La Dogana Food

La Dogana Food in Via del Porto Fluviale Se avete voglia di assaporare la cucina orientale in una moderna location al centro di Roma, la Dogana Food fa al caso vostro. Ambiente ristrutturato di recente nei minimi particolari, il ristorante è il luogo ideale dove poter gustare piatti tipici orientali accostati alla tradizionale cucina italiana. Di fatto la Dogana Food è cucina cinese, cucina giapponese, cucina thailandese, cucina italiana e cucina sud-americana, fuse in un unico mix, per lasciare a voi la scelta tra un menù orientale e un menù occidentale. Tutte le sere potrete selezionare i prodotti tra un diversificato buffet a base di pesce, carne, verdure, che offre qualità e genuinità. Tutto fresco e preparato al momento, sarete voi a scegliere il miglior filetto o la migliore spigola da farvi cucinare sul momento dagli chef che vi aspettano nella cucina a vista al centro del ristorante. La formula della Dogana Food è un buffet illimitato con prezzo fisso, ad esclusione delle bevande. E’ qui che si concentra la formula del mix di sapori, per lasciare a voi la scelta di poter gustare le specialità di diversi paesi nello stesso menù ad un unico prezzo. Un idea originale per accogliere il cliente nel migliore dei modi. La Dogana Food Via del Porto Fluviale 67/b Aperto tutti i giorni, Pranzo dalle 12:30 alle 15.00 Cena dalle 19:30 alle 24.00 Telefono 06...

Leggi

Destination Restaurant : Rubagalline

Dove : Via della Muratella, 535 | Localita’ Maccarese, 00148 Fiumicino, Italia Contatto : +39 06 65000137 Destination Restaurant : Rubagalline Ci sono ristoranti che da soli riescono a spingere le persone ad andare in un luogo fuori dal centro abitato solo per poter provare un’esperienza culinaria speciale promessa da questo tipo di strutture, quando succede questo ci troviamo di fronte ad un Destination Restaurant, uno dei primi ristoranti Romani a guadagnarsi questo titolo è stato sicuramente Rubagalline, che si trova a Maccarese, che è stato il primo ristorante a Roma ad offrire la possibilità di scegliere la carne al banco, oggi anche alcune catene di ristoranti come Bovas danno questa possibilità ma all’epoca era un vero must. Rubagalline : I giudizi Le recensioni del ristorante sono piuttosto contrastanti, ci sono gli amatori che difendono il posto a spada tratta e poi ci sono i delusi, la maggior parte dei quali più che dalla qualità del cibo dalla qualità del servizio, che effettivamente è la pecca principale del ristorante, di solito se non si conosce il proprietario o i personaggi storici ci troveremo di fronte un servizio non proprio impeccabile, anzi alle volte si cade persino nel menefreghismo. Il mio giudizio personale naturalmente è legato molto ai ricordi, quando penso a Rubagalline mi viene in mente quella che a Roma sud viene chiamata la fettuccia , cioè Via Portuense nel tratto extraurbano, con il verde che sembra ingoiare la strada per poi trasformarsi in una strada piena di cave e smorzi fino all’arrivo a Ponte Galeria. Segnalaci i tuoi destination restaurant preferiti Una persona da sola non potrà mai conoscere tutti i segreti di una città, soprattutto se quella città è Roma, per questo vi invitiamo a segnalarci i ristoranti per i quali siete disposti a percorre anche 25 km per poter assaporare le loro delizie, per farlo commenta questo...

Leggi

La Locanda dei Girasoli a Roma

La Locanda dei Girasoli, un ristornante – pizzeria sui generis  La Locanda dei Girasoli è un ristorante pizzeria nel quartiere Quadraro a Roma, in via dei Sulpici. Nasce per promuovere l’inserimento lavorativo di persone affette dalla sindrome di Down dopo un programma individuale di formazione finalizzato all’inserimento lavorativo. Questo progetto inizia nel 2000 grazie alla cooperativa “I Girasoli”, che con l’impegno dei ragazzi che ne fanno parte e con l’aiuto dei sostenitori, sono riusciti a dar vita a questa straordinaria impresa. La Cooperativa I Girasoli sembra aver trovato la formula vincente di imprenditoria sociale che crea opportunità di lavoro anche ai più disagiati, dando loro una dignità tutta nuova. Obiettivi della cooperativa sono la mutualità, il rispetto della persona, la solidarietà e la democraticità proponendo un nuovo modello di imprenditorialità che abbatte i pregiudizi e l’emarginazione per restituire una nuova immagine e una nuova dignità agli appartenenti alle categorie protette. La Locanda dei Girasoli è un ristornate – pizzeria moderno, raffinato e semplice. All’interno si respira un’atmosfera familiare, ottima per rinfreschi, cene di coppia, serate con amici e cene di lavoro. È possibile scegliere sempre un menù di pesce fresco o piatti di terra preparati con cura e attenzione. La cucina è una reinterpretazione della cucina tipica romana, per cui è possibile trovare un primo piatto con il guanciale con aggiunta di cavolo e borlotti, o ancora la tipica trippa o il tipico pecorino romano, con la possibilità di scegliere anche un più raffinato maialino laccato al miele di castagno in salsa di fichi. Per quanto riguarda la pizza è possibile assaporare la pizza classica o specialità tipiche della casa, come la pizza girasole con mozzarella, funghi porcini e fiori di zucca. La Locanda dei Girasoli è attenta anche alle intolleranze alimentari e alle restrizioni di natura sanitaria, etica e religiosa, per cui c’è una innumerevole scelta nei...

Leggi

Pizza e Mortazza, l’aperitivo amato dai romani

Pizza e Mortazza, l’aperitivo amato dai romani Cos’è Piazza e Mortazza: Siete in giro per Roma? Sentite un odorino di mortadella diffondersi nell’aria? Aprite gli occhi e scrutate gli angoli vicino a voi, troverete un’ape rosa a pois bianche… l’odore che sentite viene proprio da la. È un’ape-Piaggio che vende pizza e mortadella, molto amata da romani! Pizza e Mortazza è una proposta alternativa, lontana dalla consuetudine, apprezzata da grandi e piccini. Con Pizza e Mortazza si unisce il concetto di Street Food, ai sapori appartenenti alla tradizione romana, infatti nasce dall’idea di mangiare qualcosa di tipico ma spendendo poco. Pizza e Mortazza, per noi solo mortadella Bologna!: La mortadella usata dalle api di Pizza e Mortazza è la Mortadella Bologna. Perché è l’unica e originale che può essere prodotta solo nelle zone dell’Italia centro-settentrionale. Uno dei prodotti gastronomici più importanti della zona che rappresenta il marchio di riconoscimento di Pizza e Mortazza. La mortadella è nata a Bologna nel 1661, anno in cui, a seguito di un bando varato dal cardinale Farnese, venne codificata la produzione di questo salume, di cui, ancora oggi, si parla nella letteratura italiana.  Pizza e Mortazza. Segni particolari: pizza e mortadella! L’idea dell’ape rosa a pois bianche è venuta all’imprenditore Adriano Antonioli e ai suoi soci. Quest’ape che scorrazza per le vie della città capitolina con a bordo solo pizza bianca e affettatrice per la Mortadella Bologna IGP, percorre le strade del centro storico ed è considerato uno dei primi food truck alternativo romano. Spesso è possibile avvistarla a Trastevere o dovunque ci sia gente affamata. Da bere è possibile scegliere bevande semplici come il chinotto e la cedrata tassoni. Questa scelta è stata fatta dagli imprenditori di Pizza e Mortazza perché l’idea è quella di riproporre un sapore autentico del passato. Il suo successo è dovuto anche alla velocità con cui si è sparsa la voce sui social network. Noi l’abbiamo già assaggiata…voi cosa aspettate? Per seguire e scovare dove si trova Pizza e Mortazza, tenetevi aggiornati sul...

Leggi

Sora Lella, il ristorante che ha fatto la storia

Sora Lella, il ristorante che ha fatto la storia Sora Lella è tra i ristoranti che hanno fatto la storia della città di Roma; si trova a Via di Ponte Quattro Capi al numero 16, nell’Isola Tiberina. Il fine settimana lo troverete sempre aperto perché fa orario continuato. Sora Lella è su due piani, composto da tre stanze, una piccolina all’ingresso e due un po’ più grandi rispettivamente al piano terra e al primo piano. Qui è possibile degustare piatti tipici della tradizione romana quasi dimenticati e piatti un po’ rivisitati per incontrare il gusto del pubblico più giovane ed esigente. Per chi va la prima volta, è consigliato il menù degustazione di carne con i piatti tipici romani, in cui sarà possibile assaggiare le polpettine di “Nonna Lella” in umido, gli gnocchi di patate all’amatriciana, il rollè di abbacchio disossato con contorno di schiacciata di patate e, per “sciacquare” la bocca, una deliziosa torta di ricotta romana DOP con confettura di visciole. Per chi ama il pesce il menù degustazione non è da meno. Sarà possibile assaporare il carciofo alla giudia, obbligatoriamente preparato con i carciofi romani, i Paccheri alla maniera “der capitano” pescatore, ricetta risalente al 1947 data da un “pesciarolo” de Campo dei Fiori, un secondo piatto fatto di calamari ripieni di melanzane e gamberi, affogato al vino bianco su un letto di cipolle caramellate, e per finire il gelato Sora Lella di ricotta romana DOP e stracciatella di visciole. Ed infine, poiché da Sora Lella si cerca sempre di andare incontro alle esigenze del cliente, c’è anche il menù degustazione vegetariano che consiste in un buon antipasto con caprese di primo sale della campagna romana all’olio sale e pepe, un bel piatto di rigatoni con pomodoro fresco e basilico, seguito da una porzione di melanzane con ricotta romana DOP, miele e noci e, per chiudere in bellezza e senza troppo appesantirsi, sarà possibile assaporare un sorbetto artigianale di frutta fresca. Curiosità: Il ristorante Sora Lella è diventato famoso grazie alla notorietà della proprietaria: Elena Fabrizi, detta appunto Sora Lella, che prima di diventare attrice e seguire le orme del fratello Aldo, lavorava nel campo della ristorazione e gestiva questo ristornate con il marito e il figlio Aldo Trabalza, che ne è rimasto l’unico...

Leggi

Eataly: Enogastronomia italiana tutta da assaporare

Eataly: Enogastronomia italiana tutta da assaporare Eataly cos’è? Eataly nasce a Torino nel 2007. La filosofia su cui si basa è sostenibilità, responsabilità e condivisione. Il nome viene dalla fusione delle parole “eat”, che in inglese vuol dire “mangiare” e Italy. Ad oggi, Eataly si trova in pochissime città ed è un supermercato tutto italiano così particolare che è impossibile non andarlo a sperimentare. Eataly: cosa lo distingue dagli altri supermercati. Vi è mai capitato di fare la spesa e voler assaggiare subito quello che avete appena comprato? Be’, da Eataly si può! Sì, perché è possibile prendere un carrello, scegliere cosa assaggiare, pagare alla cassa e poi portare tutto al cuoco e farsi preparare un saporitissimo pranzo o una prelibata cena. Ma per chi non ha nessuna voglia di aggirarsi con i carrelli pieni di spesa in giro per il supermercato, è possibile semplicemente sedersi e ordinare qualcosa al menù. Eataly, cosa mangiare: a Roma si trova in Piazzale XII Ottobre, vicino alla stazione metropolitana di Piramide. All’ingresso c’è un parcheggio ed è possibile sostare quanto si vuole. Eataly è diviso su tre piani, in ognuno dei quali è possibile trovare dei ristorantini dove è possibile sedersi senza prenotare. Ognuno di questi ristorantini propone delle diverse specialità. In alcuni ristorantini di Eataly è possibile assaggiare una buona pizza napoletana, in altri un primo con un sugo di carne di cervo o daino provenienti dalle regioni a Nord dell’Italia o un secondo a base di pesce o carne sostenibile, con un contorno di verdure biologiche. Per chi vuole concedersi un vino decantato c’è l’angolo dei vini, e ancora l’angolo birra per chi vuole degustare una buona birra artigianale. Infine, il ristorantino/pasticceria con una varietà di dolci per grandi e piccini, ricette di ogni regione tutte da assaggiare. Tra gli scaffali e, è possibile trovare la pasta di grano duro di Gragnano; il vino siciliano, gli spumanti piemontesi, l’olio pugliese, i salumi del veneto e tanto altro ancora. Eataly, curiosità: Per gli amanti della cucina, è possibile anche partecipare ad alcuni corsi organizzati direttamente da Eataly. Tema: cucina tipicamente italiana, cucina greca o araba, corsi di pasticceria e molti altri....

Leggi

Antica Birreria Peroni dal 1906

Antica Birreria Peroni dal 1906 L’Antica Birreria Peroni è una delle trattorie più rinomate di Roma. Frequentata sia da turisti che da cittadini romani, si trova in via San Marcello, una delle vie più centrali della capitale. San Marcello, interamente costituita da sampietrini, è una via storica. In passato, proprio dove ora si trova la birreria, vi era la stazione delle poste romane dove i corrieri si recavano per rifocillare i loro cavalli. Proprio lì il pontefice San Marcello venne costretto ai lavori più degradanti e, parecchi anni dopo la sua morte, sulle rovine della scuderia, venne costruita una chiesa in suo onore, la Chiesa di San Marcello al Corso. Nei primissimi anni del ‘500, la chiesa fu distrutta da un incendio. E’ agli inizi del ‘900 che divenne un deposito di birra e ghiaccio. All’ingresso vennero posti dei vasconi in cemento adatti a contenere le bottiglie di birra coperte dal ghiaccio tritato e da un telo per non far disperdere il freddo ed ai clienti era assegnato un boccale numerato per gustare la birra. Con il passare degli anni i proprietari dell’Antica Birreria Peroni hanno pensato di abbinare alla birra dei piatti tipici. È possibile trovare una vasta scelta di carne come le lombate di vitella, le bistecche di manzo, le fiorentine, le braciole di maiale. Per gli stranieri più restii ad abbandonare le loro abitudini, si possono gustare i wurstel tedeschi. Ma la specialità della casa, da sempre oggetto di battute e scherzi per la sua forma particolare, è il wurstel Kilometer. Il Kilometer, oltre ad essere un ottimo piatto da gustare, vuole essere anche un rito propiziatorio di benessere e felicità. Quando lo ordinerete scoprirete il perché…. Le birre sono quattro: la classica Peroni Nastro Azzurro, la Crystall Red, rossa decisa, la Fuller’s London Pride e la doppio malto. Per gli amanti del vino è possibile degustare un bianco dei Castelli Romani o un Montepulciano d’Abruzzo di prima scelta. L’antica Birreria Peroni si trova a Via S. Marcello 19 – 00187 Roma ed è aperta dal Lunedì al Sabato dalle ore 12.00 alle 24.00, con orario continuato. Giorno di chiusura:...

Leggi

Universo Vegano: Il nuovo Fast-Food approda a Trastevere

Universo Vegano: il nuovo fast-food approda a Trastevere Che cos’è il Veganesimo:  Il Veganismo è una filosofia di vita che consiste nel rifiuto non categorico dell’uso e del consumo dei prodotti di derivazione animale. Questa parola fu coniata nel 1944 da due vegetariani puri prendendo le prime e ultime lettere del termine inglese Vegetarian, con l’indicazione che il Veganismo era “l’ inizio e la fine del vegetarianismo”. Chi abbraccia questa filosofia riconosce l’impossibilità dell’uomo di non sfruttare o uccidere gli animali. Nonostante ciò, si propone di evitare, per quanto possibile, di prendere parte alla loro uccisione o al loro sfruttamento per la sperimentazione. Questa filosofia ha sia un forte impatto sull’abbigliamento, per cui il Vegano non indossa capi né cuciti né rifiniti in pelle di animale, sia sui prodotti cosmetici, ma, in particolar modo, sull’alimentazione. Impatto del Veganesimo sull’alimentazione: il Vegano non consuma carne, pesci compresi, latte e derivati, uova e miele. Il consumo di cibi animali è un problema etico. Cibarsi di carne o di tutti i prodotti proveniente da un animale significa sostenere e appoggiare l’industria zootecnica e della pesca. Per il Vegano è inconcepibile poiché tali settori sfruttano e uccidono un numero di animali sempre più elevato. Il Fast-food Universo Vegano: nasce in seguito all’esigenza di un numero sempre crescente di persone che decidono di abbracciare il veganesimo come filosofia di vita. Universo Vegano si propone di creare un’alternativa a quei ristoranti o pizzerie che non danno nessuna possibilità di scelta a coloro che preferiscono una cucina vegetale. In realtà, Universo Vegano è anche un’ottima alternativa per chi soffre di intolleranze alimentari come quella al glutine o per chi segue un regime alimentare anti-allergico.  E’ possibile trovare hamburger vegetali, (come quelli al Tofu o alla soia), ma anche piadine, focacce, zuppe, tutti piatti preparati con prodotti biologici e di stagione, al 100% cruelty-free, che incontrano il gusto di vegani, vegetariani e anche “onnivori”, perché no....

Leggi

Dove gustare il miglior Caffè a Roma

Tutti, da tempi remoti, parlano del caffè in ogni campo artistico: nel teatro con Carlo Goldoni e la sua opera “La bottega del caffè, nel cinema dove con la stagione del western Americano il caffè veniva consumato al crepuscolo, davanti ad un fuoco acceso nella prateria quasi come fosse una liberazione dopo una giornata di scorribande contro gli indiani e in ambito musicale con Johann Sebastian Bach che compose la celeberrima opera come “La cantata del Caffè”. Per una pausa di gusto: dove gustare il miglior Caffè a Roma Meta storica per i buoni intenditori, il miglior caffè a Roma è il “Caffè Sant’ Eustachio”. In questo piccolo locale tra Piazza Navona e il Pantheon si potrà gustare un caffè davvero speciale, dove l’ uso dei migliori caffè arabica e l’ alta qualità lo rendono inconfondibile e famoso in tutto il mondo, tanto che il Washington Post ha voluto intervistare i nostri produttori. Così scrive Erin Mister a proposito del Caffè Sant’Eustachio: “Qui la tecnica e le miscele sono così riservate che anche i baristi si nascondono mentre preparano un caffè dopo l’altro. Da quando ha aperto nel 1938 si dice che siano stati preparati 4000 espressi al giorno. Qualunque sia il segreto, il risultato è delizioso”. Nelle vicinanze del Pantheon, in Via degli Orfani vi è anche “Tazza d’ oro” . Una torrefazione storica fondata nel 1946 da Mario Fiocchetto , qui materia prima e qualità sono ottime. Un altro buon caffè si può gustare presso il “Gran Caffè Illy” da poco giunto a Roma, situato all’interno di Eataly , dove si degustano i caffè classici ai mono-arabica.  Infine a Via Condotti presso “Caffè Greco”  si può gustare un ottimo caffè e godere di una location altrettanto sorprendente. Curiosità: Il Caffè più caro del mondo è un particolare Caffè Indonesiano. Ha un costo che varia da 500 Euro a 900 Euro al Kg. Stiamo parlando del Kopi Luwak, prodotto con le bacche, ingerite, parzialmente digerite e defecate dallo Zibetto delle...

Leggi

Street Food: Una risposta alternativa al Ristorante

Street Food: Una risposta alternativa al Ristorante Cos’è lo Street food: Partiamo dalle basi per chi fosse rimasto un po indietro in ambito di ultime tendenze gastronomiche. Cos’è esattamente lo street food? Nulla di più che mangiare per strada, molto spesso in piedi, un cibo veloce e facile da preparare. Panini, kebab, piadine e così via. I prodotti sono spesso preparati al momento ed in pochi minuti; caratteristiche che hanno fatto sì che lo street food prendesse subito “un’ottima piega”. Non solo sandwich: Si è vero lo sappiamo, a noi come a voi la prima immagine che viene in mente pensando allo street food è quella di un panino. Oggi invece scordatevi il classico panino prosciutto e mozzarella, sarà solamente un vago ricordo. I locali street food offrono una vasta scelta di ingredienti per creare il vostro sandwich preferito e una vasta scelta di alternative al panino. Mood Street Food: Farsi trascinare dallo street food è stato facile. In molti casi l’ ottimo rapporto qualità prezzo e la vita frenetica della città con orari ristretti hanno garantito il successo del cibo fast e low cost. L’ affermazione dello Street Food a Roma: Il cibo da strada ha trovato a Roma terreno fertile. Vogliamo quindi segnalarvi quelli che secondo noi possono essere considerati i migliori venditori di Street Food nella capitale. Trapizzino: Ha aperto da circa un anno, precisamente il 13 Dicembre 2013 a Piazzale Ponte Milvio il locale street food di Stefano Callegari “Trapizzino”. Dalle ore 13:00 fino a sera sarà possibile gustare i vari tipi di trapizzino. Qui si cerca di far tornare in voga gli antichi sapori della cucina italiana e soprattutto romana. Ma che cosa è un trapizzino? Consiste nell’inserire all’ interno di una pizza bianca di forma triangolare (preparata secondo degli specifici passi per far si che il contenuto non fuoriesca) secondi e contorni deliziosi, creando all’interno del palato del cliente un esplosione di sapori unici e inimitabili. L’Ape-rnacchia: Strepitoso e originale successo di alcuni ragazzi romani che hanno deciso di creare un “Pub Itinerante” con la loro Ape della Piaggio. Non c’è un posto fisso dove incontrare l’ Ape-rnacchia ma consultando la loro pagina Facebook, potete scovare dove si trovano! Imperiale: Quando prima raccontavamo, che lo Street Food ha avuto un evoluzione, Imperiale ne è l’ esempio. In Via dei Coronari 160, il cibo di strada è: la pasta!!! Chi l’ avrebbe mai immaginato. Un po’ scomodo penserete, ma per un piatto di pasta a poco prezzo ne vale la pena! Ottimo rapporto qualità-prezzo, e primo su tripadvisor. Pasta fatta a mano. Se siete nei paragi e avete fame, tappa obbligatoria. Manolo: Il nome rimane un’ incognita, ovvero è una vita che...

Leggi

Pin It on Pinterest