Massimo Troisi eternato nella sua sensibilità, accanto all’affabile divismo della Loren, di Nino Manfredi. E tanti altri. Compaiono le familiari ‘sciarpe rosse’, uno degli oggetti feticcio dello stesso Settanni, che le presta ai compagni di viaggio come un filo a unirne gli sguardi, e che avvolgono Carlo Verdone, Pupi Avati, Lina Wertmuller, Franco Nero…     Una vera festa del fascino, della complicità, della sensualità del cinema. Non è stato regista Settanni, ma in queste foto non...

Leggi

Stagione Estiva 2017 del Teatro dell’Opera di Roma alle Terme Caracalla

Come ogni anno con l’estate torna la stagione del Teatro dell’Opera alle Terme di Caracalla. Dal 28 giugno al 9 agosto 2017,  ventitré serate dedicate alla grande lirica. Tre opere fra le più amate dal pubblico: Carmen, Tosca e Nabucco. Questi i titoli della stagione estiva che si svolgerà alle Terme di Caracalla dal 28 giugno al 9 agosto 2017, per un totale di ventitré serate dedicate alla grande lirica (sette in più di quelle della scorsa stagione), cui si aggiungono due irrinunciabili appuntamenti con Roberto Bolle. Tutte le opere avranno i sottotitoli in italiano e in inglese. Anche quest’anno non solo opera a Caracalla: la stagione estiva 2017 del Teatro dell’Opera di Roma si arricchisce di “Extra” musicali. Il 13 e 14 giugno, con Ludovico Einaudi live, per le uniche date italiane dell’Elements tour 2017. Il 26 giugno invece Franco Battiato proporrà i suoi grandi brani, per l’occasione interpretati in chiave sinfonica con l’accompagnamento della Royal Philharmonic Concert Orchestra di Londra. Per ulteriori informazioni: www.operaroma.it/news/caracalla-2017/ Biglietti acquistabili in prevendita su TicketOne Giocare d’anticipo conviene! Fino al 30 aprile grazie alla promozione “Ora…non è presto!” i gruppi da 5 persone potranno infatti acquistare i biglietti per le tre opere con un 20% di sconto! Vi ricordiamo inoltre che grazie alla convenzione stipulata tra Pro Loco Roma e il Teatro dell’Opera, i possessori della tessera socio Pro Loco hanno diritto ad un 10% di sconto sugli spettacoli, ad esclusione degli eventi “Extra” (promozione valida esclusivamente contattando il Teatro e non attraverso circuito TicketOne): http://www.prolocoroma.it/convenzione-2016-teatro-dellopera/ PROMOZIONE   BROCHURE...

Leggi

Pin It on Pinterest