Letteratura: il 13 Ottobre Alessandro Berselli presenta “Le Siamesi”

Arriva in libreria “Le Siamesi”, il nuovo romanzo noir di Alessandro Berselli, che per l’occasione sarà a Roma, ospite alla libreria Coreander, dove Venerdì 13 Ottobre presenterà la sua ultima fatica letteraria. Padrone di casa saranno due autrici romane, Simona Teodori e Luana Troncanetti, che dialogheranno con lo scrittore bolognese, tornato ad indagare le atmosfere del noir a sette anni di distanza da “Non fare la cosa giusta”. Un incontro casuale, un sabato sera che diventa una sfida contro la morte. Non è la prima volta che Ludovica, troppo ricca, troppo annoiata, baratta la sua vita con il pericolo, rimanda al mittente, Dio o chi per lui, la sua giovinezza, chiedendo in cambio rischio, adrenalina, competizione. Lo sguardo di Berselli è una discesa nel baratro dei vuoti esistenziali di una generazione incapace di trovare punti di riferimento e ragioni di sopravvivenza. Un lucido diario di un fine settimana di follia dove nulla è quel che sembra, ma anche una riflessione sul male di vivere e uno spaccato sullo spleen contemporaneo. Una testimonianza rassegnata, asettica, di una voce narrante che non giudica, ma si limita a fotografare con l’ausilio della prosa l’assenza di motivazioni che muovono l’agire umano. Nella vita di Ludovica entra improvvisamente Emanuele. E poi c’è Laura. Non si può dire altro per non rovinare il susseguirsi di colpi di scena che Berselli riserva al lettore attraverso una scrittura ispirata, “colma di fascino e malia, ammantata di lucida ombra e furia iconoclasta”, come recita il lancio di Matteo Strukul. Che riporta al Noir un autore dalla doppia anima, nato come umorista attraverso le collaborazioni con Comix e il sito satirico Giuda. In “Le Siamesi” Berselli torna alla sua dimensione più cupa e disincantata, di cui i lettori curiosi potranno avere un assaggio nell’incontro con l’autore.   Presentazione “Le Siamesi” di Alessandro Berselli; che dialoga con Simona Teodori e Luana Troncanetti:  Venerdì 13 Ottobre, ore 18.30, presso Libreria Coreander, Piazza San Giovanni in Laterano n. 62, Per ulteriori info: Libreria Coreander, 06/70492711 ; Libreria Coreander...

Leggi

Romaeuropa Festival 2017: tutte le forme dell’arte in una sola città

È considerato assieme alla mitica Biennale di Venezia il più internazionale tra i festival interdisciplinari italiani, e anche quest’anno è pronto a sorprenderti con le sue performance all’insegna dell’innovazione, con oltre 300 artisti  da 32 differenti paesi, 79 progetti, 60 spettacoli dislocati in 24 luoghi storici della Capitale,  mostre, installazioni, convegni e percorsi di formazione.  REF – Roma Europa Festival 2017, il festival organizzato dall’omonima fondazione Romaeuropa, propone quest’anno un cartellone fittissimo,  tra artisti già legati alla manifestazione,  altri ormai habitué dei circuiti internazionali, e qualche nuova scoperta. Appartenenti a tutte le arti:  Sasha Waltz, Dada Masilo, Sidi Larbi Cherkaoui e Jan Fabre; ma anche Alessandro Baricco a Marco Paolini con Mario Brunello e Frankie hi-nrg, Ascanio Celestini,  Roberto Herlitzka , Pippo Delbono con Alexander Balanescu, e poi Babilonia Teatri , Lisa Ferlazzo Natoli, Azzurra De Gregorio, Biancofango e tanti altri. Un festival poliedrico, innovativo, che fino al 2 Dicembre puntellerà Roma di eventi, organizzati in tutto il tessuto urbano della Capitale. Con un tema di fondo: “Where are we now?“. Perché interrogarsi, in questo momento, sembra la scelta più consona alla condizione che stiamo vivendo, spiega Fabrizio Grifasi, Direttore generale e artistico della Fondazione Romaeuropa. Gli oltre 300 ospiti dell’edizione 2017 lo faranno con la propria arte, in questa cento giorni di eventi, fiore all’occhiello della proposta culturale romana. REF 2017 è a Roma (location varie ) fino al 2 Dicembre Maggiori info e...

Leggi

Terme in Fiore, a Civitavecchia il festival delle piante insolite

Alle Terme di Traiano di Civitavecchia,  dal 30 Settembre al 1 Ottobre, torna Terme In Fiore, la mostra mercato di giardinaggio e piante insolite. Luogo di incontro per appassionati e professionisti del settore, Terme in Fiore nasce per offrire ai visitatori un punto di vista unico sull’arte del giardinaggio, coniugando la bellezza delle Terme degli imperatori Traiano e Adriano, sito archeologico di importanza internazionale, con quella delle essenze vegetali esposte, alcune delle quali rare e presentate per la prima volta. Gli espositori presenti, noti specialisti del panorama del vivaismo di qualità nazionale ed internazionale, proporranno varietà di tutti i settori del mondo vegetale, con piante particolari, insolite, antiche e nuove cultivar, ma anche attrezzature e arredi, libri e riviste di settore. Previsto anche un concorso fotografico, per immortalare le meraviglie vegetali presenti in questa terza edizione. Terme in Fiore, Terme di Traiano, Via delle Terme di Traiano snc – Civitavecchia Sabato 30 settembre e domenica 1 ottobre 2017, dalle ore 9,30 alle ore 18,30  (visite guidate ore 10.30 – 12.15 – 15.00 – 17.45) ingresso: 5 euro con visita libera ; 8 euro con visita guidata; bambini sotto i 12 anni gratis maggiori info: http://www.termeinfiore.it/...

Leggi

Impara a conoscere il vino: corso per Sommelier a Roma

“La vita è troppo breve per bere vini mediocri” Johann Wolfgang von Goethe  A grande richiesta torna il corso da sommelier patrocinato da Pro Loco Roma Capitale e organizzato da Giancarlo Bertollini. Nove imperdibili appuntamenti  vi guideranno alla scoperta delle mille sfumature del vino attraverso la degustazione di grandi bottiglie e l’acquisizione delle tecniche che rendono i sommelier i maestri di un universo di sapori sconfinato e affascinante. Nove lezioni per nove mercoledì a partire dal 4 Ottobre, in cui Giancarlo Bertollini, conosciutissimo esperto del settore con oltre 40 anni di esperienza nazionale e internazionale nella Direzione Aziendale e nella Formazione,  vi illustrerà le caratteristiche del vino ed i possibili abbinamenti che ne esaltano le note. Le lezioni si svolgeranno a partire dalle 19.30, tutti i mercoledì, dal 4 Ottobre al 29 Novembre,  presso la sede di Pro Loco Roma Capitale.   Programma del corso:  VitiViniColtura ed approccio alla Degustazione  Pratiche di cantina e Degustazione (AES)  Produzione Spumanti e Spumanti Classici Vini Speciali e Accostamenti  Abbinamento Cibo/Vino Birre, Liquori & Distillati  EnoMarketing e Degustazione guidata  Degustazione Cieca – Esame con valutazione Cena di Fine Corso con Galateo della Tavola e consegna Attestati Il costo complessivo è di € 330,oo (IVA esclusa) e include: DVD del corso ed altri materiali  dispense del corso esame di verifica delle conoscenze acquisite rilascio dell’attestato di partecipazione cena di fine corso per apprendere l’arte dell’abbinamento a tavola Per i possessori della “Tessera Socio Pro Loco” è prevista una riduzione del 10% sul costo del corso; e se porti uno o più amici, 20% di sconto per tutti! Cosa aspettate? PRENOTATE SUBITO, i posti sono limitati! Informazioni ed iscrizioni entro mercoledì 27 Settembre contattando: Studio Service di G. Bertollini, info@studioservice.com Pro Loco Roma Capitale,  info@prolocoroma.it ; tel. 06/89928530 Corso da Sommelier: dal 4 Ottobre al 29 Novembre, tutti i mercoledì dalle ore 19.30, presso la sede di Pro Loco Roma Capitale, via Giorgio Scalia n. 10/b.    ATTENZIONE: IL CORSO PER SOMMELIER IN PARTENZA AD OTTOBRE È AL COMPLETO, MA STIAMO GIÀ PREPARANDO LE PROSSIME EDIZIONI, PRENOTATEVI!  🙂   ...

Leggi

L’Anno dell’India: uno spettacolo unico nella magnifica Torre di Chia di Pasolini

Domenica 24 Settembre è l’occasione giusta per una gita fuori porta nel viterbese alla volta della splendida Torre di Chia, emblema dell’antico borgo di cui si innamorò Pier Paolo Pasolini, che lo scelse come sua seconda dimora.       Dalle ore 17.00 , all’interno dell’antica torre fatta restaurare del grande registra e scrittore, avrà luogo l’evento L’Anno dell’India, dedicato alla cultura indiana, con letture tratte dal libro “L’Odore dell’India” diario del viaggio che Pasolini intraprese nel 1961, in compagnia di Alberto Moravia ed Elsa Morante nel subcontinente indiano, osservando “i gesti e le movenze della gente, seguendo i colori dei paesaggi e soprattutto l’odore della vita”. Alle letture, curate dall’attore Aldo Milea, seguirà lo spettacolo di Musica indiana e danza Kathak, una danza tipica del Nord dell’India, tra le più antiche al mondo: in “Pavitr Laya” (Sacro Ritmo) Shiva, il danzatore cosmico e Signore dello Yoga, danza al ritmo del Damru, compiendo il ciclo della vita-morte-vita, così come tramandato dalla tradizione dell’antica India, i cui suoni, colori e odori accompagneranno i presenti in un viaggio estetico per l’intera serata. I passi di danza ideati dalla coreografa Rossella Fanelli ed eseguiti dalle ballerine Valeria Vespaziani e Beatriz Ceccarini, verranno accompagnati dalla tabla (percussione indiana) di Nihar Mehta, artista indiano di fama internazionale, che trascinerà i presenti col ritmo tonante tipico della “Benares Gharana”, la cui intensità che da lenta si fa sempre più incessante darà vita ad un dialogo intenso tra percussionista e danzatrici. La serata si concluderà con l’aperitivo di prodotti biologici locali a cura di “Donne Contadine”. Si tratta di un evento è assolutamente unico, che apre al pubblico le porte della Torre di Chia, accessibile e visitabile solo per l’occasione e che per il suo riconosciuto interesse ha ottenuto il patrocinio dell’Ambasciata dell’India Roma, della Regione Lazio, del Comune di Soriano nel Cimino e del Comune di Bomarzo. L’Anno dell’India, a cura di Ilaria Passeri, Domenica 24 Settembre ore 17.00, presso Torre di Chia Pier Paolo Pasolini, Strada Provinciale Ortana km 15 (in caso di maltempo l’evento verrà spostato a Palazzo Orsini di Bomarzo). Prenotazione Obbligatoria al numero 328/8264142 Maggiori info: https://goo.gl/9eS7W2  ...

Leggi

Settembre sulle Punte: la danza a prezzo speciale per i nostri soci

A Settembre doppio appuntamento con la danza al Teatro dell’Opera di Roma, che per per l’occasione presenta Soirèe Roland Petit e Giselle. Dall’8 al 14 Settembre,in scena un omaggio al ballerino e coreografo francese Roland Petit, i cui passi sulle note di Bizet e Bach verranno interpretati da primi ballerini, solisti e corpo di ballo del Teatro dell’Opera, tra i cui nomi spicca l’etoile Eleonora Abbagnato. Carmen , L’Arlésienne  e Le Jeune Homme et la Mort: tre intensi balletti narrativi,  storie d’amore tormentate, dall’esito drammatico. Destini funesti, parimenti a quello di Giselle, balletto in due atti che andrà in scena dal 20 al 24 Settembre, con la coreografia Patricia Ruanne per le musiche di Adolphe Adam. Con gli spettacoli continuano anche le speciali promozioni dedicate ai soci Pro Loco! Per le date del 13 e 23 Settembre,  grazie all’iniziativa Settembre sulle Punte, il Teatro dell’Opera ha riservato uno sconto speciale per i possessori della tessera, che potranno assistere ad entrambi gli spettacoli con un pacchetto a soli 60 (palchi laterali) o 80 euro (platea e palchi centrali). Ulteriori informazioni e indicazioni su come aderire all’iniziativa sulla brochure allegata. Affrettatevi, i posti sono limitati! Consulta la convenzione stipulata tra Pro Loco Roma e Teatro dell’Opera di Roma per scoprire gli altri sconti riservati dallo storico teatro romano ai nostri...

Leggi

IV EDIZIONE DEL CAMMINO DA FRANCESCO A FRANCESCO

Partirà da Piazza San Pietro domenica 17 settembre alle 12.30 la quarta edizione del cammino ‘da Francesco a Francesco’ che ripercorrerà i luoghi vissuti dal Santo tra boschi, strade e sentieri di Umbria e Lazio. La staffetta ‘da Francesco a Francesco’ rientra nel più ampio progetto nazionale dei Cammini Italiani, che nasce per valorizzare e incrementare tutti i cammini italiani esistenti e mettere a frutto le potenzialità del nostro ricco territorio, sopperendo alla gestione frammentata e dispersiva dell’offerta e cercando di rispondere alle difficoltà e alle necessità del pellegrino. L’iniziativa che partirà da Piazza San Pietro domenica 17 settembre alle 12.30 e si concluderà ad Assisi il 4 ottobre, verrà illustrata nei dettagli in una apposita conferenza dell’UNPLI, l’unione delle Pro Loco italiane, che si terrà presso il MIBACT (Sala Spadolini) il giorno 13 settembre alle ore 11. IL...

Leggi

CERVETERI ETRUSCAN EXPERIENCE: 8-10 SETTEMBRE ALLA NECROPOLI DELLA BANDITACCIA

 “Un evento eccezionale all’interno della Necropoli della Banditaccia in cui musica, cultura, archeologia, storia e degustazioni dei vini della nostra terra saranno i protagonisti. Con tre aperture serali fino a mezzanotte il nostro sito archeologico si appresta ad ospitare un grande evento, che tutti gli appassionati del nostro territorio e della tradizione etrusca non possono assolutamente perdere”. Lorenzo Croci, Assessore al Turismo del Comune di Cerveteri, presenta così la seconda edizione di “Etruscan Experience: piaCaere Etrusco”, la manifestazione in programma da venerdì 8 a domenica 10 settembre nel Sito UNESCO di Cerveteri. Come lo scorso anno, si rinnova l’appuntamento con la musica: torna infatti l’Etruria Jazz Festival, con tre serate con musicisti e gruppi che si esibiranno in un raffinatissimo jazz. La manifestazione è promossa dall’Amministrazione comunale di Cerveteri in collaborazione con la Presidenza del Consiglio della Regione Lazio, la Soprintendenza archeologica del Lazio e dell’Etruria Meridionale, l’Associazione della Strada dei vini delle Cantine Etrusco-Romane e da Artemide Guide. “Experience Etruria sarà un’occasione unica e imperdibile per Cerveteri – prosegue l’Assessore Lorenzo Croci – un’opportunità per mettere in vetrina le eccellenze del territorio, dal vino alle ceramiche dei nostri artigiani, il tutto all’interno di una cornice tra le più belle al mondo, la Necropoli Etrusca della Banditaccia”. Per maggiori informazioni: https://goo.gl/tet59g  ...

Leggi

FLYING BIRD, MOSTRA D’ARTE A BORGO VITTORIO

“Se potessi esprimere esprimere i colori della mia anima con le parole non sentirei il bisogno di dipingere”. Queste parole di Kristina Savaleva rappresentano meglio di tutte il suo approccio con la tela e con l’arte stessa. Il 2 settembre alle ore 18 inaugurerà la sua mostra d’arte a Roma nel cuore dell’antico Borgo Vittorio, presso Arte Borgo Gallery. La sua mostra ‘Flying Bird’ simboleggia il desiderio dell’anima alla cognizione del mondo nuovo e bello. Il mondo visto dal volo di un uccello mostra l’anima dell’autore e l’amore per la conoscenza e la libertà di pensiero. Lo stile della striscia e la tavolozza di colore aiuta a mostrare il desiderio di andare avanti. Naturalmente la fede è la principale ispirazione del volo e l’abilità dell’artista. L’artista – Kristina Savelyeva è nata nel 1987 negli Urali meridionali. Fin dall’infanzia sogna dipingere il mondo in colori vivaci. Kristina ha più di 8 anni di esperienza come decoratore d’interni a Mosca. La sua passione per la pittura rimane con lei per tutta la vita. Ama dipingere personaggi buoni, sentimenti positivi e ci riesce con l’utilizzo di colori puri e luminosi. Le opere di Kristina adornano le case e sono esposte nelle gallerie Mosca, Istanbul, Dubai, Roma e altre città. “Sono stata bambina e sono andata in una scuola d’arte in una piccola città russa, Chelyabinsk, e ho immaginato di scrivere una lettera a mia mamma dall’Italia: le ho scritto della mia vita e del lavoro da artista in questo paese colorato. Sapevo già che cosa avrei fatto nella mia vita, sono un artista, sono un osservatrice e una sognatrice; spero che la gente apprezzi le mie opere d’arte. I sogni diventano realtà. Come i bambini riesco a rendere fantastico il mondo e questo mi ispira a una nuova creatività. Cerco di raccontare la semplicità della gioia. Come un ricordo di infanzia per ogni spettatore” La mostra, inserita nella rassegna Coesistenze, sarà inaugurata sabato 2 settembre presso la Galleria d’Arte Borgo Vittorio in via Borgo Vittorio 25. Per...

Leggi

PRIMI PIANI: le icone del cinema nelle fotografie di Pino Settanni

Istituto Luce Cinecittà mette in mostra gli scatti di Pino Settanni Dopo lo straordinario successo della mostra che nella scorsa primavera ne ha celebrato il lavoro di reporter in giro per il mondo, Istituto Luce Cinecittà torna a celebrare il genio fotografico di Pino Settanni con un’esposizione che si annuncia come uno degli eventi imperdibili di questa estate romana, e che omaggia la sua opera più nota e inimitabile: quella di ritrattista delle stelle, delle icone, dei protagonisti del cinema italiano. Primi Piani – Le icone del cinema italiano fotografate da Pino Settanni, che inaugura al pubblico Mercoledì 26 luglio presso il Teatro dei Dioscuri al Quirinale promossa e organizzata da Istituto Luce Cinecittà, è il racconto in oltre 50 grandi ritratti, del fascino, del segreto, dei successi di una stagione straordinaria del nostro cinema, in significativa coincidenza con gli 80 anni festeggiati quest’anno da Cinecittà. Una mostra che riunisce i più celebri scatti di attrici, attori, divi, e registi realizzate dal grande fotografo:  immagini note e presenti nella memoria di appassionati, ma anche altre meno conosciute, assolute scoperte per tutti gli amanti della settima arte. Ritratti dedicati a personaggi amatissimi, parte della memoria collettiva e del nostro immaginario. Un corpus di fotografie dalla tecnica riconoscibile, icastica, di formidabile semplicità comunicativa. Con un marchio di fabbrica: un’opera al nero, quello di tutti i fondali in cui Settanni ospita i suoi soggetti (spesso amici del fotografo) accompagnati da un oggetto-simbolo elettivo, scelto dagli stessi protagonisti. Opere al nero, ma da cui far esplodere un mondo di colori: registri e attori dietro l’obiettivo di Settanni risultano sempre decisamente se stessi, anche se in pose e panni inattesi. Di tutti loro si può dire che Settanni crea un personaggio, per farne emergere la persona. Allora si troverà Federico Fellini in una deflagrazione di matite, il mitico Monicelli in veste di ‘monaco’, Mastroianni scolpito in un remake a colori e maturo de La dolce vita sulla spiaggia, Monica Vitti ipnotica dietro un uovo di struzzo, una estatica Ornella Muti, Robert Mitchum e Sergio Leone scolpiti come nei piani ravvicinati dei loro film. E ancora Mariangela Melato, i Taviani, Dario Argento inquietante, empatico, un Lino Banfi e una Edwige Fenech come mai li si è visti, Massimo Troisi eternato nella sua sensibilità, accanto all’affabile divismo della Loren, di Nino Manfredi. E tanti altri. Compaiono le familiari ‘sciarpe rosse’, uno degli oggetti feticcio dello stesso Settanni, che le presta ai compagni di viaggio come un filo a unirne gli sguardi, e che avvolgono Carlo Verdone, Pupi Avati, Lina Wertmuller, Franco Nero…     Una vera festa del fascino, della complicità, della sensualità del cinema. Non è stato regista Settanni, ma in queste foto non...

Leggi

Pin It on Pinterest