#VIALIBERA 2019

Il 24 marzo: primo giorno di #vialibera La prima edizione del 2019 di #vialibera coincide con la domenica ecologica del 24 marzo, essa è promossa dal Comune di Roma che prevede la chiusura al traffico di diverse strade della città. Un anello ciclopedonale di 15 km rimarrà chiuso totalmente o parzialmente al traffico dalle 10 alle 18, permettendo ai cittadini di vivere le loro strade prive di smog. Lungo tutto il percorso ci saranno una serie di eventi, feste ed iniziative promosse anche dai musei della città. Saranno presenti vari punti di interesse all’interno dell’anello, che renderanno ancora più ricca e divertente questa giornata all’insegna della mobilità sostenibile. #VIALIBERA attua finalità ed obiettivi del Piano Generale del Traffico Urbano (Del. A.C. n. 21 del 16 aprile 2015) con iniziative che vogliono migliorare la “vivibilità” degli ambiti urbani e la qualità di vita dei cittadini; abbassare i livelli di inquinamento e smog; incentivare la “mobilità attiva” a piedi e in bicicletta; offrire spazi per iniziative sociali e momenti di aggregazione. Sono già previste altre date per il 2019: 8 aprile, 12 maggio e 16 giugno. Inoltre il Comune di Roma Capitale invita, chi vuole contribuire alla valorizzazione dell’iniziativa, a proporre delle attività da realizzare lungo l’itinerario in una o più delle giornate. Per ulteriori informazioni visitare il sito di Roma...

Leggi

Internazionali d’Italia, la Roma che funziona

Internazionali d’Italia, la Roma che funziona Lo sport è un grande maestro di vita, si sa, in questo caso potrebbe essere un esempio concreto da seguire per la città, che ha bisogno di una scossa per svegliarsi dal torpore in cui è caduta negli ultimi 10 anni la capitale d’Italia ma quale evento è stato così virtuoso da poter essere imitato? Semplice gli Internazionali d’Italia. Internazionali d’Italia : un successo ? Fatturato totale : 23 milioni di € [ triplicato rispetto all’edizione 2012 ] Fatturato biglietti : 7,8 milioni di € Record di Presenze Giornaliero : 32026 spettatori I fatturati e le presenze del torneo sono impressionanti, ancora di più se si pensa che neanche 10 anni fa gli Internazionali erano sul punto di sparire, ma come è stato possibile ottenere risultati del genere? Sicuramente il primo passo è stato riuscire ad assicurarsi i tennisti migliori del circuito, quindi la qualità premia sempre, poi naturalmente l’unificazione della manifestazione maschile e quella femminile ha aumentato di molto l’appeal del torneo, completano il tutto i nuovi impianti ed il miglioramento dell’intrattenimento durante e dopo le gare e ultimo elemento ma non per questo meno importante il supporto del sistema tennis al torneo. Internazionali d’Italia : come applicare il successo alla città? La qualità premia sempre, questo è sicuramente il primo concetto che la città dovrebbe far suo, le eccellenze, il meglio attira sempre un tipo di pubblico con una disponibilità di redditto maggiore, miglioramento dei trasporti pubblici, qui il problema non è la linea C ma che ci vorrebbe anche una linea D, E, F, G ed una circolare, valorizzare la storia ma non guardare con snobbismo al pop. Internazionali d’Italia : PS E’ già possibile acquistare i biglietti per gli Internazionali BNL d’Italia 2015 : Acquista...

Leggi

Pin It on Pinterest