Presentazione letteraria alla Pro Loco di Roma

Sabato 21 gennaio le autrici Simona Teodori e Luana Troncanetti presenteranno le loro raccolte di racconti edite per “L’Erudita”, marchio della Giulio Perrone Editore. “Figlie di Eva” di Simona Teodori e “Agrodolce” di Luana Troncanetti verranno presentati nella sede della Pro Loco di Roma in Via Giorgio Scalia 10b alle ore 11.00. All’evento saranno presenti le due giovani autrici che leggeranno alcuni passi dei loro libri. Le due scrittrici romane si sono cimentate in due raccolte di racconti il cui minimo comune denominatore sta in una prosa semplice ma accattivante attenta a restituire al lettore personaggi a tutto tondo, ricchi di sfaccettature e contraddizioni. Le storie si prestano ad essere lette con piacere e agilità, i racconti travalicano i generi letterari e tratteggiano realtà anche molto distanti tra loro: il lettore si troverà catturato in universi letterari vari e peculiari, testi che lo faranno ridere e commuovere a distanza di poche pagine. Simona Teodori: nata a Roma, è autrice di “Voci partigiane” e ha partecipato a varie antologie per la Giulio Perrone e L’Erudita. Ha vinto il premio letterario “Un’estate a Roma” tenutosi durante la manifestazione “Libri a mollo”. “Figlie di Eva” è uscito per L’Erudita il 5 dicembre 2016. Luana Troncanetti: nata a Roma, è autrice di alcune opere in digitale come il romanzo noir “Silenzio” e ha partecipato a diverse antologie per la Giulio Perrone e la Fabbri Editore. È stata l’unica donna romana a vincere il premio Massimo Troisi e si è classificata al primo posto nel concorso letterario “Donna sopra le righe”. “Agrodolce” è uscito a dicembre 2016 per L’Erudita...

Leggi

LOST IN ROME

Angelo Maggi sarà in scena al Teatro Belli dal 24 gennaio al 5 febbraio con “Lost in Rome”, uno spettacolo scritto e diretto da Pierpaolo Palladino. Con testi e poesie di Giuseppe Gioacchino Belli, Giggi Zanazzo, Cesare Pascarella, Trilussa, Checco Durante e Mauro Marè.  Al Teatro Belli di Roma, nel cuore di Trastevere, torna Angelo Maggi: dal 24 gennaio al 5 febbraio l’attore e doppiatore romano ripropone uno dei suoi spettacoli di maggior successo, “Lost in Rome”. Lo spettacolo guiderà il pubblico alla scoperta della grande bellezza di Roma: il protagonista, Lorenzo, è un giornalista disincantato e stanco degli scandali politici che colpiscono la Città eterna. Proprio quando sta per rassegnarsi al clima di abbandono che si respira nella sua città, riceve dal suo direttore l’incarico di scrivere un pezzo che racconti una Roma fiduciosa, che guarda con speranza al futuro. Per cercare l’ispirazione decide di girare per la città come farebbe un turista e così facendo ne riscopre lo splendore, l’eleganza e il fascino senza tempo. Roma è talmente ricca di bellezza che Lorenzo rischia quasi di esserne sopraffatto: novello Stendhal si muove tra i quartieri e le strade della città e, tra sonetti e canzoni, porta con sé il pubblico in questa riscoperta piena di stupore e meraviglia. Lo spettacolo fa riflettere su come spesso proprio i cittadini romani, indaffarati e immersi nel tran tran quotidiano, si scordino della bellezza ammaliante della città dove vivono. Ad accompagnare Angelo Maggi ci saranno Francesca Maggi e gli arrangiamenti e contaminazioni musicali della Banda...

Leggi

Impara a conoscere il vino che bevi: corso di Sommelier a Roma

Regalatevi un corso di Sommelier! Il corso di Sommelier, tenuto da Giancarlo Bertollini e patrocinato dalla Pro Loco di Roma, si comporrà di 9 incontri della durata di circa due ore ciascuno, con frequenza settimanale, ogni martedì sera, a partire dal 10 gennaio 2017. Il corso si terrà presso il Ristorante “Lo Zodiaco” e offrirà, attraverso la degustazione, un primo approccio al mondo dell’enologia. Il costo complessivo è di € 330,oo (IVA esclusa) e include: tutti i materiali dispense del corso esame di verifica delle conoscenze acquisite rilascio dell’attestato di partecipazione cena di fine corso per apprendere l’arte dell’abbinamento a tavola Per i possessori della “Tessera Socio Pro Loco” è prevista una riduzione del 10% sul costo del corso…cosa aspettate? PRENOTATE SUBITO! Per maggiori info su costi e prenotazioni clicca qui Come gestiamo l’A.E.S. – 1° Seminario di VitiViniColtura  VitiViniColtura ed approccio alla Degustazione  Pratiche di cantina e Degustazione (AES)  Produzione Spumanti e Spumanti Classici Vini Speciali e Accostamenti  Abbinamento Cibo/Vino Liquori & Distillati  EnoMarketing e Degustazione guidata  Degustazione Cieca – Esame con valutazione Cena di Fine Corso con Galateo della Tavola e consegna Attestati   Ci hanno dato fiducia in tantissimi! Accademia Europea Sommelier F.sco Cinzano & C.la S.p.A. S.A.V.I. Florio S.p.A. S.A. Sannite S.p.A. Confcooperative Schultze S.p.A. (Lav. Ind.) Centrale del Latte di Roma Heinz Gmbh (Mat. plast.) I.M.C.A. Bando S.r.l. Divelit S.A. Gruppo S.I.A.- IBM-Inform Apex S.r.l. TeleArcOtt (Archiviazione Ottica)   Il suono morbido di un sughero che viene stappato dalla bottiglia ha il suono di un uomo che sta aprendo il suo cuore. (William S....

Leggi

Giosetta Fioroni. Attraverso l’evento

Mostra a cura di Fabrizio D’Amico e Piero Mascitti presso la Galleria Mucciaccia, Roma Fino al 10 gennaio, presso la Galleria Mucciaccia, sarà possibile ammirare la grande mostra antologica dedicata all’artista romana Giosetta Fioroni. L’esposizione, curata da Fabrizio D’Amico e Piero Mascitti, direttore artistico dell’Archivio Goffredo Parise e Giosetta Fioroni, presenta 40 opere che coprono un arco cronologico che va dal 1964 ai giorni nostri. La Pro Loco di Roma ha voluto essere presente all’inaugurazione della mostra per la rilevanza dell’evento e per far conoscere al popolo di Roma questa grande artista che molto ha dato alla vita culturale della Capitale. Attiva fin dagli anni ’60, la Fioroni ha dato vita, insieme a Mario Schifano, Tano Festa e Franco Angeli alla cosiddetta Scuola di Piazza del Popolo. Il movimento ha contribuito alla diffusione della Pop Art americana in Italia ma al tempo stesso ne ha preso le distanze poiché, dietro ogni lavoro realizzato dai membri della scuola romana, vi era una vera e propria cura artigianale che mancava invece nelle opere degli americani. A questo periodo appartengono gli “argenti”, tele in cui vengono catturati volti e oggetti tratti dall’osservazione del mondo urbano. Le figure anodine qui rappresentate sono ispirate alla realtà quotidiana, delineate con pochi tratti ed una oggettività grafica capace di rendere il soggetto rappresentato simile ad una fotografia molto contrastata. In mostra, oltre ai bellissimi esempi di argenti, anche opere degli anni ’70, come le teche della serie “Spiriti Silvani” probabilmente ispirate dall’interesse dell’artista per il mondo delle fiabe. Negli anni ’80 l’arte di Giosetta esplode nei colori dei teatrini, ceramiche e tele in cui l’indagine del mondo fiabesco si intreccia con la costante ricerca del voler guardare al di là dell’aspetto esteriore delle cose. In mostra sono esibite anche alcune opere realizzate a partire dai primi anni 2000, appartenenti alla serie intitolata “Autoritratto del tempo”, opere così commentate dall’artista in un articolo datato 16 gennaio 2002 e pubblicato su L’Unità: “Mi sembrava che il tempo trascorso con le mie figure avesse lasciato un’impronta, sulla vita, sulla persona, sull’anima-visibile, il volto. Poter ricordare le proprie esperienze di vita, di lavoro in un felice rimando interpretativo per darne forma autonoma e narrante”. La mostra si conclude con alcune delle ultime opere realizzate in questi anni: Marilyn Manson (2009) e Il Ramo d’oro, il bosco sacro (2014). A tutti i nostri amici romani e non consigliamo la visita alla mostra. Giosetta Fioroni. Attraverso l’evento. Fino al 10 gennaio 2017 Galleria Mucciaccia, Largo della Fontanella di Borghese 89 Orari: Lunedi: 15,30 – 19,30 Martedi – Sabato: 10,00 – 19,30 Info: http://galleriamucciaccia.com/event/giosetta-fioroni-attraverso-levento/...

Leggi

“Seguendo la cometa” alle Terme Taurine

Nella vasta scelta di presepi che la Pro Loco di Roma suggerisce di visitare per questo Natale 2016 spicca il presepe vivente organizzato dalla Pro Loco di Civitavecchia. Il 26 e il 27 dicembre 2016 dalle ore 17,30 alle ore 21,00, nel suggestivo scenario delle Terme Taurine, questa rappresentazione dal titolo “Seguendo la cometa” vedrà i volontari della pro loco quali attori immersi in un piccolo villaggio di duemila anni fa, con scene di mercato, locande e botteghe artigiane, cornici realistiche della Sacra Natività. Il messaggio che si intende trasmettere è il bisogno di amore, presente ora come allora. La figura di un angelo accoglierà i visitatori in questo percorso e li farà riflettere proprio sull’importanza di questo sentimento, purtroppo troppo spesso messo in ombra dalla normalità della violenza e dalla guerra della nostra vita attuale. Quale occasione migliore del Natale per fermarsi e comprendere quanto sia necessario rinnovarsi, riconoscersi come fratelli e cercare di vivere ogni giorno in serenità? Perciò non perdete l’occasione di partecipare a quest’esperienza, avvolti da un’atmosfera resa magica anche grazie a giochi di luci e ombre nell’affascinante location di uno dei siti archeologici più belli dell’Italia...

Leggi

Festival di Frascati|New Year’s Parade Roma

Manifestazione promossa dalla Pro Loco di Roma La Pro Loco di Roma promuove la manifestazione ideata dalla società londinese Destination Events in collaborazione con il team americano Youth Music of the world: il Festival di Frascati e la New Year’s Parade di Roma. Giunta alla sua decima edizione, l’evento vedrà a Frascati e nella capitale esibirsi alcune tra le più prestigiose marching band americane, in collaborazione con bande italiane, majorette, artisti di strada e gruppi di danza. I luoghi dell’evento saranno diversi in entrambe le città: le vie dello shopping di Roma, prestigiose basiliche e importanti piazze. “Un’entusiasmante manifestazione internazionale della musica”: così definisce l’evento Lizzie Bone, direttrice per le operazioni in Europa di Destination Events, che è l’organizzazione promotrice anche della London’s New Year’s Day Parade e della Grand Parade de Paris on the Champs Elysee in Paris.   Il programma:  Venerdì 30 dicembre 2016 Frascati, Piazza del Mercato: 11,30 Manatee “Hurricanes” and Fleming Island “Golden Eagles” High School Marching Bands. 12,30 Germantown High School Marching Band Frascati, Piazza San Pietro: 11,45 Manatee “Hurricanes” and Fleming Island “Golden Eagles” High School Marching Bands. 12,45 Germantown High School Marching Band Roma, San Giovanni dei Fiorentini 20,00 Woodward Academy Symphonic Band, Germantown High School Band, Woodward Academy Jazz Band °°°°°°° Sabato 31 dicembre 2016 Frascati, Piazza del Mercato 10,30 The ‘Robert W. Woodruff’ Marching Band from Woodward Academy 12,00 University of South Florida, Herd of Thunder Marching Band 12,15 The University of Northern Iowa Panther Marching Band 16,00 Birmingham Seaholm High School Marching Band 16,15 Archbishop Riordan High School Crusader Marching Band Frascati, Basilica San Pietro 11,00 Woodward Academy Symphonic Band Frascati, Piazza San Pietro 12,00 The University of Northern Iowa Panther Marching Band 12,15 University of South Florida, Herd of Thunder Marching Band 16,00 Archbishop Riordan High School Crusader Marching Band 16,15 Birmingham Seaholm High School Marching Band °°°°°°° Domenica 1 gennaio 2016 Roma, Piazza San Pietro – Città del Vaticano 12 University of South Florida, Herd of Thunder Marching Band Roma, Piazza del popolo 15,30 Rome New Year’s Day Parade: Archbishop Riordan High School Crusader Marching Band, Birmingham Seaholm High School Marching Band, Germantown High School Marching Band, Manatee “Hurricanes” and Fleming Island “Golden Eagles” High School Marching Bands, Marshall University Marching Thunder, University of Northern Iowa Panther Marching Band, University of South Florida, Herd of Thunder Marching Band, The ‘Robert W. Woodruff’ Marching Band from Woodward Academy °°°°°°° Lunedì 2 gennaio Roma, Santa Maria degli Angeli e dei Martiri 18,00 University of South Florida “Wind in Rome” Curioso di scoprire quali sono le marching band che parteciperanno? Leggi...

Leggi

Silvano Toti Globe Theatre

Il teatro elisabettiano a Roma Un’idea di Gigi Proietti e l’impegno della Fondazione Silvano Toti portano a Roma l’atmosfera del celebre teatro londinese Il Silvano Toti Globe Theatre nasce nel 2003, realizzato in poco più di tre mesi nel cuore di Villa Borghese. Ispirata da un’intuizione del grande Gigi Proietti, la costruzione di qeusto piccolo gioiello dal fascino elisabettiano è stata possibile grazie alla Fondazione Silvano Toti, associazione creata dalla famiglia Toti per onorare la memoria del mecenate e imprenditore Silvano Toti contribuendo allo sviluppo culturale della città. Il Teatro può ospitare oltre 1250 persone tra platea e tre ordini di balconate, presenta una pianta circolare ed è interamente in legno massello di rovere francese, come probabilmente si presentava  l’architettura originale elisabettiana del celebre Globe Theatre di Londra,  a cui si ispira.   Il Silvano Toti Globe Theatre ripropone le tragedie e le commedie elisabettiane e grazie alle sue particolari caratteristiche architettoniche e alle sue scenografie essenziali permette un rapporto catartico con le opere del teatro rinascimentale inglese, da ammirare e vivere a pochi passi dagli attori sul palco. Il teatro è attivo solo durante la stagione estiva con spettacoli in lingua italiana e inglese, mentre durante la stagione autunnale è possibile assistere a repliche e ad uno spettacolo speciale interamente in lingua inglese. Curiosità: L’intera struttura è stata costruita con legno proveniente da foreste gestite e riforestate,  perché preciso intento del progetto è rispettare non solo il contesto storico di valore in cui si trova, ma anche l’ambiente. Info, programma e biglietti:  Silvano Toti Globe Theatre...

Leggi

Natale 2016. Come festeggiarlo in giro per la Città Eterna!

NATALE 2016. Come festeggiarlo curiosando per la città! Il Natale 2016 si inaugura Giovedì 8 Dicembre, giorno dell’Immacolata Concezione, quando Roma apre le porte alle feste Natalizie. Il Papa ha dato il via alle festività portando, come tradizione vuole, una corona di fiori alla statua della Madonnina sita in Piazza di Spagna. Il 9 Dicembre, alle ore 16,30 verranno inaugurati in Piazza S. Pietro, alla presenza del Santo Padre, il grandioso albero natalizio donato dal Trentino Alto Adige e il presepe, con personaggi a grandezza naturale, realizzati dall’artista maltese Manwel Grech. È la prima volta dal 1982, anno in cui Papa Giovanni Paolo II decise di allestire il Presepio in Piazza S. Pietro, che il creatore del presepe non è un italiano ed ha dichiarato in un’intervista di aver voluto ricordare, nella rappresentazione del presepio, il suo paese e i tantissimi migranti che ogni giorno giungono sulle coste maltesi come su quelle italiane. Tra i presepi realizzati a Roma, per questo Natale 2016,  consigliamo una visita a quello tanto amato da papa Giovanni Paolo II e da Madre Teresa di Calcutta, il Presepe dei Netturbini con il quale si è voluta ricostruire la Palestina di 2000 anni fa nei minimi dettagli. Il tutto è abbellito da oltre 2234 pietre provenienti da tutto il mondo e da qualche anno è possibile ammirare anche un frammento di Pietra Lunare. Inoltre non potete perdere la bellissima mostra in Piazza del Popolo intitolata 100 Presepi e le piccole opere realizzate nelle maggiori chiese di Roma. Ma il Natale non è solo presepi ed alberi. Bellissimi sono anche i diversi mercati e le splendenti luminarie apposte lungo le principali vie della città. Tra i mercati più importanti indichiamo quello in Piazza Re di Roma e in Piazzale Ankara, una passeggiata è poi d’obbligo a Piazza Navona, dove troverete lo storico carosello. Via Veneto come ogni anno si veste a festa e diviene forse la via più illuminata di Roma, così come via Condotti, via del Corso e via Ugo Ojetti. Non è Natale senza un po’ di musica e anche per quest’anno l’Auditorium Parco della Musica ospiterà la XXI edizione del Roma Gospel Festival (22 Dicembre – 1 Gennaio 2017). Infine ricordiamo ai veri innamorati del Natale il Villaggio di Natale organizzato da Eataly. Con questi consigli la Pro Loco di Roma augura Buone Feste a tutti i Romani e a coloro che ci verranno a trovare durare le festività....

Leggi

CONVENZIONE 2017 | PRO LOCO DI ROMA E TEATRO DELL’OPERA

CONVENZIONE PRO LOCO DI ROMA E TEATRO DELL’OPERA Riservata ai Soci   Come di consueto anche quest’anno la Pro Loco di Roma attiva la convenzione con uno dei più importanti teatri della capitale, il Teatro dell’Opera. La collaborazione vuole garantire ai soci una più ampia scelta culturale attraverso numerose agevolazioni per la Stagione Lirica e di Balletto 2016/17 del Teatro dell’Opera di Roma e per la Stagione Estiva 2017 alle Terme di Caracalla.     Per i possessori della tessera socio Pro Loco sono riservate, previa prenotazione con l’Ufficio Promozione del Teatro, diverse riduzioni: sconto del 20% sul prezzo intero del biglietto per gli spettacoli fuori abbonamento sconto del 10% per le recite in abbonamento per la Stagione al Teatro dell’Opera visite guidate personalizzate per conoscere i luoghi segreti del Teatro dell’Opera di Roma, su prenotazione riduzione del 10% sul prezzo intero del biglietto per la Stagione estiva 2017 alle Terme di Caracalla esclusa la programmazione “EXTRA” Si specifica che le riduzioni non sono applicabili sul sito TicketOne, ma esclusivamente contattando il Teatro via mail ( promozione.pubblico@operaroma.it ) o telefonicamente (ai numeri 06/48160312-507-528). Il Teatro dell’Opera Di Roma, costruito per volontà di Domenico Costanzi, fu il primo teatro dedicato all’opera lirica e al balletto. Inaugurato nel 1880, viene acquistato dal Comune di Roma solo nel 1926, periodo in cui il teatro subì numerosi lavori di ampliamento e ristrutturazione. Gli artisti che si sono esibiti in questo prestigioso teatro sono moltissimi e tra i più noti ricordiamo Riccardo Muti (direttore onorario a vita dal 2011), Carla Fracci, Arturo Toscanini, Eleonora Abbagnato, Maria Callas e Plàcido Domingo. Dal 1937 il teatro propone la sua stagione estiva nel suggestivo complesso archeologico delle Terme di Caracalla, una location straordinaria che dispone di circa 20.000 posti in platea ed è il più grande palcoscenico del mondo. ▶ per ulteriori info:...

Leggi

Sei racconti di Simona Teodori – Figlie di Eva

Sei racconti per sei universi femminili Dopo “Voci partigiane” il ritorno in libreria di Simona Teodori con la raccolta di racconti “Figlie di Eva”. La nuova prova dell’autrice romana è una raccolta di sei racconti che parlano tutti con voce di donna. Per i nostri lettori abbiamo raggiunto telefonicamente la scrittrice per parlare di questo suo lavoro in uscita il 5 dicembre. Quando la raggiungiamo al telefono, Simona Teodori è presa dal tran tran quotidiano, fatto di impegni lavorativi e familiari, ma trova del tempo da dedicarci e, quando inizia a parlare, è un fiume in piena di entusiasmo. Ci racconta dell’incontro con il suo nuovo editore Giulio Perrone in occasione del premio letterario “Un’estate a Roma” ricevuto nel mese di giugno durante la manifestazione “Libri a Mollo”. Successivamente c’è stata la gradita proposta dell’Erudita Edizioni – marchio della Giulio Perrone Editore dedicato ai giovani e agli esordienti – di dedicarsi ad alcuni racconti, forma letteraria molto cara alla casa editrice romana. L’autrice parla di come ha scritto di getto, in meno di un mese, le 57 pagine che compongono “Figlie di Eva”. Sei racconti, ognuno prende il titolo dal nome della protagonista: sei storie, sei universi femminili, sei sensibilità diverse; perché, come ci dice l’autrice, ogni donna ha la sua storia, e ogni storia è un viaggio all’ interno di un universo peculiare e unico. Di questi racconti due sono ambientati negli anni Dieci e Venti del Novecento, uno in Inghilterra e l’altro in Francia ma, nonostante l’ambientazione temporale che li caratterizza, sono portatori di un sentire universale che li rende potenzialmente adatti a qualsiasi epoca. Prendiamo quindi spunto per chiederle cosa pensa della situazione della donna nella società di oggi: la scrittrice attinge al suo ambiente lavorativo, quello dei tribunali e della legge, e ci racconta di un mondo che ancora penalizza le donne. Poi pone l’accento su uno dei problemi che contribuisce a creare questa situazione di subalternità, l’antagonismo tra donne: secondo la scrittrice è importante che le donne si sostengano e collaborino tra loro, un concetto semplice ma che purtroppo ancora stenta ad affermarsi. Cogliamo allora l’occasione per avere da lei un parere sulla manifestazione contro la violenza sulle donne che si è tenuta a Roma il 25 novembre scorso. E’ un tema che le sta molto a cuore e non ha alcun dubbio: più se ne parla meglio è. Bisogna continuare a discuterne, “martellare le coscienze”. Si può fare molto con l’educazione: si deve alimentare nei giovani un senso di criticità, spingerli a sviluppare liberamente il proprio io e il proprio modo di pensare, spingerli a studiare, leggere e a non smettere mai di essere curiosi...

Leggi

Pin It on Pinterest