Il Padre è al Teatro Quirino con la regia di Gabriele Lavia

  Gabriele Lavia porta in scena la tragedia di Strindberg che indaga la caduta della figura paterna. Spettacolo in promozione per i Soci Pro Loco  Dal 23 Gennaio al 4 Febbraio,  Gabriele Lavia porta in scena al Teatro Quirino  Il Padre, la tragedia scritta da Strindberg nel 1887. Un’opera “naturalistica”, che scava nella ‘natura’ umana osservando una banale vicenda familiare attraverso lo specchio deformante del mito di Ercole e Onfale e dello “scambio di vestiti” che, nel mito, fecero tra loro. Questo significa lo “scambio dei ruoli” nella società di fine Ottocento: la caduta del “ruolo”,  quindi del “senso”, della figura paterna. Strindberg scrive una “Tragedia Classica” che, come ogni tragedia, racconta, una “caduta fatale”. Qui, è il precipitare della potenza dell’uomo e la sopraffazione da parte della donna. Un titano destinato alla caduta, Strindberg, lo è per destino e per scelta. La sua vita è stata a di poco tempestosa, contraddittoria, estrema e i suoi interessi si sono rivolti alla pittura, alla scultura, alla fotografia, alla chimica, all’alchimia, alla teosofia.”Io conosco solo me stesso e non posso che parlare di me!”, diceva. Il suo Teatro non poteva che essere drammaturgia autobiografica e tormentata. Gabriele Lavia riesce a trasmettere con sapiente maestria e a restituire al pubblico teatrale il tormento dell’opera di Strindberg, con uno spettacolo che terrà lo spettatore sospeso ad un filo di tensione fino all’ultima battuta. Il Padre è al Teatro Quirino dal 23 Gennaio al 4 Febbraio. Approfitta delle offerte per i Soci Pro Loco!   Per usufruire delle promozioni, è necessario prenotare attraverso l’Ufficio Promozioni del teatro: tel. 06.83784803 • e-mail promozione@teatroquirino.it ; dal lunedì al venerdì ore 9.30/13.00 – 14.00/17.30 Per maggiori dettagli sulla promozione e sull’acquisto di biglietti e abbonamenti per il Teatro Quirino, consultare la convenzione.  Il Padre, di August Strindberg, Regia di Gabriele Lavia, dal 23 Gennaio al 4 Febbraio, Teatro Quirino, Via delle Vergini n.7.  Maggiori...

Leggi

È NATO PETROLINI! EVVIVA PETROLINI! Sabato 13 Gennaio l’anniversario della nascita di un grande artista anima Rione Monti

Una grande festa spontanea per omaggiare Petrolini: Sabato 13 Gennaio appuntamento a Rione Monti con gli attori de La Conventicola degli Ultramoderni, e con chiunque voglia esprimere la propria arte!     Una festa spontanea, tra rinfreschi, spettacoli improvvisati, un corteo artistico lungo quello che fu il suo quartiere: È NATO PETROLINI! EVVIVA PETROLINI! per il quinto anno di fila omaggia un grande del teatro italiano, un Artista a tuttotondo, capace di coniugare in maniera perfetta estetica e comunicativa, autore e fautore di quell’incredibile laboratorio di creatività che fu il Teatro di Varietà italiano. In quell’esplosione di espressività artistica, che tanto deve alla figura di Petrolini,  nacquero alcuni tra i grandi nomi dello spettacolo del ‘900: oggi, una rete di artisti, performer, musicisti, attori, sognatori, che in quello spirito si rivede, rende omaggio alla sua figura, e nel 134esimo anniversario dalla nascita festeggia con una grande manifestazione di arte e passione condivisa, spontanea, improvvisata. È NATO PETROLINI! EVVIVA PETROLINI! si dà appuntamento in via Baccina n.32, di fronte alla casa dove l’attore, drammaturgo e compositore abitò, per una serata di Varietà a cui tutti gli artisti d’ogni genere sono invitati a partecipare: Teatro, Musica e tutta l’Arte Varia possibile, chiunque si senta ispirato dalla poetica di Ettore Petrolini e voglia omaggiarlo, attingendo dal suo repertorio o, ancor meglio, portando in dono un proprio lavoro , che mica si regala al festeggiato quello che già ha! Al pubblico verrà offerto un rinfresco e la magia di spettacoli improvvisati, che animeranno l’intero Rione Monti, percorso dal festoso corteo. Si brinda, si balla, si declama e si condivide: questo lo spirito di un serata che illuminerà il quartiere che fu di Petrolini fino alle 22.00. A seguire, after-party nel covo degli ideatori di questo progetto condiviso, gli artisti del Varietà di oggi: La Conventicola degli Ultramoderni, il Club del Nuovo Varietà Italiano, casa perfetta per godersi una notte di spettacoli e suggestioni a cura degli artisti partecipanti brindando alla salute di Petrolini.   È NATO PETROLINI! EVVIVA PETROLINI!: Sabato 13 Gennaio, via Baccina n. 32 dalle h.19.30 alle 22.00 rinfresco, spettacoli improvvisati, corteo per le vie del Rione Monti AFTER-PARTY: Via di Porta Labicana 32 dalle h.22.00 alle 5.00 presso La Conventicola degli Ultramoderni, “VARIETA’ ULTRAMODERNO” con gli artisti partecipanti e il cast resident, Vinyl & Cocktails. Per maggiori informazioni: evento Facebook e contatti ...

Leggi

Il 3 Febbraio arrivano in Pro Loco le avventure del Commissario Ponzetti: Giovanni Ricciardi presenta L’Undicesima Ora!

Intervistato da Simona Teodori e Luana Troncanetti, il grande giallista presenta in Pro Loco la sua ultima opera: L’Undicesima Ora       Il corpo senza vita di un noto architetto romano viene ritrovato nel suo loft una settimana dopo il decesso. L’autopsia non ha ancora dato risposte certe sulle cause, ma sembra escludere l’ipotesi della morte violenta. Quasi contemporaneamente, una villetta dove l’architetto abitava fino a poco tempo prima viene distrutta da un incendio doloso. I due eventi sono in relazione tra loro? Qualcuno voleva la morte dell’uomo? Pro Loco Roma è fiera di presentare presso la sua sede il nuovo, appassionante, giallo di Giovanni Ricciardi: L’Undicesima Ora, l’ottava avventura della saga del Commissario Ottavio Ponzetti.  Un personaggio letterario dai modi pacati che il pubblico italiano ha imparato da tempo ad amare. Un poliziotto vecchio stampo, bonario e sagace, che più delle moderne tecnologie segue il suo fiuto, che non ha alle spalle una storia tormentata, ma una volta risolto il caso torna in famiglia e come vizio si concede quello del biliardo. Nel nuovo noir scaturito dalla fantasia di Ricciardi, Ponzetti affronterà le indagini assieme al fidato  ispettore Iannotta, l’amico e collega trasteverino doc, ma questa volta coinvolgerà anche amici e parenti, mettendosi insieme a loro sulle tracce di una misteriosa donna spagnola e incrociando nel corso dell’indagine la biografia e le opere di importanti personaggi del Novecento, tra cui l’architetto Antoni Gaudí. A Barcellona, come già era avvenuto nelle ultime indagini, che lo avevano portato prima in Sicilia, poi addirittura in Patagonia, il commissario trascorrerà una movimentata e intrigante vacanza di lavoro. Ma le strade battute da Ponzetti tornano sempre a Roma, dove le numerose ipotesi, i dubbi e le incertezze svaniscono portando alla luce una sola, sorprendente verità…   «Il commissario Ottavio Ponzetti è uno dei detective più bravi e rassicuranti del giallo italiano». Fabrizio D’Esposito, «Il Fatto Quotidiano» «Un commissario colto e un po’ all’antica precipitato nella Roma del terzo millennio». Paolo Fallai, «Sette – Corriere della Sera» «Rarità tra i suoi colleghi, il commissario Ponzetti non è un burbero ed è fedele alla moglie. Vizi? Il biliardo e le passeggiate per Roma». Irene Soave, «Vanity Fair» «Il fascino dolceamaro del commissario che dal 2008 si è conquistato un posto tra i più amati investigatori del panorama letterario italiano». Andrea Monda, «Il Foglio»   Per chi ne segue da sempre le orme come in un giallo e per chi ancora non fosse inciampato nelle gustose inchieste del commissario romano, Sabato 3 Febbraio è l’occasione giusta per calarsi nell’atmosfera del nuovo romanzo della saga al cospetto del suo autore: Giovanni Ricciardi presenterà L’Undicesima Ora, intervistato dalle scrittrici...

Leggi

Befana a Roma, tutti gli eventi

La Befana a Roma: l’atmosfera magica dell’Epifania negli eventi in programma nella Capitale e in provincia. Scoprili tutti!   Arriva la festa che “tutte le feste porta via”, con le sue sfilate, i suoi dolciumi e le sue bancarelle che andranno a colorare la città. Abbiamo preparato per voi una rassegna di eventi e luoghi in cui trascorrere questo Sabato di festa. In via della Conciliazione, a partire dalle 10.00, si terrà la tradizionale sfilata di Viva la Befana, un corteo unico nel suo genere che ogni anno suscita grande curiosità e interesse nelle migliaia di spettatori presenti, grazie alla sua sapiente armonizzazione di simbologie e contenuti culturali e sociali. Una tradizione che si tramanda attraverso scenografie e costumi ideati dai Comuni sempre diversi che ogni anno sono protagonisti della sfilata, a rappresentare l’universalità dell’Epifania, una festa celebrata secondo la tradizione cristiana che non trascura gli aspetti folcloristici legati alla “vecchia Befana”. Accompagnati ufficialmente dai loro Sindaci, i Re Magi offriranno a tutte le famiglie di Roma e del mondo frammenti di storia, cultura, tradizioni, prodotti e risorse dei Monti Prenestini: un modo nuovo per riempire di contenuti l’antica tradizione del dono che sarà rinnovata anche attraverso quelli simbolici appositamente realizzati per Papa Francesco. Prima del corteo, nella stessa mattinata avrà luogo la tradizionale passeggiata in bicicletta  al seguito delle Befane, che per l’occasione viaggeranno su tre lussuose auto storiche Excalibur. Programma e info: Viva La Befana, tel. 3398604491 ; vivalabefana.com. Assicurazione e ristoro verranno offerti dagli organizzatori; percorsi adatti anche a nonni e bambini. Befana golosa con Viva la Befana al Mercato Centrale, lo spazio dedicato alla gastronomia della Stazione Termini: Venerdì 5 e Sabato 6 Gennaio un temporary store dedicato all’Epifania proporrà a grandi e bambini calze e dolciumi di ogni genere, sfusi e confezionati. Per i bambini caramelle in regalo! In via Giovanni Giolitti 36, dalle 10.00. Maggiori info. Mercato Centrale  Nel segno della tradizione è una passeggiata tra le bancarelle di Piazza Navona. Calze, palloncini e zucchero filato, la Befana che intrattiene i bambini e la storica giostra dei cavalli: sapori e colori della festa dell’Epifania impreziosiscono ulteriormente una visita ad una delle più belle piazze di Roma e del Mondo.   E nei sotterranei di Piazza Navona, Venerdì 5 e Sabato 6 Gennaio, ad attendere i bambini c’è la Leggenda della Befana, raccontata in una visita guidata presso lo Stadio di Domiziano. La visita guidata, pensata per i più piccoli e organizzata dall’Associazione Rome4U , durerà circa un’ora e mezza. Info, prezzi e prenotazioni: Rome4U A Testaccio, un mercatino particolare col Gazometro Market Bio e Vintage, con stand di produttori biologici di frutta e verdura, miele, biscotti, prodotti da forno e molto altro, anche per...

Leggi

Dieci piccoli indiani…al Teatro Quirino! Scopri la promozione

Dieci piccoli indiani … e non rimase nessuno! Il classico di Agatha Christie al Teatro Quirino fino al 21 Gennaio e in sconto per i Soci Pro Loco   Pubblicato nel 1939, è considerato ancora oggi il capolavoro letterario di Agatha Christie: Dieci piccoli indiani è un classico della letteratura e del teatro. Dieci sconosciuti sono stati invitati su una bellissima isola deserta. Nelle camere trovano, affissa agli specchi, una poesia: “Dieci piccoli indiani”. La filastrocca parla di come, uno dopo l’altro, muoiono tutti gli indiani protagonisti. Da quel momento una serie di morti misteriose infonde il terrore tra gli ospiti, che iniziano ad accusarsi a vicenda fino ad arrivare ad una scioccante conclusione: l’assassino si nasconde tra di loro. Nella versione portata in scena da Ricard Reguant, con la traduzione dall’originale di Edoardo Erba,  tutti i personaggi sono ben caratterizzati e delineati nelle loro profondità interiori. La stessa epoca del romanzo viene rispettata con un’ambientazione anni 40’ e una scenografia Art-Decò, dai colori bianchi e neri e dal forte impatto visivo. Il Pubblico gode nella ricerca dell’enigma preparato dall’aut rice: questi dieci “piccoli indiani” bloccati sull’isola sono vittime o assassini?Questa è la stessa domanda che la scrittrice pone a se stessa, mostrando al pubblico il lato nascosto delle classi borghese e aristocratica: mischiate insieme in un’unica arena, dove di confrontano e sbranano per la sopravvivenza, sino a diventare volgari e ordinari. L’intramontabile Dieci piccoli indiani sarà in scena al Teatro Quirino  dal 9 al 21 Gennaio  E per i Soci Pro Loco lo spettacolo è ad un prezzo speciale:    Scopri tutti gli altri sconti su biglietti e abbonamenti che la Convenzione col Teatro Quirino riserva ai Soci: Convenzione  Ancora non sei Socio? Tesserarsi è semplicissimo: Tessera Socio Pro Loco    “Dieci piccoli indiani…e non rimase nessuno!” è al Teatro Quirino, dal 9 al 21 Gennaio, via Delle Vergini angolo via Minghetti, tel. 06.6794585   Per usufruire delle promozione, prenotare attraverso l’ufficio promozioni: tel. 06.83784803 ;  e-mail promozione@teatroquirino.it;     ufficio attivo dal lunedì al venerdì ore 9.30/13.00 –...

Leggi

Natale nei Musei: tutte le mostre dei Musei in Comune!

Sotto le Feste fate un carico di cultura con le mostre in programma nei Musei in Comune! Tante le iniziative  adatte a grandi e bambini in programma dal 23 Dicembre al 6 Gennaio   Con le festività natalizie arriva anche un po’ di tempo libero da dedicare al relax, alla famiglia e alle proprie passioni. Ed è anche l’occasione giusta per godersi tutta la bellezza di Roma e approfittare della sua straordinaria offerta culturale! Ad esempio visitando una delle mostre in programma in questi giorni nel sistema museale dei Musei in Comune di Roma che si preparano ad accogliere le feste di Natale con una ricca offerta culturale e didattica promossa da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali con l’organizzazione di Zètema Progetto Cultura.  Il Natale è il momento migliore per divertirsi e giocare. L’iniziativa Musei in gioco proporrà per le feste una ricca offerta di attività didattiche attraverso le quali vivere con gioia il museo senza perdere l’occasione di imparare. Cruciverba, puzzle, caccia al tesoro, gioco dell’oca e anche un “Mercante in Fiera” rivisitato in chiave napoleonica. Tanti appuntamenti per conoscere la storia di Roma e delle sue collezioni museali, in modo inusuale e divertente, anche durante le feste. Un’opportunità per ‘mettersi in gioco’, all’insegna dell’inclusione e dell’interazione tra diversi pubblici (L’offerta è completamente gratuita per i bambini di Roma Città Metropolitana, ad eccezione delle iniziative del Museo Civico di Zoologia. Ingresso adulti come da tariffazione vigente). In programma anche concerti di musica jazz, classica e tradizionale sudamericana realizzati in collaborazione con Casa del Jazz, Roma Tre Orchestra e Ambasciata del Cile e le letture dei grandi classici dedicati al Natale in collaborazione con il Teatro di Roma.  Vediamo nel dettaglio le mostre in programma:    Egizi Etruschi. Da Eugene Berman allo Scarabeo dorato Centrale Montemartini, Nuovo spazio per mostre temporanee 21/12/2017 – 30/06/2018 http://www.centralemontemartini.org/it/mostra-evento/egizi-etruschi-da-eugene-berman-allo-scarabeo-dorato Dias & Riedweg. Other time than here. Other place than now MACRO – MACRO Testaccio 15 Dicembre – 26 Dicembre 2017 http://www.museomacro.org/it/mostra-evento/dias-riedweg-other-time-here-other-place-now Io sono qui! MACRO – MACRO Testaccio 15 Dicembre – 26 Dicembre 2017 http://www.museomacro.org/it/mostra-evento/io-sono-qui Talent Prize MACRO – MACRO Via Nizza 13 Dicembre – 26 Dicembre 2017 http://www.museomacro.org/it/mostra-evento/talent-prize Il Tesoro di Antichità. Winckelmann e il Museo Capitolino nella Roma del Settecento Musei Capitolini – Sale Espositive di Palazzo Caffarelli, le Stanze Terrene di Sinistra del Palazzo Nuovo e le Sale del Palazzo Nuovo 07 Dicembre – 22 Aprile 2018 http://www.museicapitolini.org/it/mostra-evento/il-tesoro-di-antichit-winckelmann-e-il-museo-capitolino-nella-roma-del-settecento Traiano. Costruire l’Impero, creare l’Europa Mercati di Traiano Museo dei Fori Imperiali 29 Novembre – 16 Settembre 2018 http://www.mercatiditraiano.it/it/mostra-evento/traiano-costruire-l-impero-creare-l-europa Disegni smisurati del ‘900 italiano Musei di Villa Torlonia – Casino dei Principi 24 Novembre – 18 Marzo 2018 http://www.museivillatorlonia.it/it/mostra-evento/disegni-smisurati-del-900-italiano   Léonie Hampton “Mend” – XV Edizione Commissione Roma / Guy Tillim “O Futuro Certo” MACRO...

Leggi

Al Museo delle Carrozze d’Epoca: un viaggio nella storia a prezzo speciale per i Soci Pro Loco!

Scopri la meraviglia delle carrozze, con la nuova Convenzione tra Pro Loco Roma e la Mostra Permanente Le Carrozze d’Epoca Un piccolo tesoro per tutti gli appassionati del mondo delle carrozze, dell’equitazione e della storia. A Roma c’è un delizioso museo ancora poco conosciuto ed unico nel suo genere: il Museo delle Carrozze d’Epoca.  Una mostra permanente, uno spazio di 3.000 in cui sono esposti 159 esemplari di veicoli d’epoca, appartenenti ad una collezione di circa 600 carrozze, frutto di cinquant’anni di approfondita e appassionata ricerca. Nella peculiare esposizione è possibile ammirare modelli dalle provenienze ed età diverse, dalle originali bighe protagoniste dei film“Ben Hur” e “Il Gladiatore” a maestose Berline, tra le quali la Berlina per bambini appartenuta alla principessa Sissi; eleganti Landaulet, come il Landau utilizzato dall’allora vescovo Karol Wojtyla per andare a sciare a Zakopane, in Polonia; e poi slitte, diligenze, risciò cinesi, carrozze orientali, un originale carro napoleonico con cannone apparso poi del film “Il Barone di Manchausen”, la carrozzella appartenuta all’attrice Anna Magnani, carri della I Guerra Mondiale, carri agricoli italiani finemente decorati, il carro dei pompieri, il carro irlandese del film “Un Uomo Tranquillo” con protagonista John Wayne, carovane simbolo delle avventure nel Far West, Omnibus, Coupé, carrozze di servizio d’ogni tipologia e tante altre ancora. A corredo degli svariati esemplari di veicoli, il Salone del Cavallo è completato da un’infinità di selle, finimenti, tra i quali i finimenti utilizzati per la diligenza del film “Ombre Rosse”, e bardature; scrupolosamente conservate nella Sala Finimenti. E, ad ampliare ulteriormente la collezione, vi sono anche corazze, elmi, gualdrappe, armi d’epoca, antiche attrezzature, modellini di carrozze, quadri a tema, giocattoli antichi, accessori, preziose porcellane e quant’altro rappresenti l’ambiente ippotrainato. Carico di un così importante patrimonio di valenza internazionale, il museo “Mostra permanente – Le Carrozze d’Epoca” intende rendere possibile la riscoperta delle antiche e affascinanti carrozze antesignane all’avvento delle autovetture, promuovendone la divulgazione storica, artistica, tecnica, culturale e didattica. Da oggi, grazie alla nuova convenzione, i Soci Pro Loco potranno accedere al Museo delle Carrozze d’Epoca con biglietto ridotto ed usufruire di un 10% di sconto preso il bookshop del Museo! Che Aspetti? Richiedi subito la Tessera Socio Pro Loco, sosterrai l’attività delle Pro Loco e otterrai tanti vantaggi: Tessera Socio Pro Loco Mostra Permanente – Le Carrozze d’Epoca è a Roma, in Via Andrea Millevoi n. 693 (zona Ardeatina) Ulteriori informazioni: Le Carrozze d’Epoca  ...

Leggi

CAPODANNO A ROMA: TUTTI GLI EVENTI IN PROGRAMMA

A Capodanno arriva “La Festa di Roma” : oltre mille eventi in tutta la città per salutare l’anno nuovo   Oltre 1000 eventi, 100 artisti da tutto il mondo per festeggiare il Capodanno a Roma. Non più il solo classico concertone di fine anno, ma tante singole performances in diverse aree della città accompagneranno romani e turisti nel nuovo anno tra luci, musica e tanta cultura nella splendida cornice della nostra città. Una vera e propria rassegna che si chiamerà ‘La Festa di Roma’. Ben 24 ore di eventi, dalle 21 della sera del 31 dicembre fino alle 21 del primo gennaio nell’area pedonale che coinvolgerà Ponte Garibaldi, Piazza dell’Emporio passando per il Giardino degli Aranci, Circo Massimo, Via Petroselli, l’Isola Tiberina fino alla Bocca della Verità. L’evento più grande che accompagnerà i romani alla mezzanotte vedrà protagonisti gli artisti de La Fura dels Baus, una gigante marionetta semovente mitologica, la musica dei dj di Dimensione Suono Roma ed ancora altre sorprese musicali e ospiti sul palco. L’arrivo del nuovo anno verrà accompagnato da uno spettacolo pirotecnico accompagnato da brani musicali; un vero e proprio show concepito per esaltare la bellezza della città. A fare da meravigliosa cornice a questo spettacolo verrà riaccesa dopo 13 anni, l’illuminazione del Palatino e dell’area del foro romano che si affaccia sul Circo Massimo. Per realizzare questa nuova illuminazione verranno impiegate apparecchiature a Led di ultima generazione, 98 proiettori con elevata resa cromatica per una potenza di 4.660 Watt. Tale illuminazione resterà permanentemente. Altro importante punto della festa di Capodanno resta la possibilità per chi suona, canta o si esibisce in teatro anche a livello amatoriale di esibirsi negli spazi allestiti messi a disposizione dal Comune di Roma. Tutte le informazioni verranno pubblicate nei prossimi giorni sul sito lafestadiroma.it. Ecco tutti gli eventi nel dettaglio diffusi dal sito www.comune.roma.it 31 DICEMBRE 2017 Si parte la sera del 31 dicembre 2017 dalle ore 21.30 al Circo Massimo con il grande evento internazionale 201∞ ROMA ILLUMINA L’INFINITO, concepito dalle Società Immagina e Osservatorio con Giokat srl, e ideato con la supervisione del set&event designer Filippo Rocca, che racconta: “l’idea dell’evento è quella di voler regalare a Roma un importante palcoscenico naturale, quello del Circo Massimo che si trasformerà per una notte in una grande macchina scenica caratterizzata da più set che dalla terra al cielo conterranno sorprese artistiche”. Il progetto è totalmente autofinanziato attraverso sponsor privati, tra cui VISION DISTRIBUTION, DSR, AUTOVIA, FILMAURO, MEDUSA, PARCO LEONARDO. L’evento vedrà protagonisti gli artisti de La Fura dels Baus, una gigante marionetta semovente mitologica, la musica dei dj di Dimensione Suono Roma ed ancora altre sorprese musicali e ospiti sul palco. Autori Luca Ossicini, Maria Cristina Cecilia,...

Leggi

Alla Garbatella il Presepe meccanico artigianale di Nonno Dante

Una rappresentazione artigiana da salvare  alla Garbatella: il Presepe meccanico di Nonno Dante attende adulti e bambini fino al 9 Gennaio “Le radici di quel che siamo e pensiamo reggono la terra su cui camminiamo”. Nel credo del Comitato di quartiere per la cura e la salvaguardia de La Garbatella c’è tutto il senso dell’importanza delle nostre tradizioni, della memoria storica come base per sostenere e garantire ogni inclusione futura. Un senso di continuità e dialogo tra le generazioni, perfettamente espresso da un evento natalizio di grande significato per l’affascinante quartiere romano e non solo: il presepe artigianale di Nonno Dante. Tradizione italiana delle festività natalizie per eccellenza, con le sue mille forme il presepio  stimola da sempre la creatività di artigiani di mestiere o per passione. Il presepe di Nonno Dante fa parte della forma forse più amata dai bambini, quella dei presepi meccanici, le cui statuine in movimento sbalordiscono gli occhi dei più piccoli. E proprio per divertire la nipotina Nonno Dante iniziò oltre dieci anni fa ad intagliare artigianalmente le sue statuine, dando vita a quello che è ormai un appuntamento fisso del Dicembre alla Garbatella. Al primissimo “arrotino” seguirono “il fabbro”, “il falegname”, e tutte le altre statuine, che ora compongono un ricchissimo presepe meccanico formato da quasi duecento pezzi intagliati a mano e meccanizzati da Nonno Dante. Contadino ed operaio appassionato di artigianato e meccanica, per le sue animazioni Nonno Dante si ispira alla vita quotidiana, realizzando piccole riproduzioni di personaggi e mestieri ancora familiari o quasi scomparsi. Sono tanti i visitatori che apprezzano ogni anno la laboriosità artigiana di Nonno Dante e la fattura del suo presepe, ma la mancanza di uno spazio dedicato dove allestire in modo permanente un laboratorio artigianale e museale obbliga durante l’anno le composizioni in scatoloni ormai insufficienti e rischia di impedire future esposizioni, cancellando di fatto un’eccellenza artigianale carica significati. Per salvare il presepe di Nonno Dante non è solo auspicabile un coinvolgimento di enti e istituzioni che possano accoglierlo, ma anche continuare a far sentire il proprio sostegno e apprezzamento per il presepio, visitandolo gratuitamente fino al 9 Gennaio. Ai visitatori grandi e piccini Nonno Dante racconterà come si realizza un personaggio meccanico e la storia dei personaggi del presepe. Quest’anno la mostra sarà accompagnata dall’esposizione di foto d’epoca legata al progetto di Storia Orale “I Ricordi nel Cassetto” dell’Associazione I.T.A.C.A., una raccolta composta dai contributi delle famiglie e dalla congregazione di San Filippo Neri di Garbatella,  con alcune foto risalenti agli anni che hanno accompagnato la fondazione del quartiere. Il presepe di Nonno Dante è aperto tutti i giorni, dalle 15.30 fino alle 19.00 (nei Festivi anche dalle...

Leggi

Al Teatro Eliseo va in scena Molière: Gioiele Dix è Il Malato Immaginario

Il Malato Immaginario di Molière al Teatro Eliseo fino al 17 Dicembre. Prezzo speciale per i soci Pro Loco!     Argan spreca la sua vita tra poltrona, lettino, toilette, clisteri, salassi. Sotto la candida cuffia a pizzi, nella vestaglia bianca, nelle calze bianche molli sui piedi ciabattati, cela una debolezza innata, un‘incapacità patologica di prendere qualsiasi decisione. Il suo alter ego è Antonietta, detta Tonina, una cameriera tuttofare che il padrone vive spesso come un incubo, un’onnipresente impicciona che vede tutto e tiene in mano tutto, a partire dal destino dei padroni. “Argan usa la sua malattia come difesa verso affetti che non è in grado di gestire. Si passa dall’allegria alla disperazione con squarci di profondità fantastici, fotografando quello che siamo noi oggi”, spiega “il malato immaginario” Gioiele Dix. “C’è l’umanità e c’è la ferocia. È crudele ma fragile. Oggi diremmo bipolare”: è il genio di Molière, la cui critica sociale e analisi psicologica dei personaggi risulta a tutt’oggi modernissima. Il Malato Immaginario di Molière torna con una raffinata regia “senza tempo e di tutti i tempi”,  che soffermandosi sulle nevrosi ipocondriache del protagonista sostiene la continua tensione tragicomica che caratterizza il capolavoro del drammaturgo francese, e che ancor oggi continua ad affascinare ed ammaliare gli spettatori. Il Malato Immaginario, con Gioiele Dix, Anna Della Rosa, Marco Balbi, Valentina Bartolo, Francesco Brandi, Piero Domenicaccio, Linda Gennari, Pietro Micci, Alessandro Quattro e Francesco Sferazza Papa, per la Regia di Andrèe Ruth Shammah, traduzione dall’originale di Cesare Garboli, andrà in scena al Teatro Eliseo fino al 17 Dicembre Orari: Mar – Gio – Ven – Sab: 20:00 Mer – Dom: 17:00, Primo sabato: 16:00 e 20:00 Info e biglietti: Teatro Eliseo Attenzione: Il Malato Immaginario è in promozione speciale per i Soci Pro Loco  grazie alla nuova convenzione col Teatro Eliseo! Scopri tutti gli sconti su biglietti e abbonamenti!    ...

Leggi

Pin It on Pinterest