NOTE AL VITTORIANO| FESTA DELLA MUSICA| 21 GIUGNO 2016

In occasione della Festa della Musica 2016 il 21 giugno alle ore 19 l’imperdibile concerto gratuito del Coro del Teatro Regio di Parma nell’eccezionale cornice di piazzale del Bollettino al Vittoriano. Diretto dal Maestro Martino Faggiani, il Coro eseguirà un repertorio ispirato alle grandi opere corali di Giuseppe Verdi, da ‘Il Trovatore’, ‘I lombardi alla prima crociata’, ‘Rigoletto’, ‘Macbeth’, ‘Nabucco’, ‘Giovanna d’Arco’ e ‘La Traviata’. L’evento è promosso dal Polo Museale del Lazio e trova posto nel cuore del monumento, meta di milioni di visitatori ogni anno. Sarà possibile lasciarsi trasportare dalle musiche verdiane e ammirare da piazzale del Bollettino una delle viste più emozionanti sulla Città Eterna. Il concerto è parte di una serie di iniziative legate alla Festa della Musica 2016 che coinvolge alcuni siti del Polo Museale del Lazio: Palazzo Farnese di Caprarola, il Santuario della Fortuna Primigenia di Palestrina, l’Area Archeologica di Villa Adriana a Tivoli e il Museo degli Strumenti Musicali di Roma, solo per citarne alcuni. La serata del Vittoriano aprirà la stagione estiva dedicata all’arte: da luglio a settembre concerti jazz, musica d’autore e incontri con i grandi protagonisti dell’arte contemporanea intratterranno cittadini e turisti durante le caldi notti romane. Martedì 21 giugno, ore 19 – Complesso del Vittoriano, piazzale del Bollettino Ingresso: gratuito fino ad esaurimento posti Per maggiori informazioni e per scaricare il programma completo: www.polomusealelazio.beniculturali.it http://www.facebook.com/693717467310893 https://www.instagram.com/polo_museale_del_lazio/...

Leggi

STAZIONI LUNARI – 12 LUGLIO – PARCO DELLA MUSICA

Il 12 Luglio, nella Cavea dell’Auditorium Parco della  Musica, Ginevra di Marco, ex voce dei CSI, ripropone  il suo album  Stazioni Lunari a dieci anni dalla sua  uscita. Sei accompagnatori d’eccezione per Stazioni Luanri di Ginevra di  Marco: Carmen Consoli, Max Gazzè, Brunori  Sas e gli  ex compagni nei CSI Canali, Zamboni  e Maroccolo. Un concerto in cui a farla da  protagonista è il dialogo artistico espresso sia  musicalmente che  scenicamente: i sei musicisti  saranno dislocati su  palchi diversi che sono disposti  tutt’attorno a quello  centrale, come stazioni lunari orbitanti intorno al centro di controllo, da dove dominerà la  scena Ginevra Di Marco, e  la accompagneranno con contrappunti, cori e  improvvisazioni. Uno spettacolo quindi unico nel suo  genere dove protagoniste saranno le variazioni sul tema. A rendere ancora tutto lo spettacolo più emozionante ci sarà l’accompagnamento diPedro Vito Vieira De Souza, alla chitarra  elettrica, Jesper Lind Mortensen, alla batteria e  percussioni, Jean Berthon, al basso elettrico, e  Henry William Bower-Broadbent, alle tastiere.  Biglietti: a partire da  22€ (escluso diritto di prevendita) Acquistabili online: http://ow.ly/fwr2301kmSf Per info: Biglietteria auditorium:  892.101  ...

Leggi

JACK SAVORETTI & THE DIRTY ROMANTICS – PARCO DELLA MUSICA

Jack Savoretti, cantautore italo-inglese, torna live nella Capitale con il suo  spettacolo “Written And Scars Summer Tour”.  Ad ospitarlo, lunedì 4  Luglio, ore 21, l’Auditorium  Parco della Musica manifestazione “Luglio suona  bene”. Sarà affiancato sul palco dalla sua storica band i Dirty Romantics (Pedro  Vito Vieira De Souza, alla chitarra elettrica, Jesper Lind Mortensen, alla  batteria e percussioni, Jean Berthon, al basso elettrico, e Henry William Bower-Broadbent, alle tastiere) Come non lasciarsi trasportare dalle melodie semplici ma accattivanti e dalla  voce ruvida di Savoretti! Uno show intimo che riflette il carattere personale delle canzoni, tutte scritte di getto e registrate il giorno stesso in cui sono nate. Biglietti: a partire da 29€ (escluso il diritto di prevendita) Acquistabili online: http://ow.ly/ptAx301huOa Per Info:  Biglietteria auditorium:...

Leggi

GIGI PROIETTI – PARCO DELLA MUSICA

Il 18 giugno, nella Cavea dell’Auditorium Parco della Musica, Gigi Proietti ripropone, nell’ambito della rassegna “Luglio suona bene”, il suo spettacolo “Cavalli di Battaglia” dopo lo straordinario successo dell’anno scorso e dello spettacolo per la notte di Capodanno. “Un’occasione per festeggiare con il pubblico”, come l’ha definita lo stesso attore, che ripercorre così i suoi cinquant’anni di carriera. Il repertorio proposto sarà caratterizzato dalla contaminazione di diversi generi: dalla drammaturgia alla comicità, passando per interludi canori, con la collaborazione di un’orchestra composta di 25 elementi, diretta dal maestro Mario Vicari.  Proietti fa così mostra di tutta la sua poliedricità proponendo al pubblico uno spettacolo eterogeneo e unico nel suo genere. Ad affiancare il comico romano sul palco ci saranno anche le due figlie, Carlotta e Susanna, che daranno prova delle proprie doti attoriali e canore. Biglietti: a partire da 30 € (escluso il diritto di prevendita) Acquistabili online: http://www.ticketone.it/tickets.html?affiliate=FMR&fun=evdetail&doc=evdetailb&key=1601602$7901454 Per info: Biglietteria auditorium:...

Leggi

Infiorata Storica di Roma – 28 e 29 Giugno 2016

  Ogni 29 Giugno, in occasione della Festa dei Ss. Patroni di Roma Pietro e Paolo, Piazza San Pietro si trasforma in un museo a cielo aperto di tappeti floreali grazie all’Infiorata Storica di Roma. Una festa storica, riscoperta da Pro Loco Roma Capitale,  che conserva intatta ancora oggi la sua tradizione e bellezza nel tripudio di colori e nell’esaltazione dell’arte effimera. ORIGINI DELL’INFIORATA STORICA DI ROMA La manifestazione riprende l’antica tradizione storica di donare quadri floreali ai SS. Patroni di Roma Pietro e Paolo, realizzandoli davanti la Basilica di S. Pietro. La prima Infiorata Storica ebbe luogo il 29 giugno del 1625, durante il pontificato di papa Urbano VIII, proprio ai piedi della scalinata della Basilica ad opera di Benedetto Drei, responsabile della Floreria Vaticana, e di suo figlio Pietro. Per omaggiare la ricorrenza dei Santi Patroni la piazza venne ammantata di “fiori frondati e minuzzati ad emulazione dell’opere del mosaico”. Secondo i testi dell’epoca, Morto Benedetto Drei fu il grande Gian Lorenzo Bernini, principale artefice delle feste barocche a succedergli, ed è grazie a lui che “quest’arte floreale da Roma si divulgò” ai Castelli Romani, poi a Genzano e a Genazzano.  La tradizione si diffuse così a partire da Roma, ma proprio nella Capitale andò ben presto a scomparire. Oggi il fascino della tradizione e dell’arte effimera delle infiorate rivive nella sua città natale, in uno spettacolo unico, che per un giorno regala un’esperienza indimenticabile a chi la...

Leggi

Sagra del Carciofo Romanesco

66ª Sagra del Carciofo Romanesco Torna il prossimo 8,9 e 10 Aprile, a Ladispoli, l’immancabile appuntamento con la sagra del carciofo romanesco. L’evento sarà ricco di appuntamenti imperdibili che vi permetteranno di gustare e gustare questa specialità conosciuta in tutto il mondo. Ecco il programma delle giornate: Venerdì 8 Aprile Mattino: Allestimento stand e settori espositivi X Fiera Nazionale. Al suo interno, la X Fiera Nazionale, oltre all’esposizione di prodotti tecnologicamente innovativi propone: “Piazza dei SAPORI D’ITALIA” una rassegna di sapori e prodotti delle terre di: Abruzzo, Calabria, Campania, Friuli, Lazio, Marche, Liguria, Puglia, Sardegna, Sicilia, Trentino, Umbria e Veneto. Negli stand posizionati in PIAZZA DEI CADUTI verranno effettuate degustazioni gratuite e vendita di specialità tipiche. Durante il corso della Sagra del Carciofo Romanesco si svolgeranno attività promozionali da parte dell’ARSIAL (Agenzia Regionale per lo Sviluppo e l’Innovazione dell’Agricoltura nel Lazio). Nello Spazio Culturale di Piazza della Vittoria la mostra “Carciofi di tutta Italia” in collaborazione con ARSIAL ed i ragazzi del Servizio Civile Nazionale. Ore 10.00 PIAZZA DELLA VITTORIA: SPAZIO CULTURALE – XI edizione del premio “Ladispoli, la mia città” in collaborazione con le scuole secondarie di primo grado della città: • Istituto comprensivo “Ladispoli I” • Istituto comprensivo “Ilaria Alpi” • Istituto comprensivo “Corrado Melone”. dalle ore 15.00 PIAZZA ROSSELLINI: Novità: “Carciofi fritti alla Contadina” preparati dalle donne delle famiglie dei produttori locali. 1° Ladispoli Special One Contest FreeStyle Hip Hop Gruppo Musicale EXPLOSIVE BOYZ Esibizione canora GIORGIA cover di SELENA GOMEZ Esibizioni di HIP HOP A.S.D. PROFESSION DANCE di Paola Sorressa A.S.D. SHIRO DOJO di Linda Ranucci NLD – di Maria Napoli A.S.D. IL GABBIANO A.S.D. COSMO FITNESS di Giancarlo Paolacci Compagnia TRACCEDARTE di Maria De Luca in “Loving” A seguire (dalle ore 21.00) PIAZZA ROSSELLINI: GRUPPO “GARAGE32” It’s only Rock ‘n Roll GRUPPO “kestè” Tributo a PINO DANIELE Sabato 9 Aprile Ore 9.00: Apertura stand Ore 12.00 PIAZZA ROSSELLINI: Apertura della manifestazione da parte del Sindaco CRESCENZO PALIOTTA e benedizione della Sagra da parte di S.E. il Vescovo GINO REALI. Esibizione della Fanfara “GENNARETTI-LALLI” dell’Associazione Nazionale Bersaglieri sezione Ladispoli Dalle 15,00 alle 17,00: SPAZIO CULTURALE PIAZZA DELLA VITTORIA: Simultanea di scacchi con Istruttori Federali a cura del circolo scacchistico ALVISE ZICHICHI Dalle ore 15.00 PIAZZA ROSSELLINI: Esibizione di palestre, scuole e compagnie di danza locali S.S.D. PURAVIDA 2.0 di Bruna Bartolini A.S.D. GYM LADISPOLI di Angelica Tiozzo STUDIO DANCE LAB di Roberta Sambucci A.S.D. COSMO FITNESS di Giancarlo Paolacci CENTRO ANZIANI DI LADISPOLI di Thai Chi Associazioni “GIOIA DI VIVERE” esibizione di Ballo A.S.D. VILLAGE FITNESS CLUB ASSOCIAZIONE AIKIZENDO esibizione di AIKIDO Maestro Fabio Palombo A.S.D. SHIRO DOJO di Linda Ranucci NLD – NUOVO LABORATORIO DANZA...

Leggi

THE ART OF THE BRICK

Si concluderà il 14 febbraio la mostra “The Art of the Brick” a cura di  Nathan Sawaya, il maestro dell’arte del LEGO. Sawaya ha la capacità di trasformare questo comune giocattolo in qualcosa ricco di significato, commovente e spesso provocatorio.Una mostra unica, recensita dalla CNN, da non perdere assolutamente! LA MOSTRA The Art of The Brick è una mostra davvero per tutti e per tutte le età. Nathan Sawaya ha la capacità di far immergere il visitatore nel suo mondo: un mondo allegro e colorato ma che nello stesso tempo fa riflettere. La creatività e il gioco sono al centro della mostra. Si parte ammirando l’immaginazione e la bravura dell’artista che riesce a coinvolgerci fino a stimolare la creatività di tutti. Le opere in mostra sono una piccola parte di tutto ciò che ognuno di noi, con la propria fantasia, può sperimentare grazie ai mattoncini LEGO. Per questa capacità di affascinare, il lavoro di Nathan Sawaya è stato apprezzato ovunque nel mondo al di là di qualsiasi barriera culturale.  La mostra offre al visitatore una grande varietà di sculture: da “Il pensatore” di Rodin allo scheletro di dinosauro lungo 6 m e costruito con 80.020 mattoncini LEGO. Nell’area gioco, situata alla fine della mostra, i visitatori potranno inoltre dare libero sfogo alla propria creatività divertendosi con i mattoncini LEGO ed i videogiochi della DM Comics messi a loro disposizione. THE ARTE OF THE BRICK: ORARI La mostra, in via Tirso 14, è visitabile dal lunedì al giovedì ore 10 – 20, il venerdì e il  sabato ore 10 – 23 ed infine la domenica dalle ore 10 – 21 Sabato 13 febbraio la mostra “The Art of the Brick”  resterà aperta fino alle 24.00 e domenica 14 Febbraio la mostra chiuderà anticipatamente alle ore 19.00. Per informazioni:...

Leggi

CARNEVALE ROMANO

Scarica il programma Mostre, convegni, lectio magistralis, concerti e soprattutto il grande corteo rinascimentale che quest’anno troverà una nuova sede in piazza Navona. Dal 30 gennaio al 9 febbraio torna nella Capitale l’VIII edizione del Carnevale Romano – Il futuro di una festa antica, promossa dal Comitato Carnevale romano – di cui fanno parte l’Associazione Culturale Carnevale Romano, D.d’Arte e Federalberghi Roma – e il coordinamento organizzativo di Marco Lepre. La direzione artistica della manifestazione, realizzata in collaborazione con Municipio Roma I, con l’adesione del Comune di Leonessa e della Pro Loco Roma, è affidata a Leonardo Petrillo e l’organizzazione generale è a cura di Francesca Barbi Marinetti. “L’attuale stato di commissariamento della città, la mancanza di un bando, quanto di finanziamenti – spiegano gli organizzatori – non ci ha fermato e abbiamo voluto realizzare questa edizione come puro atto d’amore e di volontariato culturale in omaggio alla storia, alle tradizioni e ai bimbi di Roma e al fine di non interrompere questa ritrovata tradizione comunitaria della Città”. La giornata di apertura si terrà sabato 30 gennaio alle 11 nella meravigliosa cornice della Biblioteca Angelica. L’incontro dal titolo “Carnevale romano: il futuro di una festa antica”, presentato da Daniele Coscarella, prevede suggestioni, musiche, immagini, parole legate alla straordinaria storia del grande evento che sin dal Medio Evo caratterizzò la vita e la cultura della città di Roma con la partecipazione di accademici e intellettuali della cultura nazionale, oltre agli immancabili protagonisti delle edizioni passate, tra cui la celebre attrice Maria Rosaria Omaggio, mirabile interprete di Cristina di Svezia. Durante l’incontro, sarà visibile la mostra multimediale a cura di Robbi Huner e Barbara Roppo con le immagini più significative delle passate edizioni della kermesse capitolina, allora considerata il maggior evento equestre d’Europa per numero di spettatori. Nel pomeriggio di sabato 6 febbraio a partire dalle 14,00 piazza Navona sarà animata dagli Sbandieratori e Musici di Velletri, dai Tamburini del Palio del Velluto di Leonessa e dal Gruppo Musici di Torre Orsina, in attesa che alle 15,00, prenda avvio l’evento più atteso dell’antico e del rinato Carnevale romano: la Sfilata equestre, coordinata da Alessandro Salari, che quest’anno tornerà ad animare Piazza Navona, luogo storico dei grandi eventi carnascialeschi sin dal medioevo. Come da tradizione, alla sfilata prenderanno parte cavalieri e dame in costume, artisti equestri e le rappresentanze buttere della regione, simbolo culturale e storico dell’equitazione da lavoro del nostro Paese, insieme ai corpi militari che hanno dato lustro alla storia della cavalleria italiana, come la fanfara a cavallo del Reggimento Lancieri di Montebello (8°) e la Polizia di Stato a cavallo. Al termine della sfilata seguirà l’animazione in piazza con...

Leggi

100 Presepi – 40° Edizione

100 Presepi – 40° Edizione a Roma La mostra dei 100 Presepi di Roma è giunta alla 40° edizione, l’esposizione avrà luogo all’interno delle sale del Bramante dal 26 Novembre alle ore 9:30 al 10 Gennaio alle ore 20:00, tutti i giorni comprese le domeniche, Natale, Capodanno ed Epifania. Lo scopo principale dell’esposizione sta nella volontà di riaffermare una tradizione tipicamente italiana che rischiava di scomparire e nel promuovere la conoscenza di questa tradizione anche all’estero. In occasione del Giubileo, all’evento è stato conferito il logo del Giubileo Straordinario della Misericordia divenendo evento ufficiale dell’Anno Santo. Come ogni anno la mostra si svolge sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica Italiana, con il patrocinio della Conferenza Episcopale Italiana e del Pontificium Consilium de Cultura e con i patrocini del Senato della Repubblica, della Camera dei Deputati, della Presidenza del Consiglio dei Ministri, del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Turismo, della Regione Lazio, di Roma Capitale. 100 Presepi: la particolarità dell’esposizione Il materiale dei 100 presepi: I presepi che si potranno ammirare visitando la mostra, costituiscono una grande attrattiva poiché, venendo da vari paesi esteri e da varie regioni Italiane, sono costruiti con stili molto diversi fra loro e con materiali a volte anche inusuali. Ritroveremo presepi in: pasta alimentare, sughero, argilla, riso, conchiglie, pannolenci, terracotta invetriata, zucchero, parti metalliche di automobili, semi di zucca, palline da ping pong e molti altri. La mostra diventa un percorso nelle Regioni d’Italia e in 33 Paesi del Mondo: ogni artista così ci permette con la propria fantasia e grazie alla propria arte, di passeggiare  attraverso tradizioni e culture diverse. Le Regioni che partecipano, hanno una grande tradizione presepiale e sono Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Emilia Romagna, Friuli- Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Molise, Puglia, Sicilia, Toscana, Trentino Alto Adige, Veneto. Per quanto riguarda le esposizioni internazionali, sono ospitati i presepi di Paesi come come Belgio, Croazia, El Salvador, Estonia, Germania, Polonia, Portogallo, Rep. Ceca, Romania, Russia, San Marino, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia, Svizzera, Ungheria; asiatici come Rep. Cina-Taiwan, Corea del Sud, Filippine, Giappone, Indonesia, Mongolia,Thailandia, Vietnam; dell’America Centrale come Guatemala, Panama; dell’America Meridionale come Cile, Colombia, Cuba, Ecuador, Guyana, Perù. Per i bambini dai 4 agli 11 anni vi è la possibilità di partecipare al Laboratorio “IL PRESEPE COME GIOCO” dove costruire un personaggio con la pasta alimentare sotto la guida di docenti e alunni dell’Accademia Belle Arti di Roma. Per poter partecipare al laboratorio basta solo il biglietto della mostra ma è necessaria la prenotazione (068542355). 100 Presepi: Info Per poter visitare la mostra, il biglietto ha un costo di 8,00 Euro. Sono previste delle riduzioni per gli over 65 a 6,50 Euro. Metrebus...

Leggi

Romics 2015 | Festival internazionale di Roma dedicato al fumetto

Dall’1 al 4 ottobre 2015 avrà luogo la diciottesima edizione del Romics, il Festival internazionale di Roma dedicato al fumetto, all’animazione, ai games e all’entertainment in generale. Questo secondo appuntamento annuale del Romics 2015, dopo quello che si è svolto lo scorso mese di aprile, si terrà come di consueto alla Fiera di Roma ed avrà in serbo, come sempre, molte novità per i visitatori appassionati di questo mondo, eventi, incontri, spettacoli, premiazioni ed altro ancora. La rassegna, organizzata dalla Fiera di Roma e da Isi.Urb, registra sempre un grande successo di pubblico, con l’ultima edizione che ha raggiunto quota 200 mila visitatori. Ma cos’è esattamente il Romics e quando nasce? Questo Festival inizia nel 2001, nella vecchia sede della Fiera di Roma dove rimane fino al 2006, quando approda al nuovo polo fieristico romano. Solo dal 2013, oltre alla classica edizione autunnale, la manifestazione ha aggiunto un’edizione primaverile, normalmente in aprile, anch’essa con un enorme successo di pubblico. Il fumetto è uno dei protagonisti del Romics 2015 insieme ai grandi successi del cinema e ai kolossal cinematografici ispirati a fumetti e romanzi, all’animazione e ai videogames; non mancheranno gare di cosplay con spazi dedicati ai bambini (Romics Kids&Junior), premiazioni dei disegnatori dei personaggi più amati del fumetto, omaggi a grandi saghe del cinema al Romics Movie Village e, ancora, lezioni di cinema, animazione, laboratori di fumetto tenute direttamente dagli artisti, mostre, workshop e tante altre iniziative ed eventi (per ulteriori info e dettagli cliccare qui) che riempiranno questi quattro giorni di kermesse. Nei numerosissimi stand all’interno dei padiglioni della Fiera si possono trovare tutte le novità del settore dell’editoria del fumetto infatti, ad ogni edizione di Romics, partecipano anche grandi case editrici, fumetterie, collezionisti ed in molti stand è possibile incontrare ogni giorno tantissimi autori ed editori. Non mancano anche stand commerciali di videogiochi e gadget e concorsi dedicati alla creatività nel fumetto e nella musica, ovvero il Romics Talent Contest e il Romics Song Contest. Romics 2015: alcune novità Nell’edizione in partenza il prossimo ottobre, in cui gli organizzatori hanno annunciato anche l’apertura di nuove aree per l’accoglienza di un pubblico ancora più ampio, avrà luogo una grande mostra, “Da Diabolik a DK”, che racconterà l’evoluzione del famoso personaggio; sabato 3 ottobre Mario Gomboli, soggettista storico della serie e uno dei Romics d’Oro di quest’anno, incontrerà il pubblico al Padiglione 8 e sempre lì, domenica 4 ottobre, avverrà la Premiazione dei Romics d’Oro. Per la prima volta la società giapponese Bandai sarà presente a Romics con uno stand ufficiale interamente dedicato al personaggio di Sailor Moon mentre, tra gli omaggi alle saghe cinematografiche quest’anno i protagonisti saranno...

Leggi

Notte Europea dei Ricercatori 2015

Osservare il mondo che ci circonda, attraverso gli occhi di chi sa capirne il delicato funzionamento e l’equilibrio in cui cerca di andare avanti ogni giorno, malgrado lo smog, l’inquinamento acustico e la frenesia delle nostre vite, adesso si può. Grazie alla Notte Europea dei Ricercatori 2015. Un’iniziativa che si svolge simultaneamente ogni anno in tutta Europa l’ultimo venerdì di Settembre. La data prevista per l’anno corrente è quindi quella di venerdì 25 Settembre quando, in circa 300 città situate nelle 24 nazioni d’Europa e nei Paesi limitrofi, avrà luogo questa importante manifestazione a carattere scientifico. La Notte Europea dei Ricercatori 2015 è realizzata grazie al sostegno dalla Commissione Europea nell’ambito del Marie Skłodowska-Curie Actions, un programma della UE che mira ad accrescere l’attività scientifica dei ricercatori in Europa; ed ancor più farla conoscere a chi non appartiene a tale ambito. Per questo motivo la Notte Europea dei Ricercatori 2015 viene pubblicizzata attraverso eventi e spettacoli in grado di risvegliare l´interesse di persone di tutte le età. Potranno infatti parteciparvi gruppi di famiglie, scuole, gruppi di amici o singole persone curiose di conoscere come funzionano le cose e l’impatto della scienza nella vita di tutti i giorni. Tra le grandi novità della Notte Europea dei Ricercatori 2015 c’è la partecipazione di Astronomitaly, il primo progetto di sviluppo del Turismo Astronomico in Italia che si propone come obiettivo l’identificazione dei luoghi migliori da cui osservare il cielo stellato e la loro promozione per un turismo sostenibile  attraverso la certificazione “I cieli più belli d’Italia”. Notte Europea dei Ricercatori 2015: non perdete questi due appuntamenti Grazie al contributo di prestigiosi partner come Federturismo Confindustria, Federparchi Europarc Italia e SL&A, Astronomitaly può vantare due importanti eventi a sostegno dell’ecologia: Giovedì 24 Settembre alle ore 10.00 presso la Scuola Comunale Boschetto di Rocca Massima, in provincia di Latina, avremo l’incontro “Dal Sole all’Acqua: la Luce come fonte di vita”. Un viaggio alla scoperta di fonti vitali come la luce e l’acqua  attraverso lo studio del Sole e l’utilizzo di un telescopio. I partecipanti, piccoli e grandi, potranno così apprendere l’astronomia divertendosi attraverso esperimenti pratici volti a riprodurre visivamente i fenomeni che avvengono sulla superficie solare. Il secondo appuntamento della Notte Europea dei Ricercatori 2015 è previsto per Venerdì 25 Settembre alle ore 19.00 nel cuore della Riserva Naturale Regionale Nazzano Tevere-Farfa ed ha come titolo “Notte di Stelle sul Tevere”. In questa occasione  Astronomitaly  presenterà il proprio progetto  “I cieli più belli d’italia: l’importanza di ritrovare il cielo stellato” per scoprire cosa è l’inquinamento luminoso, i danni che provoca e l’importanza di ridurlo per la salvaguardia della natura e dei suoi...

Leggi

Musei Gratis il 5 Luglio | Proloco Roma |

I Musei gratis il 5 luglio a Roma Tornano le domeniche della cultura, a Roma. Saranno infatti tre i prossimi appuntamenti dedicati: 5 luglio, 2 agosto e 6 settembre. Il progetto è stato promosso dall’Assessorato alla Cultura e al Turismo di Roma e si rivolgerà a tutti i cittadini romani, residenti a Roma Città Metropolitana, che avranno libero accesso al circuito dei “Musei in Comune” e che potranno approfittare di un ricco programma di visite didattiche dedicate. Il 5 luglio, come anche le due date successive, coincide con la prima domenica del mese che, come stabilito dal decreto del Ministro Franceschini in vigore dal 1 luglio 2014, consente a tutti i visitatori italiani di entrare gratis nei musei, monumenti, gallerie, scavi archeologici, parchi e giardini monumentali aderenti, di solito pubblici. I musei gratis il 5 luglio a Roma saranno soprattutto i musei civici come il Museo dell’Ara Pacis, con un appuntamento dedicato alla scoperta dell’imperatore Augusto, i Musei di Villa Torlonia e i Musei Capitolini per osservare i capolavori del Campidoglio e approfondire la storia di Marco Aurelio e poi i Mercati di Traiano e la loro storia millenaria, il Museo di Roma a Palazzo Braschi e la splendida Centrale Montemartini, primo impianto comunale di produzione di energia elettrica trasformato in museo che, con il suo allestimento particolare, risulta ancora più suggestivo per tutti i visitatori che vi si recano. Inoltre, una scelta obbligata per gli amanti dell’arte contemporanea, è l’apertura gratuita dello GNAM, la Galleria Nazionale di Arte Moderna a due passi dal verde di Villa Borghese, contenente una collezione permanente che racchiude i migliori esempi della pittura e della scultura moderna dal XIX al XXI secolo. Vi segnaliamo che le esposizioni e le mostre private di solito non rientrano nelle gratuità, come per esempio la mostra “Leonardo Da Vinci. L’Autoritratto”, la mostra “Nutrire l’Impero. Storie di alimentazione da Roma a Pompei” e la mostra “Sergio Staino. Satira e sogni”. Qui una lista completa dei musei gratis il 5 luglio a Roma e…buona arte a...

Leggi

Ad Arte | Calcata Teatro Cine Festival

Ad Arte | Calcata 8/12 Luglio 2015 Dopo il caloroso coinvolgimento, nella prima edizione, dell’intero paese di Calcata e nonostante le difficoltà prevedibili all’interno di una edizione zero, prodotta con soli fondi privati, eccoci di nuovo qui, per rinnovare il nostro desiderio di proseguire in questa avventura, che andando ben oltre le avversità incontrate, ha ospitato lo scorso anno, tra teatro e cinema, in soli 4 giorni, dai 3 ai 6 eventi al giorno, godendo di un’ottima risonanza sul territorio ospite e su Roma. Il nostro desiderio per l’edizione 2015 è quello di riprendere il buono già fatto durante la prima edizione per migliorare e rafforzare tutti quegli aspetti, tecnici e organizzativi, che nella scorsa edizione, abbiamo dovuto, per forza di cose, necessariamente trascurare o quanto meno ridimensionare. Da un punto di vista artistico il nostro desiderio è quello di tenere fede ai propositi e agli obiettivi dello scorso luglio, tentando di consolidare questa nostra manifestazione come nuovo centro per la diffusione e il sostegno del teatro di regia e sperimentazione e il cinema d’autore, indipendenti; per aggiungere, insomma, qualche mattone in più nella costruzione di questo nuovo punto di forza e di incontro per tutti quegli artisti teatrali e cinematografici che non trovano il meritato spazio nel circuito ufficiale, per motivi che esulano completamente dal loro indubbio valore. Infine ma non da ultimo ci piacerebbe far sposare sempre meglio questo nostro evento con le caratteristiche particolarissime del paese che lo ospita, nel rispetto della sua specificità e delle qualità che lo rendono unico nel suo genere e conosciuto nel mondo. Nessuna location ci sembra, ancora una volta, infatti, più idonea di quella di Calcata, che per come noi la percepiamo è e deve restare l’idea stessa di una possibilità di (r)esistenza della diversità, che sia essa artistica, sociale o antropologica, tentativo permanente di ricerca di un “altrove” realizzabile nel qui ed ora. Calcata con la sua forza misteriosa e prorompente come la natura che la circonda; solitaria, fantasiosa, indomabile, eccentrica e anche malinconica, come certa giovinezza che continua a vivere in tutti noi, sempre, se solamente la si ascolta e la si lascia parlare; libera e insofferente alla norma come tutti gli spettacoli e i film che da qui in poi ci piacerebbe ospitare. Vogliamo ringraziare, in tal senso, tutti gli artisti e i professionisti “eternamente giovani” che con la loro passione, competenza e disponibilità hanno compreso profondamente il nostro progetto, lo hanno abbracciato e supportato lo scorso anno, rendendolo possibile. Vogliamo infine ringraziare tutti coloro che ancora una volta, con la stessa passione ci sono di nuovo al fianco per dare vita a questo nuovo viaggio. Scopri AdArte sul...

Leggi

Viaggio nel foro di Augusto 2000 anni dopo

Foro di Augusto 2000 anni dopo Un viaggio in 3D per rivivere l’epoca di Augusto  Nel silenzio del tempo che scorre, nella staticità di pietre e strade antiche. Nell’immobilità di storie narrate duemila anni fa, una nuova luce viene proiettata su un palcoscenico d’eccezione, pronta a raccontare ciò che accadde in quel tempo nella Capitale. E’ la storia di Augusto che scorre nuovamente dinanzi gli occhi degli spettatori ed attraverso la città di Roma. Inaugurato il 22 aprile 2014, il viaggio nel Foro di Augusto 2000 anni dopo, viene riproposto anche quest’anno dal 25 Aprile al 1 Novembre 2015. Il progetto, che rientra nelle celebrazioni per il Bimillenario della morte dell’Imperatore, ha come tema importante la figura di Augusto non solo in quanto conquistatore di nuovi regni, ma anche come apportatore di ricchezze culturali ed artistiche. Il viaggio nel Foro di Augusto 2000 anni dopo ci consente così di assistere ad uno spettacolo unico nel suo genere poiché in grado di illustrare in modo puntuale il sito archeologico situato lungo Via dei Fori Imperiali partendo da pietre, frammenti e colonne presenti. Gli spettatori, accompagnati dalla voce di Piero Angela, hanno la possibilità di vedere con i loro occhi una ricostruzione storica e scientifica di grande valore di quei luoghi così come si presentavano all’epoca di Augusto. Grazie ad appositi sistemi audio con cuffie gli spettatori possono ascoltare la musica, gli effetti speciali e il racconto in 6 lingue differenti. Il viaggio nel Foro di Augusto 2000 anni dopo, utilizzando in modo creativo i resti del Foro stesso, vuole quindi narrare e celebrare la figura di questo imperatore, la cui gigantesca statua dominava l’area accanto al tempio. Con Augusto nasce l’età imperiale, epoca di grande ascesa per Roma che, nel giro di un secolo, ha portato la capitale a regnare su un impero esteso dall’attuale Inghilterra sino ai confini con l’attuale Iraq. Il Foro di Augusto 2000 anni dopo è quindi un’occasione anche per raccontare la storia non solo relativa all’espansione territoriale dell’impero, ma anche riguardante la civiltà romana e la sua crescita culturale, tecnologica, giuridica ed ovviamente artistica grazie ai resti di anfiteatri, terme, biblioteche, templi, strade che sono giunti sino a noi. Capitale dell’economia, del diritto, del potere e del divertimento, Roma rappresentò la culla della civiltà in quel periodo e dopo di esso, e di Augusto, molti altri imperatori lasciarono la loro traccia nei Fori Imperiali. L’iniziativa Foro di Augusto 2000 anni dopo ci mostra così il segno della grandezza di questa metropoli in espansione, che ancora oggi ci stupisce con il suo fascino antico e sempre nuovo . Info & Ticket: Per maggiori informazioni su biglietti ed orari consulta il...

Leggi

Giorgio Morandi al Complesso del Vittoriano

Giorgio Morandi al Complesso del Vittoriano “Giorgio Morandi 1890-1964” al Complesso del Vittoriano dal 28 febbraio al 21 giugno 2015″ La mostra di Giorgio Morandi al Complesso del Vittoriano ci offre la possibilità di scoprire circa 150 opere del pittore ed incisore bolognese, la maggior parte di grande rilevanza, provenienti da importanti istituzioni pubbliche e da prestigiose collezioni private, inclusi alcuni capolavori meno noti al grande pubblico, tra cui alcuni disegni, acqueforti ed acquerelli. Nella prima parte della sua carriera Morandi, che risentì soprattutto dell’influenza dei suoi contemporanei come Cézanne e Picasso, espose le sue opere insieme ai futuristi, divenendo verso il 1918 uno dei maggiori esponenti della scuola metafisica insieme a Carrà e De Chirico. Pur tenendo in grande considerazione l’arte di Giotto, Caravaggio e del Quattrocento italiano, intorno al 1920, Morandi iniziò a sviluppare un suo linguaggio personale ed a seguire un percorso che diverrà via via più definito nel corso degli anni ’30 e che, nella mostra al Complesso del Vittoriano, viene illustrato in modo completo. Giorgio Morandi al Complesso del Vittoriano: tematiche e caratteristiche Ad eccezione di qualche autoritratto, la produzione artistica di Morandi è legata soprattutto alle numerose nature morte e agli oggetti di natura quotidiana, come i fiori di stagione, i paesaggi, le bottiglie, le ciotole o i vasi che vengono largamente raffigurati nelle sue opere al solo scopo di esprimere la sua visione della forma nella sua essenzialità e purezza. Una delle sue principali caratteristiche pittoriche è quella di dipingere con pochi colori e poco dettagliatamente gli oggetti, rendendoli un po’ più surreali ma comunque realistici. La mostra di Giorgio Morandi al Complesso del Vittoriano permette al visitatore di percepire che le tele, a prima vista statiche e ripetitive, subiscono innumerevoli variazioni nel tempo, con la tavolozza di colori che con gli anni si schiarisce, con colori che diventano sempre più rarefatti, dove tutto è reale e illuminato dalla luce. Per maggiori info su biglietti ed orari della mostra potete cliccare su questo link....

Leggi

Chagall al Chiostro del Bramante | Roma

Chagall al Chiostro del Bramante “Love and Life” La mostra di Chagall al Chiostro del Bramante di Roma è iniziata da circa due settimane ma, non temete, avete ancora parecchio tempo per poterla visitare, per l’esattezza fino al 26 Luglio 2015. L’esposizione di Chagall al Chiostro del Bramante raccoglie ben 140 opere di uno dei pittori più amati del Novecento, visibili per la prima volta in Italia, è curata da Ronit Sorek e prodotta da DART Chiostro del Bramante e Arthemisia Group, in collaborazione con l’Israel Museum che fu fondato nel 1965 e che ospita molte collezioni di artisti appartenenti alla tradizione ebraica. Marc Chagall nasce, infatti, in una famiglia di cultura e religione ebrea a Vitebsk, in Bielorussia, nel 1887 e si trasferisce a San Pietroburgo nel 1907. Qui frequenta l’Accademia Russa di Belle Arti e, dopo essere diventato un artista piuttosto noto, si trasferisce a Parigi dove entra in contatto con le correnti artistiche più in voga in quell’epoca, come il fauvismo ed il cubismo frequentando, tra gli altri, Guillaume Apollinaire e Robert Delaunay. Uno degli incontri più importanti nella vita di Chagall è, però, quello con Bella Rosenfeld, sua futura moglie nonché grande ispiratrice di molte delle sue opere: non è un caso che la mostra di Chagall al Chiostro del Bramante si chiami proprio “Chagall. Love and life”. Le otto sezioni tematiche e l’approccio interattivo con cui è stata allestita tutta la collezione ripercorrono i temi fondamentali della produzione di Chagall: gli oggetti e i luoghi della sua infanzia in Bielorussia come le case di legno o la cupola verde del tempio ortodosso di Vitebsk, l’incontro con sua moglie Bella, la sua fede religiosa. Oltre alla varietà molto ampia di tematiche affrontate, quello che emerge dalla mostra di Chagall al Chiostro del Bramante è la pluralità di tecniche padroneggiate dall’artista che si esprime, oltre che attraverso i dipinti caratterizzati da linee ben decise, colori vivaci e tinte forti che evidenziano quanta influenza abbiano avuti artisti come Matisse e Picasso sulla sua produzione, anche attraverso mosaici, scrittura, sculture, scenografie ed incisioni, quest’ultime in particolare molto numerose. Tutto è permeato dall’assimilazione delle tre culture a cui appartiene, vale a dire quella ebraica, quella russa e quella occidentale, che fanno di Chagall uno dei più originali ed innovativi artisti del XX secolo, con la sua personalità poliedrica e la sua grande sensibilità nel raffigurare le scene di vita quotidiana, l’amore e la gioia di vivere che a differenza di molti suoi “colleghi” più tormentati non lo abbandonò mai. Maggiori Info & Tickets, clicca...

Leggi

L’età dell’Angoscia | Musei Capitolini

L’età dell’angoscia | Da Commodo a Diocleziano (28.1-4.10.15) Dal 28 Gennaio 2015 al 4 Ottobre 2015 L’Età dell’Angoscia è il quarto importante appuntamento appartenente al ciclo “I Giorni di Roma”, un progetto quinquennale di mostre che abbraccia dall’epoca repubblicana fino all’epoca tardo-antica la storia dell’impero romano nelle sue diverse sfumature. La mostra illustra i grandi cambiamenti che segnarono l’età compresa tra i regni di Commodo (180-192 d.C.) e quello di Diocleziano (284-305 d.C.). In quest’arco di tempo l’Impero giunse a mutare totalmente la propria fisionomia, fino ad arrivare all’instaurazione della Tetrarchia, alla perdita del ruolo di capitale di Roma, ed alla divisione del territorio italico in diocesi equiparate al resto dell’Impero. Nei passaggi temporali e negli eventi che lo segnarono, si evince quanto l’impero romano si sia mostrato a noi nei i suoi vari volti. Questo è uno di quelli. L’Età dell’Angoscia è la rappresentazione di un mondo che muta definitivamente la propria struttura sociale, con lo sfaldamento delle istituzioni e il parallelo emergere di nuove forze sociali. La mostra, inoltre, vuole narrare della diffusa crisi spirituale e religiosa che in un clima di ansia generalizzata portò a un abbandono delle religioni tradizionali e all’adesione sempre più massiccia al culto di divinità provenienti dall’Oriente. La crisi di questo periodo storico segna la caduta di quella che era stata sino a poco prima un “periodo d’oro”. L’Età dell’Angoscia, invece, vede il potere trasmesso non più su base esclusivamente dinastica ma manipolato dall’esercito, che imponeva ed eliminava a suo piacimento gli imperatori. Le istituzioni e i valori tradizionali, così come le certezze di un tempo, si sgretolano generando insicurezza, paura, ansia. I barbari fanno sentire una pressione sempre più forte lungo i confini, accrescendo i disordini interni, ed aumentando vertiginosamente le tasse e l’inflazione con la necessità di aggiornare continuamente la moneta. La mostra è aperta dal Martedì alla Domenica, dalle ore 9.00 alle ore 20.00. Il percorso è organizzato in diverse sezioni, ognuna focalizzata su di un tema specifico. La seconda sezione, denominata “ L’esercito” , si concentra sul ruolo da protagonista interpretato dall’esercito nella nuova epoca. La quarta sezione, “La religione” , indaga sull’arrivo e l’espansione in città di culti orientali. La quinta e la sesta sezione indagano sulle costruzioni e gli arredi, così come sullo stile di vita dei cittadini romani. La settima sezione de L’Età dell’Angoscia, “I costumi funerari” , si compone di sarcofagi, rilievi e pitture che trattano temi e soggetti tipici del repertorio dei miti tradizionali. Biglietti Intero € 15,00 Ridotto € 13,00 Ridottissimo € 2,00 Per i cittadini residenti nel territorio di Roma Capitale (mediante esibizione di valido documento che attesti la residenza): Intero € 13,00 Ridotto € 11,00...

Leggi

Technotown Roma | Villa Torlonia

Technotown a Roma: Passato e futuro Technotown: dove scienza e tecnologia si incontrano, qui nasce un’esperienza unica per bambini, teenager ed adulti. Nel bellissimo sfondo di Villa Torlonia, all’interno di un villino medioevale restaurato negli anni ’90 troviamo lo scenario di questo incontro, dove le operazioni di restauro hanno seguito due obiettivi precisi: la conservazione e la integrazione dell’esistente. Gli interventi di risanamento della Technotown, infatti, sono stati rivolti al miglioramento della distribuzione degli ambienti e dei percorsi. E’ stata privilegiata l’eliminazione delle barriere architettoniche con la costruzione di rampe di accesso ai locali e di un ascensore che garantisce l’accessibilità a tutti i piani del complesso. Al contempo gli apparati decorativi interni e gli elementi di arredo architettonico d’epoca sono stati restaurati, affinchè fosse presente sempre il concetto di coesistenza fra “ ciò che era e ci che è”. All’interno della Technotown, a metà fra il passato ed il futuro, i visitatori possono provare molteplici esperienze diverse, dal 3D, al gioco con la musica o ai viaggi nel tempo attraverso la realtà virtuale e molto altro, grazie agli eventi speciali e laboratori nei quali la didattica si mescola al gioco. Nove sale quindi, con nove esperienze diverse, all’interno delle quali i giovani ospiti impareranno ad interagire con tecnologie sofisticate e ad utilizzare i “media” in modo divertente e creativo a seconda della propria età. Technotown infatti possiede in se tre percorsi: Junior, per bambini dai 4 anni ai 6, Basic rivolto ai bambini dai 6 agli 8 anni, Educational dagli 8 anni in su e infine il percorso Adult dedicato ai grandi over 18. Technotown: Il Planetario Gonfiabile Fra le esperienze più importanti che la Technotown fornisce c’è il Planetario Gonfiabile Si tratta di una cupola di 6 metri di diametro con un sistema di proiezione simile a quello già disponibile nella grande cupola (14 metri) del Planetario di Roma. Una sorta di finestra sul cielo della capitale. In questa stanza della Technotown opera una vera e propria macchina dello spazio e del tempo dotata di un proiettore ottico in grado di riprodurre le 1500 stelle più luminose del cielo boreale e australe, il Sole, la Luna, i pianeti, la Via Lattea e gli astri del cielo profondo. Il pubblico viene condotto in questo viaggio astronomico non solo a livello visivo, ma inglobando anche altri sensi grazie alla riproduzione di suggestioni audio e video. La capienza del planetario è di circa 30 persone e dal 2010 è disponibile un piccolo “parco telescopi”, a disposizione per eventi e osservazioni straordinarie, composto da sei strumenti che vengono utilizzati per svolgere attività di osservazioni guidate del cielo stellato con il pubblico...

Leggi

Matisse, Arabesque in mostra alle Scuderie del Quirinale

Matisse, Arabesque in mostra alle Scuderie del Quirinale Matisse: “Vedere è già di per sé un atto creativo”. E ci sarà atto creativo, e molto da vedere, alle Scuderie del Quirinale: in mostra “Matisse, Arabesque”, a cura di Ester Coen, dal 5 marzo al 21 giugno 2015. Più di 100 opere di Henri Matisse provenienti da tutto il mondo: dal Tate, MET, MoMa, Puškin, Ermitage, Pompidou, Orangerie, Philadelphia, Washington, con alcuni capolavori assoluti del pittore francese per la prima volta in Italia. Uno dei maggiori artisti del ventesimo secolo, Matisse esplora con viva ed attenta visione l’Oriente, e la mostra con lui, ascolta l’arte araba, bizantina: una folgorazione graduale, nutrimento che parte dalla collezione islamica al Louvre fino all’Esposizione Mondiale del 1900, con i padiglioni dedicati a Turchia, Marocco, Tunisia, Algeria. Vedere, e riscoprire nelle geometrie e nell’ordito un sapore d’altro che non sia occidente: Matisse ne interpreta armonia e luce, per arrivare più in alto, lontano, con un “grande amore”, base necessaria per ogni genesi, ed ogni genesi di opera d’arte. L’artista come viaggiatore (lo stesso Matisse riporterà ricordi e curiosità dal suo viaggio in Algeria nel 1906) introduce una nota di fascino misterioso all’interpretazione del mondo Orientale, poi ancora Russia, con un occhio all’Esposizione di Arte maomettana a Monaco di Baviera, e Marocco, nella bianca Tangeri, dove troverà intensa attività artistica, studiando i colori dell’Africa ed i rapporti cromatici, ondeggiando tra realtà e fantasia, freschezza e clima rovente. La bellezza fiabesca di capolavori assoluti come “Ragazza con copricapo persiano” (1915-16; Gerusalemme, Israel Museum); “Zorah sulla terrazza” (1912; Mosca, Museo Pushkin); “Marocchino in verde” (1912; San Pietroburgo, Ermitage); “Pervinche-Giardino marocchino” (1912; New York, MoMA); “Paravento moresco” (1917-1921; Philadelphia Museum of Art), sono fili annodati di un viaggio, di Matisse e di chi avrà la fortuna di accompagnarlo in “Matisse Arabesque”, alle Scuderie del Quirinale.  Per info&ticket si può visitare il sito delle Scuderie del Quirinale.        ...

Leggi

Frankie & Johnny Paura d’amare

Frankie & Johnny Paura d’amare al Teatro Ghione Dal 24 Febbraio al 1 Marzo, Pino Insegno e Alessia Navarro in scena al Teatro Ghione di Roma con Frankie & Johnny Paura d’amare. Lo spettacolo, diretto da Alessandro Prete e interpretato da Pino Insegno e Alessia Navarro, prende spunto dal testo di Terence McNally. Johnny, appena uscito di prigione, prova a ricostruirsi una vita riciclandosi come cuoco nella tavola calda in cui Frankie, disillusa e solitaria, lavora come cameriera. Tra i due nasce una tenera simpatia che scivola rapidamente verso un sentimento più profondo. L’uomo, sincero, le manifesta la volontà di costruire una famiglia e di crescere insieme molti figli. Ma il desiderio d’amore di lui si scontrerà con la ritrosia di Frankie, spaventata dalle sue stesse emozioni. Frankie è intimorita dall’idea di lasciarsi trasportare da un amore così grande, forse per paura di ricevere delusioni, e pone tra loro un muro quasi invalicabile. Johnny tenterà in ogni modo possibile di convincerla a farsi trasportare liberamente dalle emozioni. La storia dei due protagonisti non è solo un profondo atto d’amore ma anche il riflesso di due esistenze sperdute nella solitudine alienante della metropoli, dove gli spazi dell’anima si sbriciolano. Frankie e Johnny cercano un compendio emotivo alla propria identità spaesata , frammentaria e decentrata. In una città che illude, tradisce e poi mette ai margini, l’unica via di salvezza, per non perdersi definitivamente, è una scintilla di passione. Biglietti per i soci convenzionati Pro Loco di Roma: 18 € (anziché 28 €) in...

Leggi

I Vestiti dei Sogni a Palazzo Braschi

I Vestiti dei Sogni a Palazzo Braschi La scuola italiana dei costumisti per il cinema I Vestiti dei Sogni a Palazzo Braschi fino al 22 Marzo 2015, una mostra che traccia la storia del costume italiano per il cinema, attraverso l’esposizione di abiti di scena ideati dai più grandi professionisti del settore, tutto rigorosamente made in Italy. Tosi, Pescucci, Canonero, Donati sono solo alcuni dei nomi, quelli dei più premiati, degli artisti e artigiani del costume simbolo della Scuola in cui da sempre siamo maestri: dalle dive del cinema muto alla complicata rappresentazione di un’atmosfera, oltre che di un’epoca, in film come La Grande Bellezza. La cornice di Palazzo Braschi, selezionata come location proprio per le sue caratteristiche scenografiche, con la grande scalinata a fare da ideale piedistallo ai vestiti in mostra, una passerella dove a sfilare è la fine maestria e il ricordo. Numeri da capogiro per I Vestiti dei Sogni: 100 abiti originali e decine di bozzetti, il tutto affiancato da oggetti difficilmente messi in mostra per il pubblico che testimoniano i processi di lavorazione di questi grandi artisti e artigiani. La mostra è divisa in due parti: il percorso principale e la collezione permanente. In quest’ultima sono collocati tutti quei vestiti in grado di  dialogare con i dipinti esposti nella collezione di Palazzo Braschi, tra di essi spiccano quelli realizzati da Massimo Cantini Parrini dell’ultimo film di Matteo Garrone – di cui sono terminate da poco le riprese – Il racconto dei racconti. Nel percorso principale viene raccontato un secolo di scuola italiana. Un tuffo della storia del cinema lungo dieci sale, che raggiunge il suo apice nel salone dedicato alla Sartoria Tirelli, chiudendosi infine nella stanza con gli abiti realizzati da Milena Canonero per Marie Antoinette.  Il Direttore della Cineteca di Bologna e curatore della mostra, Gian Luca Farinelli, dice “Nel racconto della mostra abbiamo dato particolare accento alle filiazioni, perché la denominazione di scuola che si è voluta attribuire alla tradizione italiana non è affatto arbitraria, ma affonda in un’autentica trasmissione del sapere. Novarese è allievo di Caramba; De Matteis e Gherardi di Sensani; Tosi della De Matteis, e indirettamente, attraverso Visconti, di Sensani, così Donati; Pescucci è allieva di Tosi, e Millenotti di Pescucci in quella fucina creativa che è stata ed è la Sartoria Tirelli; Canonero, infine, seppur più libera e sganciata dal contesto italiano, proprio quest’anno esordisce alla regia con un documentario su Piero Tosi: e la cosa ci pare piena di significati.” Della mostra I Vestiti dei Sogni va sottolineata la particolare cura avuta per l’illuminazione, realizzata da un altro maestro italiano del cinema, Luca Bigazzi, la cui sfida era quella di riempire il vuoto lasciato da coloro per...

Leggi

Grande sfilata equestre e fuochi barocchi

Grande sfilata equestre e fuochi barocchi Martedì 17 febbraio – Piazza del Popolo e Via del Corso Si concluderà martedì 17 febbraio con la Gran sfilata rinascimentale coordinata da Alessandro Salari per l’Accademia del Teatro Equestre, la VII edizione del Carnevale Romano. Il corteo partirà alle 16,00 da piazza del Popolo per svilupparsinegli stessi luoghi dei grandi eventi carnascialeschi della Roma papalina rinascimentale, il cui evento principale era la corsa dei cavalli berberi su via del Corso, che ispirò per secoli le arti di grandi scrittori, pittori e artisti oltre ad attrarre a Roma la nobiltà di tutta Europa. Alla sfilata, dedicata al passaggio romano di Cristina di Svezia che dal 1655 si protrasse per oltre trentanni, prenderanno parte 150 cavalli di razza maremmana, tolfetana e romana, carrozze, 160 figuranti in costume, artisti equestri, gruppi storici, le rappresentanze buttere della regione (con delegazioni provenienti da Ponzano, Cottanello, Riano, Fiano, Marta, Tuscania e Viterbo), simbolo culturale e storico dell’equitazione da lavorodel nostro Paese, e i corpi militari che hanno dato lustro alla storia della cavalleria italiana, come la fanfara a cavallo del Reggimento Lancieri di Montebello (8°), il 4° Reggimento Carabinieri a cavallo, la Polizia di Stato a cavallo e il Corpo Forestale dello Stato. Parteciperanno, inoltre, 100 attori in costume del Palio del Velluto di Leonessa, gli Sbandieratori e musici di Velletri, il Gruppo Musici di Torre Orsina, oltre alla tradizionale presenza del Gruppo Storico Romano. Ritornano gli artisti equestri che, con i loro spettacoli, sono stati i grandi protagonisti per cinque anni all’arena di piazza del Popolo: Andrea Giovannini, volteggiatore e dressagista di fama internazionale, Roberto Concezzi, noto negli ambienti dell’equitazione per lavorare con animali sottratti alla macellazione. Sfileranno, inoltre, i cavalieri e le amazzoni dell’Accademia del Teatro Equestre, della Compagnia dell’Aquila bianca in armatura quattrocentesca, dell’Associazione italiana Muli montati, i cui membririprodurranno la “cavalcata papale” sulla mula bianca, e i Cavalieri del Passato della Protezione civile a cavallo a significare l’origine medioevale del Carnevale romano. In corteo, a rappresentare la Regina del Carnevale, l’attrice Maria Rosaria Omaggio,che farà il suo ingresso su una delle carrozze di Franco Ariano, antico mezzo di trasporto che restituirà l’atmosfera dell’epoca e gli sfarzi della nobiltà romana, insieme ad Alessandro Benvenuti, già protagonista nelle passate edizioni, e il popolare comico Roberto Ciufoli che si presenterà a cavallo e in vesti barocche. L’appuntamento è alle 15,00 in piazza del Popolo dove sbandieratori, tamburini e gruppi storici intratterranno il pubblico in attesa della sfilata. Presentano Daniele Coscarella e Maria Baleri. Al termine, verranno distribuite gratuitamente le fontane falistranti, a rievocare la Festa dei moccoletti, che tradizionalmente celebrava la chiusura del Carnevale la sera del martedì grasso. Infine, grande...

Leggi

Il Carnevale Romano 2015

Il Carnevale Romano – Il Carnevale della Regina In un conferenza stampa tenutasi il 3 Febbraio alla Galleria Nazionale d’Arte Antica in Palazzo Corsini, il Comitato del Carnevale Romano ha presentato alla stampa e alle autorità i progetti per questa edizione 2015. Segno dei tempi che necessitano un certo rigore da parte delle istituzioni, ma con l’intenzione di mantenere vive le tradizioni della capitale, questa edizione del Carnevale Romano, dopo un anno di fermo, abbandona le imponenti strutture che lo avevano caratterizzato, puntando più ai contenuti artistici e storici, che alla spettacolarizzazione. Il tema scelto per quest’anno, è la celebrazione del 360° anniversario dell’ingresso della regina Cristina di Svezia a Roma da Porta Flaminia, alla quale furono dedicati, già in passato, molti carnevali e feste barocche. Dal 7 al 17 Febbraio saranno numerose le attività e gli eventi che animeranno il carnevale romano  e che vi proponiamo. Presso la Biblioteca Angelica la mostra: “Carnevale Romano: Rinascita di una Tradizione” vi aspetta con una selezione dei migliori scatti delle ultime edizioni del Carnevale Romano mettendo in primo piano il parallelismo tra i luoghi, gli eventi e i protagonisti del passato, con quelli che sono stati gli allestimenti contemporanei, restituendo l’autenticità del rapporto tra uomo e cavallo. Lo scopo dell’iniziativa è di favorire una maggiore conoscenza di questa antica manifestazione, testimoniando la crescita culturale avvenuta negli anni nella convinzione che la tradizione rimanga viva solo se capace di evolversi e adattarsi ai tempi. Ci teniamo in particolare a segnalare per Giovedì 12 Febbraio, nel Cortile Museo di Palazzo Braschi, la messa in scena dell’opera “Il Generale Mannaggia La Rocca – Borbone m’hai provocato e io te distruggo” scritto e diretto da Leonardo Petrillo e interpretato da Manuel Fiorentini. Quella del Generale Mannaggia è una figura realmente esistita, una maschera creata da uno stracciarolo romano, Luigi Guidi, vissuto a fine ‘800 auto-nominatosi in questa maniera. Per almeno un ventennio a Roma si sentì dire: “pure se piove o se fiocca, a carnevale arriva il generale Mannaggia la Rocca”. Il “generale” infatti sfilava sul via del Corso seguito da un esercito di stracciaroli e, in perfetto stile carnevalesco, permettevano al popolo di lanciargli contro verdure e coriandoli. La maschera fu anche protagonista di un aneddoto storico che ha dell’incredibile. In un momento di forte tensione diplomatica tra Italia e Francia, grazie ad un’espediente messo in atto dal giornalista Eugenio Rubichi, chiamato anche Richel, la maschera del Generale ebbe per un momento fama mondiale, mentre la Francia si vedeva presa in giro. Da segnare assolutamente sul calendario, la sfilata finale in Piazza del Popolo, che dalle ore 15:00 del 17 Febbraio, verrà animata da cortei, sbandieratori, gruppi storici e dalla riproposizione dell’ingresso della regina Cristina di Svezia....

Leggi

Roma d’Inverno – La cultura cambia stagione

Roma d’Inverno – La cultura cambia stagione Roma d’inverno: una nuova stagione culturale per Roma Capitale, iniziata l’ 11 Dicembre ed ancora il corso. E’ il programma di Roma d’inverno, quello di cui si sta parlando tanto negli ultimi giorni, presentato dall’ assessore capitolino alla Cultura, Giovanna Marinelli. “La cultura non va in letargo” è ciò che leggiamo sul sito di Roma Capitale, che ha deciso di introdurre nel calendario di manifestazioni annuali, una cartellone di eventi che coinvolgono il centro città, ma anche la periferia. Una ricca e differenziata offerta culturale, con l’intento di coinvolgere tutti i segmenti del pubblico. “Dopo l’Estate romana ci voleva un ‘Inverno romano’- ha detto Marinelli- e con questo progetto, cambiamo stagione senza però cambiare la grande quantità di offerta culturale”. “Anzi – ha proseguito – possiamo dire che la rinforziamo coinvolgendo tutte le grandi istituzioni culturali della città. Tre mesi che vanno da dicembre a febbraio e che coinvolgono sia Natale che Carnevale, con un palinsesto molto intenso, a partire dalle periferie”. Il calendario natalizio di Roma d’inverno ha, infatti riscosso un notevole successo, anche grazie alla collaborazione con le grandi istituzioni culturali di Roma. Pochi giorni fa l’assessore, presso la Sala Rossa del Macro – Museo d’Arte contemporanea di Roma in Via Nizza, ha presentato i nuovi quaranta eventi per il mese di Febbraio, che coprono tutta la città, da Corviale a Tor Marancia, da Ostiense a S. Maria della Pietà al parco dell’Appia Antica, a Tor Pignattara, San Basilio, Alessandrino, per citarne solo alcuni e nel centro storico. Le singole manifestazioni sono i progetti vincitori dell’avviso pubblico “Roma creativa: l’offerta culturale per i nuovi pubblici” all’interno del programma “Roma d’inverno”. Delle 230 domande arrivate, sono stati 40 i vincitori, con un finanziamento complessivo di 1 milione e 300 mila euro. La nuova programmazione che tocca il mese di febbraio, presenta appuntamenti di musica, teatro, fotografia, danza e cinema. Con ampio spazio dedicato alle arti digitali, la multidisciplinarietà,  la valorizzazione del patrimonio attraverso l’uso delle nuove tecnologie, la riqualificazione di spazi pubblici attraverso progetti di arte pubblica e street art, workshop,seminari e percorsi partecipati....

Leggi

Alla scoperta del Tibet – Museo d’Arte Orientale

Alla scoperta del Tibet Le spedizioni di Giuseppe Tucci e i dipinti tibetani Al Museo Nazionale d’Arte Orientale Giuseppe Tucci, dal 5 Dicembre fino all’ 8 Marzo 2015, è protagonista il Tibet con la mostra a cura di Deborah Klimburg-Salter: “Alla scoperta del TIBET – Le spedizioni di Giuseppe Tucci e i dipinti tibetani”. L’intera mostra è organizzata in collaborazione con l’ Università di Vienna, Center for Research and Documentation of Inner and South Asia (CIRDIS), di cui Deborah Klimburg-Salter è direttrice. E’ nella prima metà del 1900 che Giuseppe Tucci, noto esploratore di cui porta il nome il museo, conduce otto importanti spedizioni in una terra virtualmente sconosciuta all’Occidente. I suoi viaggi nelle regioni himalayane, gli hanno permesso, anche grazie alla profonda conoscenza della lingua e della cultura locale, di essere il fondatore della moderna Tibetologia. Tutti i materiali che l’esploratore riuscì a selezionare in Tibet, oggi sono qui in Italia e accessibili al pubblico. Alla scoperta del Tibet, la Mostra: L’esposizione è divisa in due rami, nel primo saranno presentate le fotografie dello stesso Giuseppe Tucci, che raccontano le sue esplorazioni, dall’altro alcuni capolavori di pittori tibetani risalenti al XI e XVII secolo. Le sezioni organizzate sono tre. Le spedizioni di Tucci 1926-1948: Scelte per la mostra quaranta fotografie, selezionate tra il suo vastissimo archivio fotografico in cui ne sono conservate circa ventimila. Le foto sono state scattate da fotografi assistenti dell’esploratore e ritraggono monumenti e monasteri oggi in parte scomparsi. Capolavori della cultura tibetana: Nella sezione è presentata una collezione di 59 thangka tibetani, noti come stendardi buddisti dipinti o ricamati. La collezione di Tucci è considerata come la più importante tra tutte quelle conservate nei Musei Statali. I dipinti sono databili tra il XIV e il XVIII secolo e provengono dal Tibet Centrale ed Occidentale. Conservazione dei dipinti e delle cornici tessili: E’ l’ultima sezione della mostra che si occupa del lungo lavoro di restauro condotto per riportare le cornici ed i dipinti al loro splendore originale. Per Info su Ticket & Prezzi sulla mostra Alla Scoperta del tibet consultare il sito del  Museo Nazionale d’Arte...

Leggi

Rigoletto al Teatro dell’Opera di Roma

Rigoletto al Teatro dell’Opera di Roma Un opera di Giuseppe Verdi – Orchestra e Coro del Teatro dell’Opera Sconto del 20% riservato ai Soci della Pro Loco di Roma “Certamente una delle opere più eseguite al mondo, un capolavoro assoluto riconosciuto universalmente per le arie e i cori, che riesce ad essere popolare e nello stesso tempo ad offrire un contenuto artistico di altissimo livello. In scena al Costanzi il primo capolavoro della “trilogia popolare”, un classico fra i più rappresentati in tutto il mondo tra i melodrammi di metà Ottocento.” L’Ufficio Promozione Pubblico del Teatro dell’Opera offre uno sconto del 20% sul biglietto d’ingresso, esclusivamente riservato ai Soci della Pro Loco di Roma. Scopri come diventare Socio Pro Loco chiamando allo 06.89928530 o tramite il nostro sito web. Per informazioni sullo spettacolo, invece, contatta direttamente l’Ufficio Promozione Pubblico al numero telefonico 06.48160312 o invia una mail a promozione.pubblico@operaroma.it. La Promozione sarà valida nei quattro giorni della programmazione di Rigoletto: – Mercoledì 4 Febbraio ore 20.00 – Giovedì 5 Febbraio ore 20.00 – Venerdì 6 Febbraio ore 20.00 – Sabato 7 Febbraio ore 18.00 – Domenica 8 Febbraio ore...

Leggi

Streeat Food Truck Festival Roma

Streeat Food Truck Festival Roma Streeat Food Truck Festival, un festival interamente dedicato al cibo, arriva a Roma il 27 il 28 ed il 29 Marzo, presso gli spazi della Città dell’Altra Economia, zona Testaccio. E’ organizzato da Barley Arts Promotion srl e da Buono-Food & Events. Dopo il successo avuto con le prime due edizioni milanesi, il festival del cibo da strada diventa itinerante ed approda anche a Firenze e Bologna. Tre giorni dedicati alle prelibatezze italiane ed internazionali che incontrano la praticità del cibo da strada. Fast, Cheap, Gourmet, Design e Spirito on the road si fondono e convivono sui camioncini allestiti come vere e proprie cucine itineranti, offrendo un’esperienza gastronomica unica, assolutamente innovativa e al passo coi tempi. In ogni città lo Streeat Food Truck Festival renderà il cibo protagonista assoluto: non solo grazie ai piaceri del palato, ma anche ad una serie di eventi collaterali come workshop, presentazioni, musica e intrattenimento. Per scoprire chi sono i Foodtruck basta andare sul sito dell’evento, noi non ve li sveliamo ma vi accenniamo che si tratta di ottimi hot-dog, arancini siciliani, particolari piadine “medievali” e moltissimi altri progetti accattivanti. L’ingresso al Streeat Food Truck Festival è completamente gratuito. La città dell’Altra Economia si trova in Largo Dino Frisullo, a pochi minuti a piedi dalla Metro A – Piramide. Scopri tutte le info...

Leggi

Numeri al Palazzo delle Esposizioni

Numeri al Palazzo delle Esposizioni Numeri. “Tutto quello che conta da zero ad infinito” Dal 16 Ottobre 2014 al 31 Maggio 2015 – Palazzo delle Esposizioni Roma Una mostra del tutto particolare quella in corso al Palazzo delle Esposizioni di Roma che affronta un tema da tutti conosciuto, ma da pochi compreso veramente. E’ il mondo dei numeri, presentato qui, secondo un progetto alla portata di ogni visitatore. Sono state realizzate diverse attività di laboratorio, studiate ad hoc per le differenti classi d’età e livelli di preparazione matematica. La mostra nasce con l’idea di rilevare la doppia essenza dei numeri, oggetti naturali di cui l’essere umano ha bisogno, ed oggetti artificiali e sociali non solo alla base dell’alfabeto scientifico, ma oggetto di studi filosofici e teologici. Tutto organizzato secondo undici percorsi specifici, dedicati sia ad aspetti generali, che ad aspetti mistici: 1. Il senso dei numeri 2. I primi passi: 1, 2, 3, … 3. Gesti e segni per contare 4. Il fascino dell’irrazionale:√2 e Φ 5. Strumenti e macchine di calcolo 6. Il segreto del cerchio: π 7. Misurare il mondo 8. Una nuova base: e 9. Numeri immaginari: i 10. Da zero a infinito 11. Gli enigmi dei numeri primi Ad intervenire durante tutto il periodo dell’esposizione, saranno numerosi docenti ed intellettuali, che attraverso un ricco programma di incontri, spiegano vari aspetti della matematica, ma anche della comunicazione, della scienza, toccando così varie tematiche. Il laboratorio d’arte, del Palazzo delle Esposizione, organizza “Ora Facciamo i conti”, un viaggio  nel mondo dei numeri per scoprire il matematico che c’è in ogni bambino. E’ possibile partecipare, sia come gruppo studentesco, che con ingresso singolo. Per partecipare alla mostra, potete acquistare i biglietti on-line direttamente sul sito del Palazzo delle Esposizioni, o rivolgervi direttamente alla biglietteria. Il prezzo del singolo biglietto è di 12,50 euro. E’ possibile usufruire di sconti, riduzioni e prezzi speciali per gruppi scolastici. Informazioni, prenotazioni, visite guidate per singoli e gruppi Tel. 06 39967500 Informazioni, prenotazioni, visite guidate per le scuole Tel. 848 082 408 Orari del call center: dal Lunedì al Venerdì 9.00-18.00 Sabato 9.00-14.00...

Leggi

Escher al Chiostro del Bramante, Roma

Escher al Chiostro del Bramante, Roma Escher in mostra presso le sale del Chiostro del Bramante Dal 20 Settembre 2014 al 22 Febbraio 2015 Maurits Cornelis Escher è stato un importante grafico ed incisore di origini olandesi. Scomparso nel 1972, è ricordato come uno dei maestri dell’arte paradossale ed enigmatica. Le sue costruzioni impossibili, le sue litografie ed i suoi giochi prospettici contengono una forte componente matematica, che ha reso unico il suo genere. E’ stato fonte d’ispirazione per moltissime opere e strutture architettoniche: alcune sue stampe e litografie hanno ispirato registi come Christopher Nolan e Jim Henson, dal 1985 un asteroide porta il suo nome e un palazzo per le vie di Madrid è decorato esattamente secondo i suoi schemi. Il Chiostro del Bramante lo celebra con cinque mesi dedicati interamente alle sue opere. Una mostra interattiva, in cui il suo aspetto di vedere la realtà, così fuori dal normale, coinvolge tutti i visitatori. 150 opere tra cui alcuni dei suoi più importanti capolavori, come la Mano con sfera riflettente e la Casa di scale. La Mostra è prodotta da DART Chiostro del Bramante e Arthemisia Group, in collaborazione con la Fondazione Escher, grazie ai prestiti provenienti dalla Collezione Federico Giudiceandrea, curata da Marco Bussagli, con il patrocinio di Roma Capitale. Consulta la pagine del Chiostro del Bramante per...

Leggi

Natale all’Auditorium 2014

Natale all’Auditorium, eventi al Parco della Musica Per i mesi di Dicembre 2014 e Gennaio 2015, l’Auditorium apre le porte del Parco della Musica in occasione della rassegna di eventi “Natale all’Auditorium”. Il clima natalizio dilaga all’interno del villaggio, organizzato con numerosi allestimenti per intrattenere il pubblico di tutte le età. Dal “bosco natalizio” realizzato nell’area pedonale con 150 tipi di piante del comune di Roma, alla Pista di Pattinaggio installata a partire dal 20 Dicembre nella Cavea dell’Auditorium. Quest’anno resterà aperta fino al 25 Gennaio 2015 e sarà possibile pattinare fino alle 02:00 di notte nella splendida cornice del Parco della Musica. Per informazioni su biglietti e orari, consultate il sito dell’Auditorium. Natale all’Auditorium, Eventi:  Un mese interno di spettacoli e di letture per ragazzi con la rassegna “Biennale Teatro Ragazzi” dal 6 Dicembre al 6 Gennaio, grazie alla produzione dell’Associazione Culturale PlayTown Roma. “Insieme al talento di alcune delle compagnie più sorprendenti del panorama italiano e internazionale, scopriremo il teatro affrontato da tanti punti di vista diversi: con la parola, le immagini, la musica, il movimento, i sensi, dandoci la possibilità di intraprendere un viaggio speciale dedicato a tutte le diverse età della crescita di un bambino partecipando a performance in cui gli artisti creano per i nostri figli spettacoli che possono diventare un regalo bello e importante e che ci aiuti a guardare il mondo con occhi nuovi e forse a dare una scintilla in più per costruire il loro futuro. ” Inoltre per i ragazzi saranno proiettati all’interno delle Sale dell’Auditorium i film di Alice nella città.  Dal 20 al 31 Dicembre, appuntamento imperdibile per il Natale all’Auditorium è il Roma Gospel Festival, che ospiterà durante tutta la rassegna le migliori voci spiritual e gospel provenienti dagli Stati Uniti d’America. Giunto quest’anno alla sua 19° edizione, il Festival propone come di consueto un appuntamento anche l’ultimo dell’anno.  Rimanendo in tema musicale, l’Auditorium presenta il 26 Dicembre il ritorno di Giovanni Allevi con un progetto orchestrale legato alle canzoni di Natale e ad alcuni dei suoi celebri brani. L’Orchestra Popolare Italiana con il concerto “ChiaraStella”, ci regala due giorni dedicati ai canti natalizi della tradizione italiana, il 5 ed il 6 Gennaio 2015. Tutti i pezzi verranno eseguiti conservandone lo spirito originario con cui queste antiche preghiere popolari cantate furono composte. Il progetto di Ambrogio Sparagna è giunto quest’anno alla ottava edizione. Ad accompagnarci durante l’ultimo dell’anno, oltre alle voci gospel, ci saranno anche Renzo Arbore e l’Orchestra Italiana, la compagnia italiana fondata dallo stesso cantautore. Più che un concerto sarà una grande festa per festeggiare in maniera esclusiva il Capodanno 2015. Moltissimi altri eventi accompagnano il “Natale all’Auditorium” come gli appuntamenti con Cartoon Heroes,...

Leggi

Scuderie del Quirinale: Rinascimento fiammingo

Il Rinascimento Fiammingo in mostra alle Scuderie del Quirinale Memling. Rinascimento fiammingo dal 11 Ottobre 2014 al 18 Gennaio 2015 Con la mostra “Memling. Rinascimento fiammingo” le Scuderie del Quirinale decidono di offrire al pubblico l’occasione di una grande rassegna dedicata ad Hans Memling, importante esponente dell’arte fiamminga. Un’esposizione dedicata esclusivamente all’artista tedesco, protagonista assoluto del Rinascimento fiammingo. La mostra prende in esame ogni aspetto della sua opera, dalle pale monumentali d’altare ai piccoli trittici portatili, oltre ai celeberrimi ritratti. La mostra si propone inoltre di approfondire le forme di mecenatismo che fecero da propulsore per la carriera dell’artista. Più di tutti i suoi contemporanei, Memling divenne il pittore preferito della potente comunità di mercanti e agenti commerciali italiani a Bruges, diventando l’erede dei venerati maestri fiamminghi ormai scomparsi, Jan Van Eyck e Rogier van der Weyden. Fin dall’inizio della sua attività indipendente come pittore di tavole, Memling riuscì a creare una sintesi dei notevoli risultati di entrambi quei maestri, già tenuti nella più alta considerazione dalla nobiltà italiana e dalle élite urbane che ne fecero il loro pittore di riferimento. Oltre a capolavori di arte religiosa provenienti dai più importanti musei del mondo, tra cui dittici e trittici ricomposti per la prima volta in occasione della mostra come il Trittico Pagagnotti (Firenze, Uffizi; Londra, National Gallery), il Trittico di Jan Crabbe(Vicenza, Museo civico; New York, Morgan Library; Bruges, Groeningemuseum) o il monumentale Trittico della famiglia Moreel(Bruges, Groeningemuseum) che spettacolare fondale del percorso espositivo al primo piano, la mostra presenterà una magnifica serie di ritratti tra cui Ritratto di giovane dalle Gallerie dell’Accademia di Venezia, il Ritratto di uomo dalla Royal Collection di Londra – prestito eccezionale della Regina Elisabetta II -, il celeberrimo Ritratto di uomo della Frick Collection di New York nonché il magnifico Ritratto di uomo con moneta romana (ritenuto l’effigie dell’umanista Bernardo Bembo) proveniente da Anversa. Biglietti: Intero € 12,00 Ridotto € 9,50 Ridotto 7-18 anni € 6 Ingresso gratuito fino ai 6...

Leggi

National Geographic Italia. Food, il futuro del cibo

National Geographic Italia. Food, il futuro del cibo Palazzo delle Esposizioni 18 Novembre 2014 / 1 Marzo 2015 Ci stupisce la National Geographic con la mostra intitolata “Food, il futuro del cibo” al Palazzo delle Esposizioni fino al 1 Marzo 2015. Se l’anno precedente “Un ponte sul Mondo” ci aveva sopraffatto con foto scattate in luoghi diversi e inimmaginabili, “Food, il futuro del cibo” sarà la celebrazione di qualcosa per noi fondamentale: il cibo. Come l’aria, come l’acqua, il cibo è vita. Il cibo è connessione, il cibo è celebrazione, sostentamento. Ma soprattutto, nel 21° Secolo, il cibo è una sfida globale. Una sfida che entro il 2050 riguarderà 9 miliardi di persone. Come nutrire tutti in modo sostenibile per il pianeta? “Oggi centinaia di milioni di persone soffrono di malnutrizione e di “insicurezza alimentare”, mentre quasi 1 miliardo e mezzo di persone sono obese o sovrappeso. National Geographic esplora e analizza tutti gli aspetti di questa grande, e immane, sfida con una serie di articoli e con una grande mostra“  le parole di Marina Conti, capo redattore National Geographic Italia, alla presentazione della Mostra. 90 foto scattate in giro per il mondo, legate a problematiche internazionali sul cibo come “l’impatto dell’agricoltura e dell’allevamento di bestiame sulle acque, sul clima, sul territorio, sulle foreste, l’incremento esponenziale dell’acquacoltura, ma anche lo spreco alimentare e il nuovo volto della fame, così come la prossima rivoluzione verde.“ Biglietti: Intero 12.50 € – Ridotto 10.00 € Età compresa tra i 7/18 anni  6.00 € Gratis fino a 6 anni E’ obbligatoria la prenotazione per scuole e gruppi organizzati. Il prezzo riservato per le scuole è da intendere per studente dal martedì al venerdì (esclusi i festivi) – minimo 10 massimo 25 studenti. Gli studenti, ricercatori, dottorandi degli atenei romani (sia pubblici che privati), il venerdì e il sabato, dalle ore 19,00 fino alla chiusura della biglietteria, hanno diritto ad acquistare il biglietto di ingresso alle mostre al prezzo di € 4,00....

Leggi

Roma: Eventi 8 Dicembre 2014

Roma: Eventi 8 Dicembre Siete a Roma nel giorno dell’ Immacolata? Vi consigliamo cosa fare nella giornata che dà il via alle feste natalizie! Piazza di Spagna: Come di consuetudine la festa dell’ Immacolata prevede festeggiamenti in Piazza Mignanelli alle ore 7.30 della mattina con l’omaggio ai Vigili del Fuoco, il concerto della Banda Musicale della Polizia in Piazza di Spagna ore 10.30. La festa durerà fino alle ore 16:00. Musei e Mostre: Alcuni Musei di Roma seguiranno orari di apertura differenti, per tenervi aggiornati sui cambiamenti, potete consultare il sito del comune di Roma. Passeggiata a Piazza Navona: Per gli amanti del Natale, degli addobbi e dello zucchero filato, Piazza Navona vi aspetta come ogni anno per farvi vivere a pieno la magia del Natale della nostra città. Henri Cartier Bresson al Museo dell’Ara Pacis: Chi non vuole farsi sfuggire l’ occasione di andare a vedere una Mostra durante un giorno di vacanza, può fermarsi all’ Ara Pacis, per la retrospettiva dedicata al precursore del foto-giornalismo: Henri Cartier Bresson. Mostra dei 100 Presepi: Classico Appuntamento Natalizio, ormai alla 39°edizione. Per Info e Orari visita la pagina dedicata: 100 Presepi Natale all’ Auditorium: In occasione del Natale all’Auditorium il Parco della Musica apre le porte a ogni tipo di pubblico. Dal villaggio natalizio, allo chapiteau del teatro-circo, alla pista di pattinaggio, fuori dalle sale è possibile incontrarsi in un clima di festa. . All’interno dell’Auditorium, invece, attrazioni di ogni tipo: concerti, spettacoli, mostre. Per maggiori info visita il sito. Musei in Comune: I Musei in Comune di Roma promuovono l’iniziativa Vivi i Musei. 3 giorni di eventi, aperture straordinarie ed ingressi gratuiti. Scopri come sul sito del comune di Roma. Mercato contadino a Capannelle: Il Mercato Contadino Capannelle raddoppia a dicembre e vi aspetta non soltanto tutte le domeniche – come al solito – ma anche l’8, 13, 14, 20, 21 dicembre,  e presenta un calendario natalizio con un programma fitto fitto di eventi, laboratori, degustazioni e artigianato di qualità, artistico e del riuso a km O dentro l’Ippodromo. Per maggiori info potete consultare il programma. Auditorium Conciliazione: Dal 2 all’8 dicembre 2014 l’Auditorium Conciliazione in Roma presenta una settimana di eventi in occasione dei 40 anni dal debutto della commedia musicale “Aggiungi un posto a tavola” di Garinei e Giovannini, scritta con Iaia Fiastri, con le musiche di Armando Trovaioli. Fiera Nazionale della Piccola e Media Editoria: Ritorna anche quest’anno l’iniziativa “Più libri, più liberi” dal 4 all’ 8 Dicembre presso il  il Palazzo dei Congressi all’ Eur. 13ª edizione della Fiera Nazionale della Piccola e Media Editoria.  400 editori, oltre 300 eventi e 5 giorni di esposizione ti aspettano al Palazzo dei Congressi dell’Eur. È tempo di leggere. È  di nuovo tempo di...

Leggi

Henri Cartier Bresson al Museo dell’Ara Pacis

Henri Cartier Bresson al Museo dell’Ara Pacis “Fotografare è mettere sulla stessa linea di mira testa, occhio e cuore. È un modo di vivere” 4 Mesi di Fotografia all’Ara Pacis di Roma, con la retrospettiva dedicata al precursore del foto-giornalismo Henri Cartier Bresson. Dal 26 Settembre al 25 Gennaio, avremo l’occasione di visitare la mostra realizzata da Clément Chéroux, in occasione dei dieci anni dalla morte del fotografo francese. Henri Cartier Bresson: Henri Cartier Bresson, nasce in Francia a Chanteloup-en-Brie nel 1908. E’ circa verso l’età dei 23 anni che inizia ad interessarsi di fotografia. L’amicizia con alcuni dei fotografi più i importanti degli anni 30′, aiuterà Bresson nella sua scalata verso il foto – giornalismo. Ma non solo, le sue varie sfaccettature, porteranno Bresson a toccare vari generi fotografici. Prima della guerra, con la vicinanza al genere Surrealista, per diventare un militante documentarista durante la Seconda Guerra Mondiale e la Guerra Civile Spagnola, fino alla carriera di reporter negli anni 50′-60′. La Mostra: L’esposizione all’Ara Pacis propone 500 opere, tra cui foto, disegni, dipinti e documenti, che mettono in evidenza la carriera del fotografo, dagli albori fino al periodo della Guerra Fredda. L’ esposizione è realizzata dal Centre Pompidou di Parigi in collaborazione con la Fondazione Henri Cartier-Bresson, promossa da Roma Capitale Assessorato alla Cultura, Creatività e Promozione Artistica – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali e prodotta da Contrasto e Zètema Progetto Cultura. Info e Orari: Chiuso il Lunedì, Martedì-Mercoledì: 9.00-19.00, Giovedì-Domenica: 9.00-22.00. Dal giovedì alla domenica, per l’intera durata della mostra, prolungamento dell’orario di apertura, del solo spazio espositivo (Via di Ripetta), fino alle 22.00 (ultimo ingresso ore 21.00). Biglietto solo mostra “Henri Cartier Bresson” – Intero € 11,00 – Ridotto € 9,00 – Speciale Scuole € 4,00 ad alunno (ingresso gratuito ad un docente accompagnatore ogni 10 alunni) – Speciale Famiglie € 22,00 (2 adulti più figli al di sotto dei 18 anni)          ...

Leggi

Tirreno CT Roma da gustare

Tirreno CT Roma da gustare alla Fiera di Roma Il Cibo, l’ Ospitalità, gli Eventi 9/12 Novembre Alleanza perfetta, quella di Tirreno CT e Fiera di Roma che quest’anno, grazie a Paolo Caldana e Mauro Mannocchi, vede la prima edizione di Tirreno CT Roma da gustare. L’evento, che si svolgerà dal 9 al 12 Novembre alla Fiera di Roma, ha la finalità di promuovere la ristorazione, l’ospitalità ed il turismo del Centro-Sud d’Italia e del Mediterraneo. Durante la Mostra Convegno si terranno una serie di manifestazioni e concorsi che vedono protagonisti diversi settori turistici: alberghi, ristoranti, bar&pub, gelaterie, pizzerie, panifici e strutture balnearie. E’ stato possibile realizzare Tirreno CT Roma da gustare, grazie all’esperienza della Tirreno Trade, che da anni opera nel settore dell’ospitalità e della ristorazione. Il sogno, grazie alla passione per il cibo italiano, è quello di poter diventare un evento culturale e gastronomico a tutti gli effetti. Domenica 9 Novembre: 10.00 / 19.00 Lunedì 10 Novembre: 10.00 / 19.00 Martedì 11 Novembre: 10.00 / 19.00 Mercoledì 12 Novembre: 10.00 / 17.00 Potete consultare il calendario eventi direttamente qui sul nostro...

Leggi

BiciRoma ROAR

BiciRoma ROAR Roma – Ostia Andata e Ritorno 26 Ottobre 2014 La scorsa settimana ci siamo interessati del progetto GiroinGiro, che organizza per i cittadini romani e per tutti i turisti, tour in bicicletta nel centro di Roma e non solo. Anche questa settimana, ci occupiamo di mobilità sostenibile e vi segnaliamo la prima edizione della BiciRoma ROAR, che si terrà Domenica 26 Ottobre, con partenza da Piazzale Nervi all’Eur. L’ evento è organizzato da BiciRoma, un movimento autonomo che ad oggi conta 7000 ciclisti aderenti a questo progetto, con lo scopo di realizzare, tramite l’amministrazione comunale, le infrastrutture ed i servizi per i ciclisti. In cosa consiste la BiciRoma ROAR? La BiciRoma ROAR è una gara ed una ciclo-passeggiata organizzata per combattere la lotta all’inquinamento e sensibilizzare i cittadini a metodi di trasporto alternativi ed eco-sostenibili, come la bicicletta. Circa 800 persone, percorreranno la tratta Roma – Ostia, andata e ritorno. La manifestazione è organizzata sia per ciclisti agonisti che per appassionati amatoriali. I primi gareggeranno in una gara di 60 Km (Roma-Ostia, Ostia-Roma) mentre i partecipanti amatoriali seguiranno il percorso della ciclo-passeggiata di soli 30 Km (Roma-Ostia) e una volta raggiunto il Porto Turistico di Ostia, potranno prendere il treno della ferrovia Roma-Lido. Info Orari & Partenze BiciRoma ROAR: Alle ore 8.15 è previsto l’ appuntamento a Piazzale Nervi. Partenza stabilita per le ore 8.50, arrivo ad Ostia in mattinata con ristoro per le ore 12.00 e rientro a Roma con la ferrovia Roma-Lido. La partecipazione alla ciclo-passeggiata è totalmente libera, si chiede solo di  indossare un capo arancione. Pagando 10,00 euro è possibile ricevere uno zainetto, uno scalda-collo ed il ticket per il ristoro. Per iscriversi all’evento BiciRoma ROAR compilare il...

Leggi

Scopri Roma in bicicletta

Scopri Roma in bicicletta con Giro in Giro Dal 9 Settembre fino al 23 Dicembre, Giro in Giro organizza percorsi giornalieri in bicicletta nel centro di Roma. Un’idea carina per trascorrere qualche ora a contatto con la natura e per un tour di Roma in bicicletta! Come funziona: Per partecipare ad un mini tour di 3 ore, basta cliccare sul calendario del sito per l’itinerario preferito e prenotare subito a seconda della vostra scelta. I tour base partono secondo il calendario, quindi non per forza tutti i giorni! Una volta scelto l’itinerario basta farsi trovare nel luogo e nell’orario stabiliti nella scheda dettaglio. Per poter partecipare bisogna aver compiuto 14 anni d’età. Giro in Giro offre anche la possibilità di scegliere tour personalizzati, di uno o più giorni, sia alla scoperta di Roma in bicicletta che del resto d’Italia. Sul sito www.giroingiroinbicicletta.com puoi prendere spunto da alcuni esempi di tour già realizzati! Prezzo: Per partecipare ad un mini tour di 3 ore all’interno della città il prezzo è di 15,00 euro a persona, bicicletta e casco compresi! Le biciclette sono tutte prodotte da Lombardo Bikes, che realizza bici all’avanguardia e adatte per ogni esigenza: pieghevole, mtb o da strada. Itinerari: Gli itinerari organizzati da Giro in Giro, sono percorsi che ti permetteranno di immergerti nel verde di alcuni dei meravigliosi giardini di Roma, o tra i vicoli del centro storico. Potrete scegliere voi la data e l’ora di partenza. Appia Antica e Parco degli Acquedotti Quartiere Coppedé e Villa Torlonia Pedalata Concentrata Reliquie e Melting pot Villa Celimontana Ville e Giardini Giro in Giro offre naturalmente sconti fino al 25%, per i tour base, se si effettua una prenotazione per più persone o per un gruppo! Per i tuor di roma in bicicletta non è richiesta una preparazione atletica agonistica, ma la difficoltà e la lunghezza del percorso sono indicate nella scheda dettaglio dell’itinerario. Nel caso in cui la guida ciclo-turistica ritenga che la persona non abbia capacità motorie sufficiente, questa sarà invitata a non...

Leggi

Camminitaliani – Una staffetta da Assisi a Roma

Camminitaliani – Una staffetta da Assisi a Roma Cari Amici, Vi piace camminare e nello stesso tempo partecipare a un evento molto affascinante che valorizza l’Italia e Roma? Allora unitevi domattina alla Pro Loco Roma Capitale per fare l’ultimo tratto di “camminitaliani” organizzato con l’Unione Nazionale Pro Loco d’Italia, una staffetta di persone partite da Assisi per il percorso “da Francesco a Francesco”! Arriveremo a Piazza San Pietro e consegneremo simbolicamente una lettera a Papa Francesco. Entreremo a far parte come testimonial attivi di questa bella sfida e potremo dire un giorno “c’ero anch’io!” . L’evento è NATURALMENTE GRATUITO, ogni partecipante riceverà un sopra giacca personalizzato per l’occasione. Ci incamminiamo dalle 7 e 30 partendo da Piazza Sempione, per info sull’evento e su come affiancarci anche durante il percorso se vi perdete la partenza (in tutto sarà poco più di un oretta e mezza) potete telefonare alla Pro Loco di Roma tel 06 899 285 33. UNA STAFFETTA DA ASSISI A ROMA 4/15 OTTOBRE 2014 Nell’ambito del progetto “Camminitaliani.it” e delle “Settimane dei Cammini”, l’UNPLI sta organizzando una staffetta a piedi ed in bicicletta lungo il Cammino di San Francesco, da Assisi a Roma. La staffetta è volta all’inaugurazione e promozione del progetto, e si concluderà a Roma, con la consegna di un messaggio in favore della cultura e del turismo al Santo Padre. I circa 300 km del cammino saranno percorsi nei giorni dal 4 al 15 Ottobre 2014. L’arrivo a Roma è previsto per Mercoledì 15 Ottobre, giorno dell’Udienza...

Leggi

Festival Internazionale del Film di Roma – Ottobre 2014

Festival Internazionale del Film di Roma Auditorium Parco della Musica 16/25 Ottobre 2014 Date anticipate rispetto all’anno precedente, per la nona edizione del Festival Internazionale del Film di Roma, che si terrà come di consueto all’Auditorium Parco della Musica, sotto la direzione artistica di Marco Müller. La selezione ufficiale della nona edizione è suddivisa in quattro linee di programma: Cinema d’Oggi, che racchiude una serie di lungometraggi di giovani autori ed autori affermati con la proiezione di alcune prime mondiali; Gala, il festival stesso l’ha definita come una serie di pellicole “popolari ma originali”, di Gala fanno parte solamente lungometraggi in anteprima mondiale, internazionale o europea; la selezione Mondo Genere racchiude invece film appartenenti a diversi stili cinematografici, anche qui sono ammessi alla selezione lungometraggi in anteprima mondiale, internazionale o europea; per ultima Prospettive Italia si occupa invece di nuove linee di tendenza del cinema in merito al cinema italiano. Al termine di ogni lungometraggio, saranno gli spettatori stessi a poter esprimere il proprio giudizio sul film, il quale riceverà un premio in base alla categoria. Sezione a parte, si riconferma anche quest’anno Alice della Città, selezione di lungometraggi dedicata ai ragazzi. Accompagneranno le quattro selezioni di quest’anno, due tra i più importanti progetti esterni alla festa del cinema: The Business Street e New Cinema Network, entrambe dedicati al mercato cinematografico. Il NCN potrebbe essere definito come un mercato si, ma un “mercato dei progetti”. Quest’anno sostiene lo sviluppo finanziario 27 progetti di film di registi emergenti di tutto il mondo. I nuovi talenti potranno, in questo modo, entrare in contatto con i più importanti esponenti dell’industria cinematografica europea. Grazie a questa iniziativa, il Festival Internazionale del Film di Roma, sostiene i produttori cinematografici, affinché i loro progetti continuino a trasformarsi in film per dare un contributo originale e forte all’industria del cinema internazionale. Il Mercato Internazionale del Film, The Business Street (TBS) è invece il “quartier generale” dei professionisti dell’industria cinematografica, la sezione specificamente dedicata alla circolazione e alla compravendita di prodotti audiovisivi. Costituisce un passo avanti nel rapporto tra industria cinematografica e componenti del mondo economico, finanziario e produttivo. Una parte del Mercato Internazionale del Film si svolgerà nei locali del Festival, a partire dal 17 Ottobre fino al 21, ed il mercato di co-produzione dei progetti, New Cinema Network avrà luogo in sedi rinomate come la terrazza dell’ Hotel Bernini. Potete consultare il programma del Festival direttamente sul sito di RomaCinamaFest, e acquistare in biglietti anche...

Leggi

Taste of Roma

Food experience: Taste of Roma  Roma, Auditorium Parco della Musica 18 – 21 Settembre 2014. Location e date da ricordare per Taste of Roma, una full immersion nel cibo, con piatti preparati dai migliori chef italiani del momento. 12 per l’esattezza, alla guida di alcuni dei ristoranti migliori della capitale: Giulio Terrinoni, Riccardo di giacinto, Danilo Ciavattini, Andrea Fusco, Cristina Bowerman, Angelo Troiani, Anthony Genovese, Daniele Usai, Francesco Apreda, Heinz Beck, Fabio Ciervo e Roy Caceres. Taste of Roma vi aspetta con degustazioni, laboratori, incontri con i migliori esponenti di enogastronomia, dimostrazioni dal vivo di selezionati chef italiani e la possibilità di partecipare a corsi di cucina. Electrolux, partner ufficiale dell’evento, propone l’ Electrolux Chefs’ Secrets, corsi interattivi che ti permetteranno di cucinare e raccogliere suggerimenti e tecniche da alcuni degli chef più importanti in Italia. Partecipando ai corsi Electrolux scoprirete anche i più recenti metodi di cottura, studiati e presentati attraverso gli innovativi elettrodomestici.Un altra esperienza da non perdere, se amate curiosare dietro le quinte, sono i laboratori di Coquis – Ateneo Italiano della Cucina. Curiosare dietro le quinte perché i workshop di Coquis evocano un pochino il retrobottega degli artigiani. Quindi, chiunque di voi voglia “sporcarsi le mani” può accedere all’evento prenotandosi direttamente in loco e possedendo uno dei biglietti di ingresso della manifestazione. Taste of Roma, non è solo gastronomia. Porte aperte per il Wine Caveu, con appuntamenti dedicati per preziosi vini introvabili sul mercato. I biglietti per l’ingrasso al Festival sono acquistabili direttamente sul sito  www.lisclick.com o presso i punti...

Leggi

Internazionali d’Italia, la Roma che funziona

Internazionali d’Italia, la Roma che funziona Lo sport è un grande maestro di vita, si sa, in questo caso potrebbe essere un esempio concreto da seguire per la città, che ha bisogno di una scossa per svegliarsi dal torpore in cui è caduta negli ultimi 10 anni la capitale d’Italia ma quale evento è stato così virtuoso da poter essere imitato? Semplice gli Internazionali d’Italia. Internazionali d’Italia : un successo ? Fatturato totale : 23 milioni di € [ triplicato rispetto all’edizione 2012 ] Fatturato biglietti : 7,8 milioni di € Record di Presenze Giornaliero : 32026 spettatori I fatturati e le presenze del torneo sono impressionanti, ancora di più se si pensa che neanche 10 anni fa gli Internazionali erano sul punto di sparire, ma come è stato possibile ottenere risultati del genere? Sicuramente il primo passo è stato riuscire ad assicurarsi i tennisti migliori del circuito, quindi la qualità premia sempre, poi naturalmente l’unificazione della manifestazione maschile e quella femminile ha aumentato di molto l’appeal del torneo, completano il tutto i nuovi impianti ed il miglioramento dell’intrattenimento durante e dopo le gare e ultimo elemento ma non per questo meno importante il supporto del sistema tennis al torneo. Internazionali d’Italia : come applicare il successo alla città? La qualità premia sempre, questo è sicuramente il primo concetto che la città dovrebbe far suo, le eccellenze, il meglio attira sempre un tipo di pubblico con una disponibilità di redditto maggiore, miglioramento dei trasporti pubblici, qui il problema non è la linea C ma che ci vorrebbe anche una linea D, E, F, G ed una circolare, valorizzare la storia ma non guardare con snobbismo al pop. Internazionali d’Italia : PS E’ già possibile acquistare i biglietti per gli Internazionali BNL d’Italia 2015 : Acquista...

Leggi
Leggi

Infiorata IV Edizione

Per vedere tutti i Bozzetti preparatori: Bozzetti Infiorata 2014 Per vedere tutti i Tappeti Realizzati: Tappeti Infiorata 2014 L’Infiorata storica di Roma rinata grazie al grande lavoro della Pro Loco di Roma, è arrivata alla sua IV edizione, quest’anno ospiterà anche il V Congresso Internazionale delle Arti Effimera che trasformerà Via della Conciliazione in una grande tela pronta ad emozionare i Romani ed i Turisti. L’Infiorata si svolgerà il 28 e 29 giugno in Via della Conciliazione,oltre alle delegazioni italiane sono attesi contributi dal Giappone, dall’Argentina, dalla Spagna solo per citare alcune delle oltre 50 delegazioni che parteciperanno all’appuntamento più importante dell’anno per i migliori maestri Infioratori del mondo. Comunicato stampa ufficiale IV Edizione dell’Infiorata storica di Roma e V Congresso Internazionale delle arti effimere IV Edizione dell’Infiorata storica di Roma e V Congresso Internazionale delle arti effimere Infiorata: Via della Conciliazione e Piazza pio XII (28 giugno –  29 giugno) Congresso:  Pontificia Università Urbanina (26 giugno –  29 giugno)  In occasione della Festa dei SS. Pietro e Paolo, patroni di Roma,  la Pro Loco di Roma organizza la IV Edizione dell’Infiorata storica di Roma ed  in collaborazione con l’Associazione Nazionale Infiorate Artistiche “Infioritalia” e l’Associazione Nazionale “Città dell’Infiorata” il  V Congresso Internazionale delle arti effimere. “Dopo 400 anni dall’ultima infiorata – ricorda il Presidente della Pro Loco di Roma, Lucia Rosi –  nel 2011, abbiamo riportato nella capitale,  più precisamente proprio di fronte alla Basilica di San Pietro, una delle più antiche forme di celebrazione dei santi della cristianità. Infatti l’obiettivo della manifestazione è quello di restituire a Roma l’antica tradizione delle decorazioni floreali ove è nata nel  1625, reiterata sino alla fine del XVII secolo”. La Pro Loco organizza, in collaborazione con l’Associazione Nazionale Infiorate Artistiche “Infioritalia” e l’Associazione Nazionale “Città dell’Infiorata” , presso la Pontificia Università Urbaniana, dal 26 al 29 giugno, il V Congresso Internazionale delle arti effimere. La manifestazione sarà di portata internazionale con  50 delegazioni attese, 500 delegati al congresso e 1.500 maestri infioratori provenienti da tutto il mondo come Argentina, Messico, Giappone e Tibet. L’obiettivo del Congresso è quello di illustrare le diverse esperienze artistiche di tappeti di Arte Effimera, di difenderne la secolare tradizione e promuoverne peculiarità nel mondo. I Maestri Infioratori daranno il via ai lavori il 28 giugno, operando durante tutta la notte, per permettere alle figure di prendere forma completa al sorgere del sole ed offrire così ai fedeli ed ai turisti un ricordo indelebile e irripetibile di Roma e della sua fede. Saranno utilizzati circa 500mila fiori,  2 tonnellate di sale e 100 sacchi di trucioli di segatura per disegnare 50 quadri. All’alba del 29 giugno, lungo Via della Conciliazione ed in Piazza Pio...

Leggi

Rock In Roma

Rock In Roma Ne ha fatta di strada il festival Rock in Roma, arrivato ormai alla sua 6 edizione, è probabilmente l’appuntamento più importante dell’estate romana ma anche uno dei festival rock più importanti d’Europa con più di 200000 spettatori paganti ad edizione ed in crescita costante ogni anno e si tiene all’ippodromo delle Capannelle, che pur non essendo collegata con il centro è facilmente raggiungibile grazie ad un servizio navetta gestito dagli organizzatori. Com’è nato il Rock in Roma? Dalla passione di due privati, Sergio Giuliani e Maxmiliano Bucci, che per inseguire un sogno sono riusciti a creare un evento che sicuramente a cambiato gli equilibri nella distribuzione dei concerti in Italia, Milano che prima era regina ora ci invidia la capacità di attirare i grandi artisti internazionali, il successo del festival è così grande che preoccupa i suoi concorrenti anche nel nord Europa che continuano a perdere spettatori paganti al contrario del Rock in Roma, che può contare su una città come Roma come sfondo che fa da volano, ok la buona musica ma se prima e dopo il concerto posso visitare la città eterna di certo attrarrò un pubblico più vasto che potrà approfittare di questo strano connubio tra arte e musica. Il Rock in Roma a nostro avviso è uno degli esempi migliori in cui i privati creano un business che porta benefici a tutta la città e non solo alle loro finanze. Rock In Roma prossimi eventi 16 Luglio : The Lumineers + Passeger 19 Luglio : Paolo Nutini + The Rain Band 21 Luglio : Editors 22 Luglio : Caparezza 26 Luglio : Bastille + George Ezra 28 Luglio : Afterhours 2 Agosto : Franz Ferdinand + The Crids Per maggiori informazioni sul Rock in Roma e/o per prenotazioni biglietti visita il sito...

Leggi

Ciajkovskij all’Accademia Nazionale di Santa Cecilia

Ciajkovskij all’Accademia Nazionale di Santa Cecilia  “Suite Ciajkovskij. il favoloso mondo di Pëtr Il’ič tra fiabe e concerti”. In concerto all’Accademia Nazionale di Santa Cecilia – Auditorium Parco della Musica con tre capolavori del balletto classico “Lo Sciaccianoci”, “La Bella Addormentata” e “Il Lago dei Cigni” rispettivamente il 3 luglio, il 10 luglio e il 17 luglio il favoloso mondo di Pëtr Il’ič tra fiabe e concerti. Sotto le stelle e cullati dalla musica di uno dei più grandi compositori tardo romantici questo festival d’estate vi porterà lontano dal vostra caotica e stressante vita quotidiana regalando ad adulti e bambini uno spettacolo da sogno. Ciajkovskj che incosapevolmente rivoluzionò un genere con la sua portata immaginaria del mondo fiabesco in cui si può fare tutto cio che vogliamo in contrapposizione alla vita emotivamente complicata e ardua dell’autore, in cui la vita reale è meno piacevole rispetto ai ricordi infantili. Nei suoi balletti la musica non è solo di sfondo alle coreografie dei ballerini ma una valenza drammatica che rappresenta tutta la storia e che irrompe nelle abitudini della danza fin dell’epoca romantica. A Completare il programma ci sono due composizioni essenzialmente suscitate: Il “Primo Concerto per pianoforte” accattivante e ricco di melodie tratte dalla tradizione ucraina e Il “Concerto per violino”, un caposaldo del repertorio, che è stato composto durante un viaggio all’estero nel 1878 e dedicato al giovane violinista Josef Kotek. Giovedi 3 Luglio 2014 Sala Santa Cecilia ore 21 Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia Alexander Sladkovsky direttore Edoardo Zosi violino Ciajkovskij Marcia Slava Concerto per violino Lo Schiaccianoci: atto II Giovedi 10 Luglio 2014 Sala Santa Cecilia ore 21 Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia Alexander Sladkovsky direttore Giuseppe Andaloro pianoforte Ciajkovskij Capriccio italiano Concerto per pianoforte n. 1 La Bella Addormentata: suite dal balletto Giovedi 17 Luglio 2014 Sala Santa Cecilia ore 21 Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia Gaetano D’Espinosa direttore Ciajkovskij Il Lago dei Cigni: suite dal balletto Eugen Onegin: Polacca e Valzer Ouverture 1812 Biglietti: Carnet 3 concerti: da 36 a 84 Euro Platea: € 35 Galleria 1-4-5-7: €25 Galleria 2-3-6:  € 15 Galleria 8:  € 30 I biglietti possono essere acquistati anche presso: Botteghino Auditorium Parco della Musica Viale Pietro De Coubertin Infoline: tel. 068082058 Prevendita telefonica con carta di credito: dall’Italia tel. 892982, dall’estero +39 02 600 60 900 Call Center Zètema tel. 06.06.08...

Leggi

La Notte della Taranta

“La Notte della Taranta”. Un evento di Luglio Suona Bene 2014 “La Notte della Taranta”. Evento che il 27 Giugno aprirà la grande stagione di concerti all’aperto di “Luglio suona bene” all’Auditorium Parco della Musica, in cui verranno riproposti i frangenti più importanti dell’edizione 2013 del grande concerto del festival omonimo. Sarà Giovanni Sollima il maestro concertatore che è stato chiamato a effettuare una rilettura dei brani della tradizione salentina, musicista con formazione classica e studioso dei madrigali di Gesualdo da Venosa e il repertorio barocco, è autore e interperete di molta musica moderna, appassionato di Philip Glass e Steve Reich, collaboratore di Bob Wilson, Peter Greenaway, Carolyn Carlson e ha fondato l’orchestra dei cento violoncelli che nel recente Primo Maggio si è esibita in concerto. Con lui ci saranno molti artisti ospiti che si confronteranno con la tradizione salentina attraverso la loro musica e la loro danza. Ma ci saranno altresì alcune intrepretazioni soliste di diversi artisti salentini di vecchia data dell’Orchesta Popolare “La Notte della Taranta” che hanno ottenuto un dimensione artistica elevata e inpendente. Nel Grande concerto conclusivo del Festival vengono rivisitati, insieme al nuovo maestro concertatore, tutti i brani tradizionali con la collaborazione di artisti nazionali e internazionali conosciuti. L’Orchestra Popolare “La Notte della Taranta” ad oggi composta da 30 artisti di pizzica e musica popolare provenienti dal salento. Nata nel 2004 su un nucleo di artisti dei precedenti festival dal 1998 che era “L’Ensemble La Notte della Taranta” e dalle audizioni effettuate dai maestri durante gli anni è rinata quella attaulamente viene chiamata l’Orchestra “La Notte della Taranta”. Rappresenta al giorno d’oggi la memoria “sonora” e l’eblema più importante di un avvenimento tradizionale della pizzica renaissance e un modo per promuovere la tradizione culturale con l’intento di farle varcare i confini locali, portando musica, suoni e voci salentine in ambienti dove ancora non sono conusciuti. Info & Ticket: Auditorium Parco della Musica Venerdi 27 Giugno 2014 Cavea ore 21.00 Orchestra Popolare “La Notte della Taranta” diretta da Giovanni Sollima Biglietti: Parterre/Tribuna Centrale: € 30 Parterre Laterale/Tribuna Mediana: €25 Tribuna Laterale: € 15 Per prenotazioni: Cooperativa Sociale IL SOGNO a.r.l. Viale Regina Margherita, 192 Tel....

Leggi

Metaformismo al Chiostro del Bramante

Metaformismo. L’Arte Contemporanea nelle antiche dimore In mostra nei rinomati spazi espositivi del Chiostro del Bramante dal 20 Giugno del 2014 al 20 Luglio 2014. Prodotta da DART Chiostro del Bramante, è curata e ideata da Giulia Sillato, storico dell’arte di scuola longhiana. La Rassegna conta 60 opere d’arte pittori ca e plastica, con un catalogo edito dall’Editoriale Giorgio Mondadori. Il Metaformismo è un principio linguistico unitario, che è presente in tutte le espressioni artistiche del Novecento, e si basa su un sistema di analisi dell’arte contemporanea e sullo studio di numerose rassegne, ideate e curate da parte di Giulia Sillato in siti museali di prestigio culturale a partire dal 1994 ad oggi chiamato Metaforma. Sottointesa dell’arte antica, dal cui ambito viene anche l’autore, da cui hanno origine fenomeni artistici indicati con le parole astratto, minimale, informale, espressionista e tanti altri. Entrano quindi a far parte del Metaformismo tutte quelle forme di arte che si integrano e che affinano la comunicazione con le Avanguardie del Novecento adattandolo ai livelli concettuali e tecniche della nostra contemporaneità. L’intento è quello di presentare un nuovo orientamento critico per esprimere un miglior qualifica alla poliformia delle arte espressive odierne. L’antico e il moderno che sono insite  dell’uomo trovano una naturale evoluzione proprio attrave rso di esso che ne fa da tramite e il Metaformismo focalizza meglio questo procedimenti “trans-forma-tivi” del linguaggio perchè espone le molteplici e incatturabili metamorfosi della forma. Ne troviamo esempio negli artisti presenti alla mostra provenienti da tutta italia con le loro opere di forma classica che vengono trasposte in forme geometriche dell’artista Saverio Magno, in forme assottogliate e appiattire per Massimo Fumati, in forma di icona per Emilio Belotti, in forme composte, organizzate e disorganizzate per Marco Tulipani che poi generano nuove Forme di Colore come per Emanuel Franchin o Forme di Materia per Daniele Bruno e per Pier Domenico Magri o ancora Forme di Fantasia per Enzo Devastato, fino ad arrivare alle Forme di Concettualità di Martino Brivioe  Adriana Collovati. Non manca da questo quadro approfondito la scultura che con la sua tridimensionalità che generano evoluzioni genetiche “metaformali” più deduttivi come per l’artista Gennaro Braci. Sono tutte forme convertite in una specie di metamorfosi genetica e hanno l’esigenza di un esame critico globale, ma anche che si adegui agli orientamenti e alle scelte della sensibilità artistica dei nostri giorni. Info & Ticket: Chiostro del Bramante Presentazione mostra Giovedì 19 giugno 2014 ore 17.30. Interverranno Giulia Sillato e Carlo Motta. Ingresso Libero: Aperta tutti i giorni dalle 10.00 alle 18.00 Tel:  06...

Leggi

Hard Rock Live a Roma a Piazza del Popolo

Hard Rock Live Roma – 12 Luglio 2014 – Piazza del Popolo Hard Rock Live Roma è una manifestazione che si svolgerà a Roma il 12 luglio 2014 a Piazza del Popolo. Un festival musicale organizzato per la prima volta a Roma da Hard Rock International con la partnership di Roma Capitale ed il consenso del sindaco. La musica sarà la protagonista indiscussa dell’evento. Hard Rock Live a Roma sarà una giornata intensa, lunga sei ore di musica live durante le quali, su due palchi diversi, suoneranno dieci band per tutti gli appassionati di musica rock. Oltre agli artisti già consolidati nel panorama musicale internazionale, Hard Rock Live a Roma vuole essere un trampolino di lancio anche per gli artisti emergenti che in questa giornata acquisiranno visibilità dal grande pubblico. Tra gli artisti italiani, i protagonisti saranno i Negramaro che apriranno il concerto per ripetere il successo internazionale dell’anno scorso al Hard Rock Calling a Londra. In quell’occasione la band italiana si è fatta conoscere dai patiti di rock che si trovavano a Londra e Roma vuole offrirgli un posto d’onore. Sarà possibile ascoltare le canzoni di The Carnabys, la prima band europea Hard Rock Records, che l’anno scorso ha vinto l’Hard Rock Rising Global Battle of the Bands. Sarà una festa incredibile con un pubblico numerosissimo di romani e turisti che non mancheranno di partecipare a un’occasione del genere.  ...

Leggi

La Luna sul Colosseo – Estate romana 2014

La Luna sul Colosseo. Evento dell’estate romana 2014 La Luna sul Colosseo è un evento estivo che si svolgerà ogni Giovedì e Sabato dal 24 Aprile del 2014 all’ 1 Novembre 2014. Un’occasione imperdibile per vedere il famoso Anfiteatro Flavio in orario notturno, accompagnati da una guida che vi farà inoltrare fino ai sotterranei del Colosseo. La Luna sul Colosseo inizia con una visita dal piano dell’arena, parte centrale del monumento, per addentrarsi fin dentro ai sotterranei, alle cavità delle gallerie e alle arcate interne, il tutto accompagnati dal chiarore della luna. La guida vi racconterà come avvenivano i giochi dei gladiatori, le venationes, da chi era composto il pubblico che vi assisteva, la storia e l’architettura grazie alla quale il Colosseo è ancora oggi uno dei posti più visitati al mondo. La visita prosegue con il tour alla cavea del monumento e finisce al belvedere Valadier, dal quale è possibile ammirare il panorama sottostante dove si erge l’Arco di Costantino e sulle pendici del Palatino. Info: Il primo ingresso per le visite è alle 20.10 e l’ultimo alle 22.40. Il punto di incontro con la guida è al Cancello nord, detto anche il Cancello del Papa, sul lato in direzione del Colle Oppio. Il biglietto intero costa € 20.00 + €5.00 per i diritti di agenzia. Il biglietto ridotto costa €18.00 per i bambini dai 6 ai 12 anni + €3.00 per i diritti di agenzia. È obbligatoria la prenotazione. Per il mese di Giugno ormai sono disponibili solo le visite guidate il sabato sera, mentre per i successivi mesi è ancora possibile prenotarsi anche per il giovedì...

Leggi
Leggi

Festa della Repubblica Italiana 2 Giugno 2014

Festa della Repubblica Italiana 2 Giugno 2014 La Festa della Repubblica Italiana si festeggia ogni 2 Giugno e rappresenta il giorno in cui si l’Italia divenne uno Stato Repubblicano. In realtà, fino al 2000 la Festa della Repubblica venne ignorata, poi, grazie all’allora presidente Carlo Azeglio Ciampi, fu riportata festa nazionale. Le origini sono datate al Giugno del 1946, giorno in cui i cittadini italiani votarono in un referendum a favore di uno stato repubblicano e abrogarono il regime monarchico. Con queste votazioni l’Italia divenne uno Stato Repubblicano e i Savoia furono esiliati dal territorio nazionale fino al 2003. I festeggiamenti della Festa della Repubblica Italiana: Anche quest’anno ci sarà la parata militare in Via dei Fori Imperiali. La parata è una tradizione nata nel 1948 e confermata come celebrazione ufficiale nel 1950, in seguito a tutte le parate militari svolte per festeggiare l’ingresso dell’Italia nella NATO. La parata finisce con la deposizione della corona d’alloro al Milite Ignoto all’Altare della Patria di fronte alle cariche dello stato. Sono protagonisti tutte le Forze Armate, le Forze di Polizia della Repubblica e il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco e della Croce Rossa Italiana. Nel 2005 si unirono per ordine di Carlo Azeglio Ciampi, il Corpo di Polizia Municipale del Comune di Roma e la Protezione Civile. A chiudere la Festa della Repubblica ci sono le Frecce Tricolore che hanno già pronta la nuova formazione “a diamante” disegnato nel cielo. Di solito dopo la parata, i festeggiamenti per la Festa della Repubblica proseguono con l’apertura dei giardini del palazzo del Quirinale, dove si trova la Presidenza della Repubblica Italiana, luogo in cui sarà possibile ascoltare le musiche della banda dell’Esercito Italiano, dell’Aeronautica Militare Italiana, della Marina Militare Italiana, dell’Arma dei Carabinieri, della Guardia di Finanza, della Polizia di Stato, del Corpo Forestale dello Stato e del Corpo di Polizia...

Leggi

Festival dell’ Oriente, lasciati travolgere dalla magia

Festival dell’ Oriente, lasciati travolgere dalla magia Il Festival dell’ Oriente ritorna alla Fiera di Roma, dal 30 Maggio al 2 Giugno. In quattro giorni Cina, Giappone, Thailandia, Marocco, Filippine, Indonesia, Vietnam, Malesia, Mongolia, Tibet, Birmania, Nepal, Cambogia, Corea e tanti altri Stati Orientali, ti daranno la possibilità di avvicinarti a Paesi così lontani. Un concentrato di mostre fotografiche, stand e bazar, assaggi di gastronomia tipica, cerimonie tradizionali, spettacoli folkloristici, danze e concerti. Potrete sperimentare su voi stessi le terapie olistiche e le discipline bio-naturali come l’ayurvedica, i fiori di Bach, lo Yoga, la meditazione, il Theta Healing, i massaggi e tanto altro ancora. Chi è incuriosito dalle religioni e dalla spiritualità di questi Paesi, può approfittare del Festival dell’ Oriente per partecipare a workshop e convegni sul Buddismo, Taoismo, Scintoismo, Confucianesimo e in merito allo Zen (un insieme di scuole buddhiste giapponesi). Il confronto diretto è previsto grazie alla presenza di monaci tibetani e monaci Shaolin, i rappresentanti di Osho, maestro spirituale indiano di fama internazionale, il Maestro Ramacandra Das, sacerdote della tradizione Bhakti Vaisnava, una delle correnti devozionali dell’induismo, assieme agli Hare Krishna e rappresentanti di altre culture. Il Festival dell’ Oriente in collaborazione con “Il mondo che vorrei”, offre la possibilità di visitare una sezione dedicata alla natura, alla salute e al benessere. Un’area in cui sarà possibile riscoprire la natura in un’ottica green, un viaggio alla scoperta di sé, attraverso la presentazione di un nuovo stile di vita sostenibile e in conformità con le leggi della natura. È possibile trovare prodotti equo solidali o assistere a conferenze e workshop sulle energie rinnovabili, il turismo consapevole e le terapie alternative mirate al benessere fisico e mentale. Info&Costi: L’ingresso al Festival dell’ Oriente è di €10,00 (intero) e €8,00 (ridotto). I prezzi comprendono l’ingresso alla sezione ” Il Mondo che vorrei” . Orari:...

Leggi

Sette Pezzi di Carne al Teatro dei Conciatori

Sette Pezzi di Carne in scena al Teatro Dei Conciatori di Roma Dal 22 Aprile al 4 Maggio, Sette Pezzi di Carne di Riccardo Reim. Con Valentina Ardinzone, Letizia Barone Ricciardelli, Emanuela Cacciaguerra, Danilo Celli, Chiara Di Pietro, Federica Lamedica e Maria Santirocco. Musiche originali di Raffaele Nicolì. In Sette pezzi di carne Riccardo Reim torna a scandagliare (quasi totalmente al femminile) il tema del volto segreto della notte metropolitana: sette personaggi “border line” che, raccontandosi, testimoniano in filigrana, un brutale, gratuito omicidio il cui autore resterà probabilmente impunito. In questo bizzarro mosaico la storia emerge a strappi, a brandelli, a lampi dai vari racconti, costituendone il sottile, misterioso “filo rosso”: un filo continuamente spezzato e ripreso, come le vite dei sette protagonisti. Voci e confessioni (vere? false? distorte?) dal sottosuolo, dunque: un bestiario umano segreto e inconfessabile al di fuori di ogni morale, osservato anche con salutare distacco ironico lontanissimo da ogni “cronaca”; incubi e deliri di un’umanità “saturnina” che si agita in un groviglio di fantasie, ossessioni, indecifrabili rituali, paradossi e sdoppiamenti. Spettacolo claustrofobico e segreto, violento e grottesco, dopo il successo ottenuto nel 2012, Sette pezzi di carne, viene ora riproposto in una nuova edizione al Teatro dei Conciatori, sempre mantenendo la particolare disposizione della platea che annulla il più possibile la tradizionale distanza tra spettatore e spettacolo, ponendo il pubblico nel medesimo spazio degli attori, in una sorta di imbarazzante coinvolgimento.         Ingresso: Intero 18,00 € ridotto 13,00 € convenzioni 10,00 €+ tessera 2,00 € Ore 21:00 (Giovedì e Domenica ore 18:00) Info-line 06 45448982  – 06 45470031 Ufficio Stampa Compagnia Guido Gaito guido@gaito.it 329 0704981 Ufficio Stampa Teatro Dei Conciatori Maya Amenduni ufficiostampa@teatrodeiconciatori.it...

Leggi

Luoghi Comuni

  La mostra presenta una selezione di ottanta esemplari realizzati, tra la metà del Settecento e la metà dell’Ottocento, da artisti tedeschi che hanno soggiornato e operato nel nostro paese e intende proseguire il percorso iniziato nel 2012 e nel 2013 con due esposizioni dedicate ai vedutisti francesi e inglesi attivi a Roma. Presentazione alla stampa 8 aprile 2014 Informazioni Luogo Museo di Roma, Sale espositive, piano terra Orario da Martedì a Domenica ore 10.00-20.00. La biglietteria chiude un’ora prima. Giorni di chiusura Lunedì, 1 maggio Biglietto d’ingresso Intero € 10,00 Ridotto € 8,00 Per i cittadini residenti nel territorio di Roma Capitale (mediante esibizione di valido documento che attesti la residenza) Intero € 9,00 Ridotto € 7,00 Biglietto cumulativo Braschi + Barracco + mostra  Intero € 12,50 Ridotto € 10,50 Per i cittadini residenti nel territorio di Roma Capitale (mediante esibizione di valido documento che attesti la residenza) Intero € 11,50 Ridotto € 9,50 Gratuità e riduzioni  Prenotazioni Convenzioni Acquisto on line:    http://ticket.museiincomuneroma.it Con la prenotazione è possibile evitare la fila presentandosi direttamente alla cassa. Informazioni 060608 tutti i giorni dalle 9.00 alle...

Leggi

Forma e vita di una città medievale. Leopoli-Cencelle.

I risultati emersi dagli scavi condotti da anni sulla città di Leopoli-Cencelle, interessante esempio di fondazione urbana di età carolingia, vengono presentati al grande pubblico, significativamente, nell’anno in cui si celebra il 1200° anniversario dalla morte di Carlo Magno. La mostra ricostruisce le diverse fasi storiche della città di Cencelle in uno dei luoghi che meglio rappresenta la città di Roma e il suo sviluppo urbanistico: i Mercati di Traiano, complesso romano che conserva importanti segni della sua occupazione e delle sue trasformazioni nel tempo, ivi inclusa l’età medievale, attestata in particolare dalla potente struttura di Torre delle Milizie. L’articolazione del progetto ben si adatta alla disposizione degli spazi dei Mercati di Traiano e allo spirito e alle modalità del suo sistema di comunicazione dei contenuti culturali, rivolti alla ricostruzione reale e virtuale dei manufatti e della storia degli uomini che li hanno prodotti e fruiti. In particolare, risulteranno di grande suggestione l’ambientazione della chiesa del IX secolo nella Grande Aula e la successione a schiera dei caseggiati lungo il percorso interno, ove la ricca messe di dati d’archivio e dei ritrovamenti archeologici permetterà di far rivivere botteghe e attività artigianali. In significativa corrispondenza all’esposizione di Cencelle verrà valorizzato il Medioevo dei Mercati di Traiano. In conclusione la mostra permetterà di mettere a fuoco un periodo storico meno conosciuto, ma di non minore importanza rispetto all’epoca romana Il percorso espositivo offre la possibilità di leggere archeologicamente la nascita e lo sviluppo di un sito urbano, attraversotre diverse fasi: da centro di tradizione classica – sede vescovile al momento del suo impianto – a realtà comunale stabile, fino alla riconversione in azienda agricola, legata all’economia di indotto della produzione di allume, alla metà del XV secolo. Lungo le tre sezioni, il visitatore sarà accompagnato da guide d’eccezione: tra mito e verità riprodotta, saranno illustri protagonisti e ‘ritrovati’ commercianti dell’antica Leopoli/Cencelle a far strada attraverso l’esposizione di materiali, la ricostruzione di ambienti di vita e di attività artigianali, come le officine dei fabbri e dei vasai, la produzione delle campane, la macinazione dei cereali, i manufatti legati al...

Leggi

Il Planetario

Scarica la locandina...

Leggi

Art-O-Bama in Mostra a Spazio 5

“Art-O-Bama” in Mostra a Spazio 5 Sessanta opere del maestro Carlo Riccardi in mostra per dare il benvenuto al presidente Barack Obama in visita a Roma il 26  il 27 Marzo 2014. Sarà possibile visitare la mostra dal 26 marzo al 23 aprile a Spazio 5, via Crescenzio 99/d. L’ingresso è gratuito. La mostra riprende alcune delle più famose testate giornalistiche nazionali e internazionali, come il Corriere della Sera, il The New York Times, la Repubblica, La Stampa, il Sole 24 Ore,  Le Figaro, e altri importanti giornali, che espongono in prima pagina le foto del presidente in occasione sia della prima che della seconda elezione. Carlo Riccardi, pittore e fotografo, nasce nel 1926 a Olevano Romano. Inizia la sua carriera come ritoccatore in uno studio di foto-pittura, fino al 1940, anno in cui inizia una nuova vita professionale che lo porta a diventare il paparazzo più famoso degli anni ’50 in Italia. E’ il periodo dei primi anni della Repubblica, del boom economico, del neorealismo, delle grandi produzioni hollywoodiane. Carlo Riccardi inizia così con i suoi primi scatti, a immortalare tutti i personaggi famosi che sono passati per la città eterna. Diventa il paparazzo della “Dolce Vita”. Carlo Riccardi è conosciuto anche come “‘l’uomo dei sei Papi”, grazie ad alcuni dei suoi scatti che hanno immortalato Pio XII, Paolo VI, Giovanni XXIII, per poi passare a Papa Luciani, Giovanni Paolo II e, infine, Benedetto XVI. Le sue foto sono esposte in biblioteche e mostre e fanno il giro del mondo. Con la stessa dedizione e passione che lo contraddistingue nella fotografia, Carlo Riccardi si adopera anche nella pittura. Come pittore è diventato famoso per le sue tele a metraggio. La più famosa è la maxi tela di 800 metri dipinta nel 1978, dopo l’elezione di Papa Wojtyla. E’ una mostra composta da 25 quadri dedicati alla Polonia, esposti nell’aula Nervi in Vaticano. Il nome della mostra fu “Cattedrali a Cracovia, omaggio al Papa”, la mostra fu inaugurata dallo stesso pontefice Giovanni Paolo...

Leggi

Eventi Roma in occasione della Festa della Donna

Gli eventi nella Capitale in occasione della Festa della Donna  Festa della Donna, ricorrenza festeggiata ogni 8 Marzo da tutte le donne, per ricordare sia le loro conquiste sociali, politiche ed economiche, sia le discriminazioni e le violenze che hanno subito in ogni parte del mondo. Per chi ama la cultura, gli eventi e gli spettacoli musicali d’elite, vi proponiamo la serata “Musica Donna” organizzata dalla Scuola Popolare della Musica di Testaccio. La serata intende creare uno spazio dedicato alle donne, con tre concerti di musiche scritte da compositrici dell’800 e del 900. Una scelta basata su un percorso storico-critico, curata da Orietta  Caianiello, Francesca Pellegrini, Paolo Montin e dagli insegnanti del settore classico della Scuola. L’evento inizierà alle ore 20:30 con l’aperitivo, l’ingresso costa € 10,00, per i soci è € 8,00. Per le appassionate di musica africana, dalle 18:00 alle 22:00, presso il negozio “Agadez”, in via San Giovanni Laterano n.52, sarà possibile ascoltare le grandi voci delle Regine della musica Afro e ballare con le scelte musicali di Sekou Diabatè. Per chi ama il teatro, invece, verrà riproposto lo spettacolo “Chants et rythmes d’Orient dell’Esamble de la Paix” alle 21:00 al Teatro Altrevie, in zona Garbatella precisamente in via Caffaro 10. Lo spettacolo si concentra in un mix di musiche popolari che ci faranno viaggiare con la mente verso territori a noi sconosciuti. Se siete stufe delle solite cose, allora, perché non sfruttare un evento organizzato solo per donne all’Osservatorio Astronomico di Monte Porzio Catone? Il nome dell’evento è “Le donne preferiscono le stelle” che si terrà dalle ore 20:00 in poi. Si parlerà di Ipazia, matematica, astronoma e filosofa del 350 d.C., di Raffaella, astrofisica e ricercatrice contemporanea, di Enrica, giornalista scientifica e di Licia Troisi, scrittrice fantasy e astronoma. Si parlerà di come le donne, oggi, siano riuscite a trovare il loro spazio, a seguire un obiettivo e a diventare delle vere e proprie stelle. Nel corso della serata non solo si discuterà, ma si potrà gustare un ottimo aperitivo e approfittare dell’occasione per osservare il firmamento notturno con i telescopi. La prenotazione è obbligatoria e il costo del biglietto di ingresso è di € 12,00. L’aperitivo si svolgerà tutto all’interno e in caso di maltempo le osservazioni astronomiche verranno sostituite con una visita all’Astrolab per...

Leggi

Il Potere, il Collezionismo, lo Sfarzo: Palazzo Colonna

Il Potere, il Collezionismo, lo Sfarzo: Palazzo Colonna Visita Guidata Sabato 8 Febbraio Entrando a Palazzo Colonna si viene trasportati indietro nel tempo in una delle residenze meglio conservate di una delle famiglie aristocratiche più potenti della città di Roma. Il palazzo sorge sui resti di un antico tempio dedicato a Serapide, ed è stato per 23 generazioni la casa-fortezza dei Colonna.  La gloria della famiglia Colonna raggiunse il suo apice nel 1571, quando l’ammiraglio Marcantonio Colonna fermò l’avanzata dei Turchi nella battaglia di Lepanto. Sulla volta della magnifica Galleria si dispiegano gli affreschi che illustrano la battaglia navale e il trionfo del comandante della flotta cristiana. Tra i tanti capolavori conservati nella Galleria spiccano il dipinto del Bronzino “Venere, Amore e Satiro”, l’”Adamo ed Eva” di Francesco Salviati e il famoso “Mangiafagioli” di Annibale Carracci. Il Palazzo conserva, insieme alla quadreria, il mobilio e gli arredi originali del XVI e del XVII secolo. E’ come se i Colonna si fossero assentati da poco, lasciando le fotografie e gli oggetti privati sui tavoli e sulle poltrone. Info & Prezzi Appuntamento: Sabato 8 febbraio ore 10.00 all’ingresso della Galleria presso Via della Pilotta n°17 La visita ha una durata di circa due Ore Costo per la Guida: € 9,00 Soci di AMICI DEL TEVERE, € 12,00 non Soci Sono compresi i radio-auricolari, ove necessari per ragioni di intelligibilità legati al numero di partecipanti. Da sommare il costo del biglietto: € 10,00, già scontatoci per gruppi (vogliate eventualmente comunicarci l’esenzione totale, consultando le categorie sotto riportate) Modalità di pagamento (salvo le esenzioni, € 19,00 Soci di AMICI DEL TEVERE, € 22,00 non Soci): – alla visita dell’1-FEB, per i partecipanti alla stessa (preavvisandoci, in modo da compilare anticipatamente le ricevute) – presso la nostra sede in Roma a Via Marianna Dionigi n°17, contattandoci anticipatamente (normalmente siamo presenti LUN-MER-GIO in orario 9.00-12.00, ma è meglio telefonare prima) – via bonifico (per chi non le avesse già, forniremmo le coordinate bancarie). L’iscrizione all’Associazione non è obbligatoria, ma può essere effettuata col pagamento della visita, al costo di € 10,00 per l’anno solare 2014. BIGLIETTI DI INGRESSO GRATUITO: – bambini fino a 12 anni (accompagnati da adulto pagante) – Carabinieri, Polizia di Stato, Guardia di Finanza (con tesserino ufficiale) – ADSI – Associazione Dimore Storiche Italiane (con tesserino annuale) – guide turistiche (con patentino...

Leggi

Giorno della Memoria

Giorno della Memoria In “ricordo dello sterminio e delle persecuzioni del popolo ebraico e dei deportati militari e politici italiani nei campi nazisti” Iniziative negli spazi culturali romani   In occasione del 27 Gennaio – Giorno della Memoria, istituito nel 2000 dal Parlamento italiano in “ricordo dello sterminio e delle persecuzioni del popolo ebraico e dei deportati militari, civili e politici italiani nei campi nazisti” – l’Assessorato capitolino alla Cultura ha organizzato fino all’11 febbraio un calendario di appuntamenti di cinema, teatro, arte visiva, musica, danza, convegni, incontri, testimonianze e presentazioni di libri. Le iniziative – rivolte ad un pubblico di tutte le età, ma con particolare attenzione ai giovani e agli studenti – si svolgono in varie sedi: Sala Santa Rita, Casa della Memoria e della Storia, Museo di Roma in Trastevere, Biblioteche di Roma, Teatro di Corte di Villa Torlonia, Teatro Biblioteca Quarticciolo, Nuovo Cinema Aquila, l’Auditorium “Parco della Musica”, casa del Cinema, Casa delle Letterature e il Museo storico di Via Tasso. La Casa della Memoria e della Storia, organizza quest’anno appuntamenti per una settimana : consultate il programma. Tutte le iniziative in programma sono ad ingresso libero fino ad esaurimento posti...

Leggi

Un Evento per tutti i Gusti – Palazzo dei Congressi

“Un Evento per tutti i Gusti”  Al Palazzo dei Congressi il Primo Expo dei Sapori Mediterranei dal 24 al 26 Gennaio Con il Patrocinio della Presidenza dell’Assemblea capitolina è stato presentato, presso la Sala Pietro da Cortona, AMI Expo, il primo salone dedicato ai sapori mediterranei che si svolgerà al Palazzo dei Congressi il 24 – 25 – 26 gennaio. Il salone nasce con un duplice obiettivo: celebrare il piacere del cibo sano come patrimonio della nostra cultura e far conoscere i prodotti tipici dell’area mediterranea, con le loro filiere, ad un più vasto pubblico. Manipolando prodotti freschi di stagione si può produrre cibo di altissima qualità: per aziende, ristoratori e produttori esporre all’interno di AMI costituisce un’ottima occasione per presentarsi sia ad operatori selezionati del settore nazionale e internazionale sia a numerosi visitatori, potenziali acquirenti. Quattro saranno i percorsi tematici. Pane e olio (cuore della dieta mediterranea), pesce e pesca (risorsa economica e alimento fondamentale per una corretta alimentazione), sicurezza in tavola e amico cibo. In particolare, il tema della sicurezza in tavola affronterà il problema della contraffazione e fornirà informazione su tutti gli strumenti che il consumatore deve avere per acquistare tranquillamente il cibo, mentre il percorso “Amico cibo”, rivolto ai bambini dai 6 ai 14 anni, approfondirà il tema dell’educazione alimentare. Info: Orari: venerdì, sabato, domenica dalle 10:00 alle 22:30. Tariffe: Intero: € 12,00 – Ridotto: € 8,00 (ragazzi dai 7 ai 14 anni e over 65) Gratuito: bambini fino ai 6 anni, disabili con accompagnatore e militari in divisa. Per maggiori Informazioni potete visitare il sito dell’ AMI...

Leggi

Arti e Mestieri Expo 2013 – Fiera di Roma

Arti e Mestieri Expo Fiera di Roma 12/15 Dicembre 2013 La Fiera Arti e mestieri Expo per la valorizzazione dell’artigianato e delle attività manuali anche questo anno conferma il suo tradizionale appuntamento con i visitatori. La fiera punta ad ottenere la presenza sempre più vasta di visitatori grazie ad una vasta e attrezzata superficie espositiva dove saranno posti diversi stand. La fiera è finalizzata alla valorizzazione della tradizione dei migliori lavori di tanti maestri artigiani. Qui potremmo trovare : abbigliamento,accessori , arredamento, oggettistica, oreficeria, servizi per la persona , prodotti eno-gastronomici, biologici ,articoli per la cucina tutto di origine artigianale. Tra i vari settori merceologici ricordiamo inoltre la fotografia, stampa di settore, falegnameria e carpenteria , riparazioni elettriche e cure estetiche. La fiera Arti e mestieri Expo rappresenta anche un occasione per trovare idee regalo da mettere sotto l’ albero, proprio perché l’ evento si svolge in un periodo vicino alle festività natalizie. Arti e Mestieri Expo: Contatti e Info Tel. +39 06 65074523/521 Fax +39 06 65074474 info@artiemestieriexpo.it www.artiemestieriexpo.it L’ ingresso alla Fiera è gratuito. L’ orario di apertura parte dal giovedì ore 14.00 / 22.00 , il venerdì , sabato e domenica dalle ore 10.00 alle 22.00. Per gli espositori interessati a partecipare il prossimo anno dovranno ricordarsi che il bando di partecipazione va consegnato entro e non oltre l’11 Novembre. Arti e Mestieri Expo: Come arrivare Dal Grande Raccordo Anulare uscita 30 in direzione Fiumicino e poi seguire le indicazioni segnaletiche per Fiera Roma. I parcheggi hanno una disponibilità di 5000 posti auto. Dalle Stazioni Tuscolana,Tiburtina, Ostiense collegate alle linee A e B della Metropolitana prendere il Treno FR 1 direzione Fiumicino e scendere alla Fermata Fiera Roma. Tariffa 1 euro. Dall’ Aeroporto di Roma Fiumicino i collegamenti sono garantiti con la Fiera Roma dal treno FR 1 fermata Fiera di Roma, dal taxi e dagli autobus...

Leggi

Santa Lucia : la Svezia arriva nella capitale

Santa Lucia : la Svezia arriva nella Capitale In occasione della festa di Santa Lucia l’ambasciata Svedese organizza concerti a Roma con il coro di Nordiska Musikgymnasiet di Stoccolma.  L’ evento ha inizio l’ 11 Dicembre alle ore 17:00, presso il cortile dell’ Assessorato alla Cultura Creatività e Promozione Artistica di Roma Capitale a Piazza Campitelli 7. Con sfondo il Teatro Marcello dopo l’esibizione del coro avverrà la degustazione di prodotti tipici Svedesi come: il  glögg = una bibita calda speziata, pepparkakor = biscotti speziati con zenzero e cardamomo e  lussekatter= brioche allo zafferano. Alle 19.30  il corteo si sposterà da piazza di Pietra sino al Tempio di Adriano dove si intoneranno le canzoni natalizie Svedesi con il coro. Successivamente  l’ ambasciatore di Svezia in Italia Ruth Jacoby  riproporrà una degustazione di glögg e pepparkakor, servito al pubblico dallo staff. Questo evento ormai conosciuto dai romani in quanto siamo giunti al quarto anno consecutivo, è molto apprezzato da questi poiché rappresenta una delle tradizioni di un paese molto lontano  ma molto caratteristica. Il corteo di santa Lucia intona una decina di canti Svedesi( tra i quali ricordiamo Sankta Lucia ) in vesti bianche e a lume di candela. Santa Lucia: La celebrazione e le sue Origini La celebrazione di Santa Lucia in Svezia ha origini medievali. Era credenza popolare che nella notte dell’ 11 Dicembre si aggirassero tra il popolo spiriti maligni e streghe. Questi spaventati erano costretti a riunirsi per sentire maggiore protezione e a  fare la veglia al buio. Santa Lucia: Contatti Contatti: Ann-Louice Dahlgren, Addetto Culturale all’Ambasciata di Svezia,  potete visitare il sito dell’ Ambasciata Svedese www.swedenabroad.com/roma L’ evento è offerto dalla collaborazione tra Roma Capitale e...

Leggi

Fiera Nazionale della Piccola e Media Editoria

Fiera Nazionale della Piccola e Media Editoria Dal 5 all’ 8 Dicembre si terrà al Palazzo delle Esposizioni dell’ Eur Fiera Nazionale della Piccola e Media Editoria; si giunge così alla decima edizione. La fiera è organizzata da Ediser s.r.l. in collaborazione con i migliori professionisti italiani  del settore editoriale. Per tutti coloro che non hanno potuto partecipare alle edizioni precedenti questa è un ottima occasione :la fiera è finalizzata a far emergere la piccola e media editoria che spesso rimane sconosciuta ai più perché surclassata dalla grande editoria. La fiera rappresenta  un luogo di incontro per gli operatori professionali, dove poter discutere delle problematiche del settore e per individuare le strategie da sviluppare. Anche altri visitatori si troveranno benissimo e potranno conoscere e apprezzare la piccola editoria attraverso conferenze, presentazione di libri e molto altro.Le giornate sono ricche di eventi e il programma è molto corposo colmo di fantastiche iniziative che faranno sognare grandi e piccini , non resta che andarci! , sperando che questa iniziativa abbia un successo grande come quello dell’ anno 2012. Facendo una stima nella nona edizione hanno partecipato circa 51 mila visitatori tra i quali vi erano numerosi ragazzi under 18. Fiera Nazionale della Piccola e Media Editoria: Info La Fiera Nazionale della Piccola e Media Editoria seguirà il seguente orario: il 5 Dicembre dalle ore 10 alle ore 20 , il 6 e il 7 Dicembre dalle ore 10 alle 21 e l’ 8 dicembre dalle ore 10 alle 20. Per quanto riguarda il prezzo del biglietto : il biglietto intero ha un costo di 8 Euro, il biglietto ridotto ( valido per i possessori di biglietto obliterato in giornata o carta metrobus, possessori di carta giovani o bibliocard) 4 Euro, gratuito per ragazzi fino a 14 anni , studenti universitari giovedì 5 e venerdì 6 ,visitatori professionali e classi accompagnate da insegnanti. E’ inoltre possibile acquistare il biglietto online. Per tutti coloro che volessero partecipare con un proprio stand devono compilare il modulo di partecipazione scaricabile dal sito ufficiale della fiera, per info tel 06.976.05.628, Fiera nazionale della piccola e media editoria: Come Arrivare In auto : uscita n°26 Roma Eur del G.R.A.in direzione centro città, proseguire fino a Piazza G.Marconi (obelisco), al primo semaforo a destra (Viale della Civiltà del Lavoro) proseguire per 200 mt. Dalla stazione Termini: Metro B, direzione Laurentina, fermata EUR Fermi. Dalla fermata , 5 minuti a piedi seguendo viale  Shakespeare. Per ulteriori spiegazioni visitate il...

Leggi

Lezioni di Storia – Auditorium Parco della Musica

“Lezioni di Storia” Auditorium Parco della Musica “Un’ Europa senza storia sarebbe orfana e miserabile. Perché l’oggi discende dallo ieri e il domani è frutto del passato. Un passato che non deve paralizzare il presente, ma aiutarlo a essere diverso nella fedeltà e nuovo nel progresso». Sono parole di Jacques Le Goff, il più grande storico europeo. Sono state scelte in rappresentanza della rassegna “Lezioni di Storia”, per il tema di quest’ anno “L’invenzione dell’ Europa”. La rassegna a cura di Fondazione Musica per Roma ed Editori Laterza, prevede l’ appuntamento di domenica per lezioni che si terranno fino all’ 11 Maggio 2014. Il tutto si svolgerà nella splendida cornice dell’ Auditorium Parco della Musica, presso la Sala Sinopoli . Ad introdurre ogni lezione sarà Paolo Di Paolo, noto scrittore italiano. Lezioni di Storia : Info Il biglietto singolo per una lezione è pari al costo di 9.00 euro. L’ Auditorium permette anche la possibilità di un abbonamento per l’ intera Rassegna per un costo di 65.00 euro Tutte le lezioni avranno inizio alle 11:00 della mattina. Per maggiori info consultare il sito dell’...

Leggi

Festa d’Autunno sulle rive del laghetto dell’ Eur

Festa d’ Autunno La Festa d’ autunno è un evento a cui nessuno può mancare , si svolge presso le rive del laghetto dell’ Eur dal 23 Novembre al 24 Novembre, in questa occasione si potranno visitare gli stand di antiquariato, di enogastronomia, di oggettistica e vi saranno tante attività extra come animazione per bambini e musica dal vivo. Per quanto riguarda l’ enogastronomia  vi sarà uno spazio dedicato alle birre artigianali, sia nazionali che estere, uno spazio dedicato al liquore e al vino novello, molti stand con prodotti dolciari , ma soprattutto vi sarà un angolo dedicato interamente al cioccolato dove si potranno ammirare , ma soprattutto gustare vere e proprie costruzioni di cioccolato. Non finisce qui , in questa festa vi sono aree workshop in cui adulti e bambini potranno dilettarsi nel preparare confetture o oggetti artigianali. Per poter fare ciò basta seguire un corso delle durata di 1 ora direttamente in loco e completamente gratuito.  Le aree workshop ospitano diversi corsi tra i quali ricordiamo:         I regali del bosco, dove si da la possibilità di imparare a identificare i funghi velenosi, cucinarli e conservarli. La conserva perfetta, dove si può carpire come preparare una conserva e i prodotti sotto olio. Divino, in cui ci si può improvvisare sommelier, perciò si impara a scegliere un buon vino da abbinare ad un piatto, ma soprattutto si può degustare. Alla  festa è inoltre possibile per i bambini seguire un corso dove potranno apprendere le principali tecniche di addestramento dei rapaci diurni . In programma  vi sono poi altre divertenti attività : vi è uno spettacolo dei writers, un laboratorio sulla pittura e il disegno, una piccola area in cui i più piccoli potranno preparare e personalizzare i propri dolci ed infine è prevista un area in cui esperti e animatori intratterranno i più piccoli dipingendo sui loro volti maschere coloratissime. Festa d’ Autunno: Programma Sabato 23 Novembre 2013 Ore 10:00 Apertura degli stand Ore 10:30 Apertura area kids Ore 11:00 Spettacolo writers Ore 11:30 Spettacolo “Rapaci diurni” Ore 12: 00 Apertura stand di prodotti enogastronomici Ore 15:30/ 18:30 Truccabimbi e laboratorio disegno e pittura Ore 16:00 Workshop adulti “I regali del bosco” Ore 16:00/17:00 Spettacolo Mago con PABLO! Ore 17:00/ 21:00 Dammer 5 / Motivi Vari in concerto Ore 18:00 Workshop “Divino” e distribuzione di prodotti enogastronomici Ore 21:00 Chiusura stand. Domenica 24 Novembre 2013 Ore 10:00 Apertura degli stand Ore 10:30 Apertura area kids Ore 11:00 Spettacolo writers Ore 11:30 Workshop adulti “la conserva perfetta” (1 ciclo) Ore 12: 00 Apertura stand di prodotti enogastronomici Ore 15:30/ 18:30 Truccabimbi e “La casetta di pan di...

Leggi

Big Bambù – Macro Testaccio

Big Bambù  Siamo arrivati un po’ in ritardo, lo sappiamo, ma c’è ancora tempo per visitare l’ istallazione dei gemelli Mike e Doug Starn al Macro di Testaccio : Big Bambù. Big Bambù è un opera costruita interamente con migliaia di aste di bambù, intrecciate tra di loro, in modo tale da formare una struttura alta circa 25 metri. Al Macro é stata istallata lo scorso 11 Dicembre 2012 per la sesta edizione di Enel Contemporanea e per celebrare i  50 anni dell’ azienda. Lo scopo specifico?  Riflettere sull’ energia data attraverso l’ Arte. “Percorribile “ dai visitatori, ma con un abbigliamento comodo ci sottolineano dl Macro, scarpe basse e suola di Gomma!! La prima istallazione dal nome “Big Bambú: You Can’t, You Don’t, and You Won’t Stop” è stata realizzata sempre a opera dei gemelli Starn,  a Beacon, New York nel 2010.  Ed esposta nello stesso anno al  Metropolitan Museum of Art Roof Garden esattamente sopra il tetto del Museo. Girovagando su Internet scopriamo che Big Bambù è costruito su diversi tipi di bambù, soprattutto un tipo giapponese chiamato madake, e anche sottile meyeri bambù e fitta di bambù Moso. Tutto il bambù è stato coltivato in Georgia e South Carolina. Se volete visitare l’ istallazione al Macro l’ Ingresso è gratuito e prevede il seguente orario : 16.00 / 21.30 tutti i giorni, escludo il Lunedì. Per maggiori info consultare il sito del Macro. Per usufruire di una riduzione sui biglietti d’ingresso, per ulteriori mostre potete utilizzare la nostra Card, scoprite come sul nostro sito alla pagina...

Leggi

Weekend Halloween Roma

Ai fedeli appassionati della festa dell “Horror” proponiamo tre eventi divertenti per un weekend da Brivido! Halloween party alla Fiera di Roma. 31 Ottobre / 2 Novembre. Dai set cinematografici a La notte delle streghe. La Nuova Fiera di Roma dedica per questo weekend tre emozionanti giornate all’insegna del “brivido” in occasione della festa di Halloween. Tre serate artistiche a tema dove l’allestimento, curato nei minimi dettagli nel classico stile Halloween Party, sarà caratterizzato dalle scenografie provenienti direttamente dal cinema Horror: Mummie, Vampiri, Casa degli Spiriti, Cimitero, Zombiees che proietteranno i visitatori in un’atmosfera tra emozione, thriller e divertimento. Per info e Biglietti consultare il sito della Fiera di Roma www.fieraroma.it Halloween Dracula Party. 31 Ottobre 2013. Cena a tema Horror allo Sporting Club Parco de Medici. Terza edizione dell’ Evento. Come ogni anno il divertimento unito all’ottima cucina non mancherà per allietare al meglio gli ospiti che ci verranno a trovare. Lo Sporting Club Parco De Medici si trova nel comprensorio Parco de’ Medici, tra via della Magliana e l’autostrada Roma-Fiumicino a soli 4 km dall’Eur, molto vicino al famoso cinema The Space. La struttura si presenta molto elegante con 2 grandi sale ed un ampia area esterna dove possiamo trovare la bellissima piscina centrale dalla forma asimmetrica contornata da prato all’inglese e valorizzata da giochi di luce interni. Se volete partecipare siete ancora in Tempo! Consultate il Sito www.halloweenroma.net De’…Rocky Horror Picture Show. 31 ottobre 2013 al Teatro Brancaccio. Per la serata di Halloween il Teatro Brancaccio ci regala il concerto con le musiche del Rocky Horror Pictures Show. Organizzato dall’ Associazione “Nido del Cucolo” con Paolo Ruffini e un cast di 5 musicisti e 9 cantanti/attori. Un’esplosione di energia e trasgressione capace di sconvolgere e trascinare chi lo ascolta, con le musiche eseguite interamente dal vivo. Lo svolgimento della trama è affidato ad un “particolare” narratore, un emblematico personaggio che mostra agli spettatori il susseguirsi della storia, rimanendo sempre sul palco a metà tra spiegazione ed interazione con gli altri personaggi: Paolo Ruffini. Sarà lui infatti a interpretare questo ruolo sui generis, recitando anche divertentissimi monologhi e siamo sicuri che da buon livornesaccio si lascerà scappare qualche “Dè”… Dè Rocky Horror Show nasce come tributo al celebre musical per poi diventare un qualcosa di indescrivibile. Biglietti e...

Leggi

Festival Internazionale del Film di Roma

Festival Internazionale del Film di Roma Auditorium Parco della Musica 8/17 Novembre 2013 “Un progetto unico e irripetibile, ma soprattutto innovatore e potenziale, che costituisce un vantaggio per il territorio, producendone diversi effetti, come la valorizzazione economica, riconoscibilità e visibilità sui media, la rivalutazione e la trasformazione territoriale, il confronto tra culture e la promozione e il rilancio turistico.” Festival Internazionale del Film di Roma. Per gli appassionati di Cinema e non solo,  si svolgerà anche quest’ anno, fedelissimo all’Auditorium Parco della Musica, il Festival Internazionale del Film di Roma. Alla sua ottava edizione il Festival è diventato ormai un appuntamento importante per la capitale. Un evento ricco, con un ampia offerta di contenuti non solo cinematografici, una festa generosa di film e di ospiti. Un concorso competitivo che viene affiancato da una serie di eventi artistici, di partecipazione di intrattenimenti aperti a tutto il pubblico. Il programma artistico di questa ottava edizione del Festival si articola con la selezione di opere in “Concorso“, proiezioni inedite firmate da autori provenienti da tutto il mondo, un “Fuori Concorso” che ospiterà le proiezioni di gala del 2013, la sezione “CinamaXXI“, dedicata alle nuove correnti del cinema mondiale, e il concorso “Prospettive Doc Italia” che fa il punto sulle nuove linee di tendenza del cinema documentario italiano. Ci sarà quest’ anno come gli anni passati la sezione “Alice nella città“, una sezione a parte del festival dedicata al cinema per ragazzi. Per consultare il programma, acquistare biglietti e altre informazioni consultate il sito del Festival. Festival Internazionale del Film di Roma. Un punto fermo nel territorio Locale e Internazionale : le origini. La Cultura gioca, oggi,  un ruolo importante attraverso processi di intersettorialità, che combinano diverse risorse, come tradizioni locali, patrimonio artistico e architettonico, culture giovanili, minoranze etniche, le quali permettono di formulare strategie politiche per lo sviluppo e la creazione artistica di un territorio. Nel caso della città di Roma , possiamo affermare che negli ultimi vent’anni, politiche di sviluppo territoriale, hanno puntato a strategie che assegnano un ruolo importante all’ investimento Culturale, da parte degli Enti territoriali. E’ sulla base di queste scelte politiche , riguardanti l’investimento Culturale, che nasce a Roma nel 2006, un progetto ideato dal sindaco Walter Veltroni, con la finalità di dare alla capitale un’ esperienza di cultura: “Cinema. Festa Internazionale del Film di Roma.”  L’idea viene sviluppata direttamente dalle istituzioni con l’ intento di restituire alla capitale la centralità di Città del cinema, sia per tutte le volte in cui Roma è stata luogo di set più celebrati e riconosciuti al mondo sia perché è sede di quasi tutta la filiera produttiva e distributiva nazionale.11 Il progetto è in perfetto allineamento con le iniziative strategiche di un territorio, di puntare, come abbiamo detto, sulla cultura, sull’...

Leggi

Rione Monti, un angolo vintage della capitale

Rione Monti, un angolo vintage della capitale Rione Monti è oggi, ma forse anche da sempre, uno dei quartieri più caratteristici della Capitale. A pochi passi dal Colosseo e da via dei Fori Imperiali venne chiamato così perché alle sue origini comprendeva il colle Esquilino, il Viminale, e parte dei colli Celio e Quirinale. Il Rione è caratteristico per i suoi laboratori artigianali, gallerie e locali, dove potrete fermarvi per un aperitivo o una degustazione di vino, ed anche per i suoi ristoranti in cui troverete sicuramente piatti tipici romani. Una delle cose che ad oggi lo rende così particolare come quartiere, è la presenza di numerosi negozi e mercatini Vintage. Piccole Botteghe in cui troverete pezzi unici ed originali che hanno fatto la storia della moda, ad un prezzo moderato! Borse, scarpe, occhiali e musica anni 80! Nel momento in cui entrate, sarà un salto nel passato. Rione Monti – Ottobrata Monticiana L’ Ottobrata Monticiana è una storica ricorrenza popolare romana all’ insegna della musica, dell’ arte, della letteratura e di degustazioni enogastronomiche. 3 Giorni di spettacoli teatrali, live music, sia nei locali che in piazza, letture di poesie, visite guidate, sfilate di moda in qualche negozietto Vintage caratteristico del quartiere, mercatini e chi più ne ha più ne metta! Quest’ anno alla sua XXVII° edizione l’ Ottobrata Monticiana si svolgerà da Venerdì 11 Ottobre a Domenica 13 con gli Autorevoli Patrocini del Comune di Roma e della Regione Lazio. La festa inizierà nel pomeriggio di Venerdi 11, circa alle 18 :00 per tenervi aggiornati sui singoli eventi potete consultare la pagina Facebook dell’ Evento: https://www.facebook.com/events/314989708643822/      ...

Leggi

Marcel Duchamp – Gnam Roma

Marcel Duchamp – Gnam Roma 8 Ottobre | 9 Febbraio In occasione del centenario del primo ready-made di Marcel Duchamp, la Galleria d’ Arte Moderna di Roma dedica all’ artista una Mostra dal 8 Ottobre al 9 Febbraio, in cui ripercorriamo  l’esperienza italiana dell’ artista nei primi anni Sessanta, attraverso le opere donate al museo dal gallerista Arturo Schwarz. Di origini francesi, Marcel Duchamp,  è uno dei più grandi artisti del ‘900. Definito come un esponente del Dadaismo, Duchamp in realtà ha attraversato con le sue opere diverse correnti per tutto il suo periodo artistico. Dall’ influenza impressionista dei suoi primi quadri, ad elementi tipici dell’avanguardia cubista e futurista come nell’ opera del 1911 “Jeune Homme Triste dans un Train”. Anche se considerate correnti antagoniste una con l’altra, risultano entrambi presenti  e sembrano convivere pacificamente. A Duchamp non interessava né il dinamismo esaltato dai futuristi, né la staticità teorizzata dai cubisti, ma il rapporto tra essi;  ovvero tra mezzo statico e mezzo dinamico. Lo scopo principale che voleva raggiungere era una rappresentazione statica del movimento, una composizione capace di indicare le varie posizioni che assume una forma in movimento durante diversi momenti. L’ invenzione del Ready – made nel 1913, con l’ opera Roue de Bicyclette,  rivoluzionò completamente il concetto di opera d’ arte, collocando Duchamp come esponente dell’ Arte Concettuale. Ciò che determina il valore estetico non è più un procedimento tecnico, un lavoro, ma la scelta dell’artista. Un atto mentale, una diversa attitudine nei confronti della realtà. Il Ready – made, che tradotto letteralmente vuol dire Già Pronto,  è il termine che viene scelto per descrivere un opera d’arte rappresentata da oggetti che appartengo o che sono utilizzati nella vita quotidiana. Tolti dal loro contesto abituale e accoppiati in modo tale da contribuire a trasportare l’oggetto in un altro mondo. Secondo Duchamp hanno quasi sempre un riferimento autobiografico ma è l’elemento umoristico il pezzo forte. Il risultato di un ready made è qualcosa che colpisce gli occhi, afferra la mente crea curiosità, trasmette il mistero. Roue de Bicyclette era infatti, una ruota di bicicletta montata su uno sgabello semplice da cucina. Duchamp la sistemò nel suo studio, facendola girare di tanto in tanto, semplicemente per osservarla. Lui stesso sosteneva “Mi piace guardala, come mi piace come mi piace guardare le fiamme che danzano in un focolare”. La ruota che girava intorno trasmetteva una sensazione tranquillizzante, confortante, una possibilità di procedere oltre la materialità. E’ un opera nata prima dell’idea, prima dell’intenzione di fare un’opera d’arte. Un’ altro  ready-made che ha reso famoso l’ artista è  Fountain 1917. Esposto nello stesso anno alla “Society of Indipendent Artists” di New York, dove chiunque pagava poteva esporre le sue opere. Per una specie di provocazione nei...

Leggi

Visioni Fuori Raccordo Film Festival

Visioni Fuori Raccordo Film Festival Si è aperta ieri, giovedì 3 Ottobre, la sesta edizione del “Visioni Fuori Raccordo Film Festival” al Nuovo Cinema Aquila di Roma, in programmazione fino al 6 di ottobre. Il festival è dedicato ai Documentari, prodotti a basso costo, che raccontano la realtà delle periferie del Paese. Diretto da Luca Ricciardi con il coordinamento artistico di Giacomo Ravesi, la manifestazione cinematografica è stata realizzata con il contributo della Regione Lazio e dell’Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico. A contribuire alla realizzazione del Visioni Fuori Raccordo Film Festival è stato anche l’ Assessorato allo Sviluppo delle Periferie, delle Infrastrutture e della Manutenzione Urbana di Roma Capitale. Come ha dichiarato lo stesso assessore Paolo Masini ” La Periferia è un’ opportunità di crescita senza precedenti, che stiamo cercando di valorizzare, riserva patrimoni umani, culturali e sociali enormi e spesso sconosciuti…” 13 Documentari selezionati in Concorso, e tantissimi protagonisti per questa edizione del Festival. Una rassegna dedicata al Cinema e alla scuole A scuola di documentario. Periferie tra cinema e didattica, ha aperto la manifestazione, con il documentario Sotto l’ argine Daniele Vicari. Regista e direttore artistico della Scuola di Cinema “Gian Maria Volonté”, ci ha voluto raccontare storie di sopravvivenza nel quartiere Magliana di Roma. Evento speciale il documentario di Costanza Quatriglio Con il fiato sospeso presentato insieme alla giornalista Laura Delli Colli, prodotto in associazione con l’ Istituto Luce Cinecittà. In programmazione anche il FOCUS ON : I viaggi della mente, dedicato a Paolo Pisanelli, che presenterà direttamente le opere....

Leggi

FiabaDay 2013 – XI Giornata Nazionale

La Pro Loco di Roma era presente ieri, mercoledì 2 Ottobre, durante la presentazione del FIABADAY – XI Giornata Nazionale per l’ abbattimento delle barriere architettoniche, tenutasi presso la sala Stampa di Palazzo Chigi. Sono intervenuti all’ incontro il Capo Dipartimento dell’ Amministrazione Penitenziaria Pres. Giovanni Tamburrino, il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri Sabrina de Camillis, Anna Maria Cancellieri in rappresentanza del Ministro della Giustizia, l’ On. Domenico Rossi, l’ On. Laura Coccia, la Sen. Anna Bonfrisco, il Sen. Antonio de Poli e il Cons. Roberto Garofoli in rappresentanza del Segretario Generale della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Fiaba è una Onlus che da 13 anni si impegna per promuovere l’ eliminazione di tutte le barriere fisiche, culturali e psicologiche nella  diffusione della cultura delle pari opportunità  a tutela delle persone con disabilità. La giornata del FIABADAY istituita nel 2003 con direttiva del Consiglio dei Ministri nasce per informare e coinvolgere le Istituzioni Pubbliche nella realizzazione di un ambiente accessibile e fruibile per tutti e per sensibilizzare l’opinione pubblica verso un’ idea di Total Quality. L’ Undicesima edizione dell’ iniziativa ha preso il via il 26 Settembre con un concerto organizzato dall’ UmbriaMusicFest International presso la basilica di Sant’ Andrea della Valle e la Giornata Nazionale che si svolge ogni anno la prima domenica del mese di ottobre quest’ anno avrà luogo il 6 Ottobre dalle 9.00 alle 19.00 in Piazza Colonna a Roma. Lo slogan della manifestazione “Muovere il Cambiamento” scelto per far si che, come ha sostenuto lo stesso Presidente di FIABA Giuseppe Trieste : “la parola PERSONA entrerà nell’ uso quotidiano, eliminando quelle discriminatorie di diversamente abile e handicappato”. Caratteristica dell’ evento sarà il Palco istallato davanti alla sede del Governo, dove si terranno molteplici dibattiti con rappresentanti di Enti pubblici e una serie di Spettacoli. Inoltre, per l’ occasione,  Palazzo Chigi aprirà anche le porte per visite guidate nelle sale...

Leggi

Archimede – Arte e Scienza dell’Invenzione

Apertura stagionale: Aperto dal 31/05/2013 al 12/01/2014   Parcheggio auto: No Accessibilità disabili: Si Convenzionato Unplicard: Si Costo: A partire da 13,00 € Mezzi pubblici: Autobus Urbano – Taxi – Metropolitana Visualizzazione ingrandita della mappa     Piazza del Campidoglio, 1 Roma (RM) Telefono 060608 info.museicapitolini@comune.roma.it http://www.museicapitolini.org   Archimede – Arte e Scienza dell’Invenzione Musei Capitolini 31/05/2013 al 12/01/2014 La mostra si articola in due filoni principali: il primo ci fa capire la portata del contributo che ha dato Archimede alla crescita delle scienze in età ellenistica. Qui, i visitatori potranno – attraverso la riproposizione filologica delle macchine che la tradizione attribuisce ad Archimede – ammirare modelli funzionanti di congegni e dispositivi, applicazioni multimediali e filmati in 3D che ne visualizzano il funzionamento, consentendo quasi un vero e proprio viaggio nel tempo e nello spazio. I trattati di Archimede sono invece il cuore del secondo filone della mostra. Questi codici manoscritti – acquisiti tramite riproduzioni di altissima qualità – contengono le opere dello scienziato siracusano e racconteranno gli aspetti più significativi della fortuna di Archimede e del suo mito fino alla riscoperta dei suoi testi da parte degli umanisti del XV secolo e all’uso vantaggioso che ne fecero i protagonisti della Rivoluzione Scientifica. La mostra si articolerà poi in otto sezioni: Siracusa, la città di Archimede Siracusa e il Mediterraneo Archimede e Roma Archimede e l’Islam La riscoperta di Archimede in Occidente Leonardo e Archimede Galileo e Archimede La geometria e Archimede In mostra anche numerosi reperti originali dal Museo Archeologico Regionale “Paolo Orsi” di Siracusa che illustreranno la vita nella Siracusa del III secolo a.C. E ancora, statue, dipinti, mosaici, disegni e strumenti scientifici originali provenienti principalmente dai Musei Capitolini, dal Museo Archeologico di Napoli, dall’Antiquarium di Pompei e dai musei statali berlinesi. nell’ultima sezione dell’esposizione, sono presentati stazioni sperimentali, modelli ed exhibits che coinvolgeranno attivamente i visitatori di tutte le età, per rendere comprensibili i principi archimedei, inoltre attraverso i laboratori sarà possibile sperimentare alcune delle più significative esperienze archimedee e di effettuare operazioni di calcolo secondo le conoscenze degli...

Leggi

Capolavori dell’archeologia

Apertura stagionale: Aperto dal 31/05/2013 al 12/01/2014   Parcheggio auto: No Accessibilità disabili: Si Convenzionato Unplicard: Si Costo: A partire da 13,00 € Mezzi pubblici: Autobus Urbano – Taxi – Metropolitana Visualizzazione ingrandita della mappa     Lungotevere Castello, 50 Roma (RM) Telefono 06 6819111 sspsae-rm.santangelo@beniculturali.it www.castelsantangelo.beniculturali.it     Recuperi, ritrovamenti, confronti   La mostra,  curata da Mario Lolli Ghetti e da Maria Grazia Bernardin, e ospitata presso le Sale di Clemente VII, di Clemente VIII, di Apollo e della Giustizia in Castel Sant’Angelo, nasce con l’intento di mettere in risalto l’incredibile lavoro portato avanti dalle Forze dell’Ordine nella difesa del Patrimonio Storico-Artistico del nostro paese. La maggior parte delle opere in esposizione è stata, infatti, recentemente oggetto di importanti operazioni di recupero che hanno permesso di riportre nel nostro paese reperti archeologici trafugati illecitamente, intercettati nei mercati clandestini, provenienti da collezioni private, ma anche opere ritrovate fortunosamente. In questo modo i visitatori della mostra potranno comprendere il continuo rischio a cui è sottoposto il nostro patrimonio, e apprezzare il grande lavoro scientifico e di ricerca che nasconde dietro ad ogni ritrovamento appartenente alle tipologie maggiormente a rischio (marmi, bronzi, ceramiche, affreschi, argenti e oreficerie). I beni recuperati saranno esposti insieme con altre opere, simili per tecnica, materiale e datazione, provenienti da scavi scientifici ben contestualizzati, allo scopo di istituire opportuni confronti chiarificatori. Saranno anche presenti esemplificazioni di contesti integri (ad esempio corredi funerari), per fare comprendere l’importanza delle reciproche relazioni tra i materiali, e il danno irreversibile che uno scavo di rapina o un’esportazione clandestina provocano alla conoscenza e all’acquisizione dei dati culturali. La mostra sarà pertanto suddivisa in nove sezioni: 1) KOUROI E KORAI: SIMBOLI DELL’ARISTOCRAZIA 2) EUPHRONIOS ED EUTHYMIDES E L’INVENZIONE DELLE FIGURE ROSSE 3) ACROLITI: STATUE OLTRE MISURA 4) IL PENSIERO E L’AZIONE: FILOSOFI E CITTADINI 5) I COLORI DEL MARMO 6) CERAMOGRAFI IN MAGNA GRECIA: IL PITTORE DI AMYKOS E IL PITTORE DI DARIO 7) LA GRANDE DECORAZIONE PARIETALE 8) SCULTURE E SCULTORI FRA GRECI E ROMANI 9) VINCERE LA PALMA: CORSE E AURIGHI NELLA ROMA...

Leggi

Checco Durante Racconta Roma

Lo scorso 19 aprile, si è svolto presso il Museo di Roma in Trastevere l’evento “CHECCO DURANTE RACCONTA ROMA” promosso e sponsorizzato da MARKETING POWER e dallaPRO LOCO DI ROMA CAPITALE, con l’intento di rinnovare la memoria di un poeta storico che ha saputo raccontare un’epoca attraverso i suoi versi: CHECCO DURANTE. Storico, attore e poeta romano, egli ha saputo essere interprete sia sulla pagina che sul grande schermo, della romanità più verace, quella dell’ironica noncuranza senza peli sulla lingua che da sempre contraddistingue gli abitanti di questa città. Il progetto, nato da un’idea di Elia Iezzi, Angelo Maggi e Francesco Prando, ha riportato alla luce l’eredità letteraria del grande poeta e ne ha, inoltre, messo in evidenza l’incredibile attualità e la necessità di portarla a conoscenza delle nuove generazioni. Fondamentale è stato il ritrovamento, ad opera di Angelo Maggi e Francesco Prando, nipote diretto di Checco Durante, di alcuni nastri magnetici contenenti dei componimenti inediti incisi dal poeta per i propri familiari. Da qui l’idea di pubblicarli, sposata immediatamente e con grande entusiasmo dalla Pro Loco di Roma Capitale nella persona del Presidente Lucia Rosi. La Pro Loco di Roma, infatti, sempre attenta a quelle iniziative che puntano alla salvaguardia delle tradizioni e delle peculiarità della romanità, in collaborazione con Marketing Power, si è occupata della realizzazione di un cofanetto contenente due libri e due cd in cui sono stati raccolti i 68 componimenti, recitati da famosi attori/doppiatori del cinema italiano, tra cui gli stessi Elia Iezzi, Angelo Maggi e Francesco Prando, i quali si sono esibiti il giorno della manifestazione recitando alcune poesie scelte fra le 68 pubblicate, in alcuni casi accompagnati da musica popolare romana e dalla proiezione di tre spezzoni teatrali del grande Checco Durante. Per richiedere il cofanetto:...

Leggi

Petrolio di Xavier Bueno

Apertura stagionale: Aperto dal 18/04/2013 al 29/09/2013   Parcheggio auto: No Accessibilità disabili: Si Convenzionato Unplicard: Si Costo: A partire da 6,50 € Mezzi pubblici: Autobus Urbano – Taxi – Metropolitana Visualizzazione ingrandita della mappa     Via Ostiense, 106 Roma (RM) Telefono 060608 www.centralemontemartini.org/mostre       L’opera racconta, come in una repentina sequenza cinematografica, la filiera produttiva del petrolio: dalla localizzazione del sito alla costruzione dei pozzi, dall’estrazione alla raffinazione. Tutto avviene attraverso un concatenarsi d’immagini sospese in una luce rarefatta dove si susseguono, con la logica del fregio rinascimentale, momenti diversi e distinti tra loro. Le straordinarie strutture della grande caldaia, conservata nella sala omonima che fa da scenario al dipinto, dialogano in modo naturale con il groviglio di tubi, tralicci e trivelle che Bueno immagina come sfondo per i personaggi di “Petrolio”, creando un rapporto emozionante tra il quadro e il Museo che lo ospita.  L’intento di Xavier Bueno è celebrativo e onirico al tempo stesso: “Petrolio” trasforma la ruvida concretezza della lavorazione del greggio in un’immagine emblematica del processo industriale, della fatica degli operai; essi diventano figure solenni e trasmettono oggi la memoria dei tempi pionieristici dell’Italia del...

Leggi

Legami e corrispondenze. Immagini e parole attraverso il ‘900 romano

Apertura stagionale: Aperto dal 28/02/2013 al 29/09/2013   Parcheggio auto: Si Accessibilità disabili: Si Convenzionato Unplicard: No Costo: A partire da 6,50 € Mezzi pubblici: Autobus Urbano – Taxi – Metropolitana Visualizzazione ingrandita della mappa     Via Francesco Crispi, 24 Roma (RM) Telefono 060608 info@galleriaartemodernaroma.it www.galleriaartemodernaroma.it   Le opere della Galleria d’arte moderna di Roma Capitale si fanno strumento ideale per una rilettura delle strettissime corrispondenze tra  arti figurative, letteratura e poesia che a Roma, dalla fine dell’Ottocento agli anni Sessanta del Novecento, vide artisti e letterati lavorare insieme in un continuo scambio di suggestioni. I momenti salienti di questo complesso rapporto sono esemplificati da quei sodalizi intellettuali e  relazioni che, alternandosi, sciogliendosi, ricomponendosi, hanno dato luogo e fortemente connotato, intere stagioni dell’arte e della letteratura, spesso sostanziati da importanti risvolti internazionali. La mostra vuole proporre al pubblico suggestioni e spunti per una rilettura di quell’intenso e ampio periodo, suggerendo percorsi di facile lettura raccontati attraverso materiali iconografici e sonori espliciti e di evidente valenza didattica. La mostra coinvolge i tre piani del museo presentando circa 100 opere, tra dipinti e sculture – di cui 85 lavori appartenenti alla collezione permanente della Galleria d’Arte Moderna di Roma Capitale e altri provenienti dal Sistema Musei Civici o da Collezioni private – che dialogano con alcuni scrittori, in una rilettura ideale delle intense relazioni e interazioni tra arti visive, letteratura e poesia, sviluppatesi a Roma, dall’inizio del secolo scorso fino agli anni Sessanta. Per l’occasione, il Maestro Luca Bernardini proporrà una nuova suggestiva sonorizzazione del museo attraverso un’accurata selezione musicale di brani, in relazione alle varie sezioni e alle opere esposte. Ciascuna delle sei sezioni tematiche della mostra è dedicata a un importante autore italiano del Novecento (Gabriele D’Annunzio, Filippo Tommaso Marinetti, Massimo Bontempelli, Luigi Pirandello, Giuseppe Ungaretti, Alberto Moravia) che sarà raccontato attraverso le opere d’arte, le riviste, i libri, e un apparato didattico e multimediale appositamente predisposto. Una settima sezione ricorda i “Luoghi d’incontro” privilegiati per lo scambio e il confronto tra intellettuali, dove si tessevano “legami e corrispondenze” tra artisti, letterati, poeti e musicisti. Gallerie o spazi espositivi privati, spesso insoliti come pensioni, botteghe, negozi, i numerosi caffè e trattorie, perfino i barconi sul Tevere, sono stati le sedi di incontri tra scrittori ed artisti italiani e stranieri, così come le riviste e il teatro. Al riguardo, la mostra propone una sorta di “mappatura” dei principali spettacoli ed eventi negli spazi teatrali dal 1901 agli anni Sessanta del Novecento, nati dalla collaborazione di scrittori, musicisti e artisti, nel segno dell’innovazione e della ricerca. Piano I: GABRIELE D’ANNUNZIO TRA SIMBOLISMO E DECADENTISMO Opere di: Nino Costa, Giulio Aristide Sartorio, Antonio Discovolo, Enrico Coleman, Camillo Innocenti, Adolfo De Carolis, Sigmund Lipinsky, Duilio Cambellotti,...

Leggi

Pin It on Pinterest