Al Museo delle Carrozze d’Epoca: un viaggio nella storia a prezzo speciale per i Soci Pro Loco!

Scopri la meraviglia delle carrozze, con la nuova Convenzione tra Pro Loco Roma e la Mostra Permanente Le Carrozze d’Epoca Un piccolo tesoro per tutti gli appassionati del mondo delle carrozze, dell’equitazione e della storia. A Roma c’è un delizioso museo ancora poco conosciuto ed unico nel suo genere: il Museo delle Carrozze d’Epoca.  Una mostra permanente, uno spazio di 3.000 in cui sono esposti 159 esemplari di veicoli d’epoca, appartenenti ad una collezione di circa 600 carrozze, frutto di cinquant’anni di approfondita e appassionata ricerca. Nella peculiare esposizione è possibile ammirare modelli dalle provenienze ed età diverse, dalle originali bighe protagoniste dei film“Ben Hur” e “Il Gladiatore” a maestose Berline, tra le quali la Berlina per bambini appartenuta alla principessa Sissi; eleganti Landaulet, come il Landau utilizzato dall’allora vescovo Karol Wojtyla per andare a sciare a Zakopane, in Polonia; e poi slitte, diligenze, risciò cinesi, carrozze orientali, un originale carro napoleonico con cannone apparso poi del film “Il Barone di Manchausen”, la carrozzella appartenuta all’attrice Anna Magnani, carri della I Guerra Mondiale, carri agricoli italiani finemente decorati, il carro dei pompieri, il carro irlandese del film “Un Uomo Tranquillo” con protagonista John Wayne, carovane simbolo delle avventure nel Far West, Omnibus, Coupé, carrozze di servizio d’ogni tipologia e tante altre ancora. A corredo degli svariati esemplari di veicoli, il Salone del Cavallo è completato da un’infinità di selle, finimenti, tra i quali i finimenti utilizzati per la diligenza del film “Ombre Rosse”, e bardature; scrupolosamente conservate nella Sala Finimenti. E, ad ampliare ulteriormente la collezione, vi sono anche corazze, elmi, gualdrappe, armi d’epoca, antiche attrezzature, modellini di carrozze, quadri a tema, giocattoli antichi, accessori, preziose porcellane e quant’altro rappresenti l’ambiente ippotrainato. Carico di un così importante patrimonio di valenza internazionale, il museo “Mostra permanente – Le Carrozze d’Epoca” intende rendere possibile la riscoperta delle antiche e affascinanti carrozze antesignane all’avvento delle autovetture, promuovendone la divulgazione storica, artistica, tecnica, culturale e didattica. Da oggi, grazie alla nuova convenzione, i Soci Pro Loco potranno accedere al Museo delle Carrozze d’Epoca con biglietto ridotto ed usufruire di un 10% di sconto preso il bookshop del Museo! Che Aspetti? Richiedi subito la Tessera Socio Pro Loco, sosterrai l’attività delle Pro Loco e otterrai tanti vantaggi: Tessera Socio Pro Loco Mostra Permanente – Le Carrozze d’Epoca è a Roma, in Via Andrea Millevoi n. 693 (zona Ardeatina) Ulteriori informazioni: Le Carrozze d’Epoca  ...

Leggi

CAPODANNO A ROMA: TUTTI GLI EVENTI IN PROGRAMMA

A Capodanno arriva “La Festa di Roma” : oltre mille eventi in tutta la città per salutare l’anno nuovo   Oltre 1000 eventi, 100 artisti da tutto il mondo per festeggiare il Capodanno a Roma. Non più il solo classico concertone di fine anno, ma tante singole performances in diverse aree della città accompagneranno romani e turisti nel nuovo anno tra luci, musica e tanta cultura nella splendida cornice della nostra città. Una vera e propria rassegna che si chiamerà ‘La Festa di Roma’. Ben 24 ore di eventi, dalle 21 della sera del 31 dicembre fino alle 21 del primo gennaio nell’area pedonale che coinvolgerà Ponte Garibaldi, Piazza dell’Emporio passando per il Giardino degli Aranci, Circo Massimo, Via Petroselli, l’Isola Tiberina fino alla Bocca della Verità. L’evento più grande che accompagnerà i romani alla mezzanotte vedrà protagonisti gli artisti de La Fura dels Baus, una gigante marionetta semovente mitologica, la musica dei dj di Dimensione Suono Roma ed ancora altre sorprese musicali e ospiti sul palco. L’arrivo del nuovo anno verrà accompagnato da uno spettacolo pirotecnico accompagnato da brani musicali; un vero e proprio show concepito per esaltare la bellezza della città. A fare da meravigliosa cornice a questo spettacolo verrà riaccesa dopo 13 anni, l’illuminazione del Palatino e dell’area del foro romano che si affaccia sul Circo Massimo. Per realizzare questa nuova illuminazione verranno impiegate apparecchiature a Led di ultima generazione, 98 proiettori con elevata resa cromatica per una potenza di 4.660 Watt. Tale illuminazione resterà permanentemente. Altro importante punto della festa di Capodanno resta la possibilità per chi suona, canta o si esibisce in teatro anche a livello amatoriale di esibirsi negli spazi allestiti messi a disposizione dal Comune di Roma. Tutte le informazioni verranno pubblicate nei prossimi giorni sul sito lafestadiroma.it. Ecco tutti gli eventi nel dettaglio diffusi dal sito www.comune.roma.it 31 DICEMBRE 2017 Si parte la sera del 31 dicembre 2017 dalle ore 21.30 al Circo Massimo con il grande evento internazionale 201∞ ROMA ILLUMINA L’INFINITO, concepito dalle Società Immagina e Osservatorio con Giokat srl, e ideato con la supervisione del set&event designer Filippo Rocca, che racconta: “l’idea dell’evento è quella di voler regalare a Roma un importante palcoscenico naturale, quello del Circo Massimo che si trasformerà per una notte in una grande macchina scenica caratterizzata da più set che dalla terra al cielo conterranno sorprese artistiche”. Il progetto è totalmente autofinanziato attraverso sponsor privati, tra cui VISION DISTRIBUTION, DSR, AUTOVIA, FILMAURO, MEDUSA, PARCO LEONARDO. L’evento vedrà protagonisti gli artisti de La Fura dels Baus, una gigante marionetta semovente mitologica, la musica dei dj di Dimensione Suono Roma ed ancora altre sorprese musicali e ospiti sul palco. Autori Luca Ossicini, Maria Cristina Cecilia,...

Leggi

Alla Garbatella il Presepe meccanico artigianale di Nonno Dante

Una rappresentazione artigiana da salvare  alla Garbatella: il Presepe meccanico di Nonno Dante attende adulti e bambini fino al 9 Gennaio “Le radici di quel che siamo e pensiamo reggono la terra su cui camminiamo”. Nel credo del Comitato di quartiere per la cura e la salvaguardia de La Garbatella c’è tutto il senso dell’importanza delle nostre tradizioni, della memoria storica come base per sostenere e garantire ogni inclusione futura. Un senso di continuità e dialogo tra le generazioni, perfettamente espresso da un evento natalizio di grande significato per l’affascinante quartiere romano e non solo: il presepe artigianale di Nonno Dante. Tradizione italiana delle festività natalizie per eccellenza, con le sue mille forme il presepio  stimola da sempre la creatività di artigiani di mestiere o per passione. Il presepe di Nonno Dante fa parte della forma forse più amata dai bambini, quella dei presepi meccanici, le cui statuine in movimento sbalordiscono gli occhi dei più piccoli. E proprio per divertire la nipotina Nonno Dante iniziò oltre dieci anni fa ad intagliare artigianalmente le sue statuine, dando vita a quello che è ormai un appuntamento fisso del Dicembre alla Garbatella. Al primissimo “arrotino” seguirono “il fabbro”, “il falegname”, e tutte le altre statuine, che ora compongono un ricchissimo presepe meccanico formato da quasi duecento pezzi intagliati a mano e meccanizzati da Nonno Dante. Contadino ed operaio appassionato di artigianato e meccanica, per le sue animazioni Nonno Dante si ispira alla vita quotidiana, realizzando piccole riproduzioni di personaggi e mestieri ancora familiari o quasi scomparsi. Sono tanti i visitatori che apprezzano ogni anno la laboriosità artigiana di Nonno Dante e la fattura del suo presepe, ma la mancanza di uno spazio dedicato dove allestire in modo permanente un laboratorio artigianale e museale obbliga durante l’anno le composizioni in scatoloni ormai insufficienti e rischia di impedire future esposizioni, cancellando di fatto un’eccellenza artigianale carica significati. Per salvare il presepe di Nonno Dante non è solo auspicabile un coinvolgimento di enti e istituzioni che possano accoglierlo, ma anche continuare a far sentire il proprio sostegno e apprezzamento per il presepio, visitandolo gratuitamente fino al 9 Gennaio. Ai visitatori grandi e piccini Nonno Dante racconterà come si realizza un personaggio meccanico e la storia dei personaggi del presepe. Quest’anno la mostra sarà accompagnata dall’esposizione di foto d’epoca legata al progetto di Storia Orale “I Ricordi nel Cassetto” dell’Associazione I.T.A.C.A., una raccolta composta dai contributi delle famiglie e dalla congregazione di San Filippo Neri di Garbatella,  con alcune foto risalenti agli anni che hanno accompagnato la fondazione del quartiere. Il presepe di Nonno Dante è aperto tutti i giorni, dalle 15.30 fino alle 19.00 (nei Festivi anche dalle...

Leggi

Pro Loco Roma vi porta al MUSEO MAXXI!!! Scopri la nuova convenzione!

Per i Soci Pro Loco biglietto a prezzo ridotto per il Museo Nazionale delle Arti del XXI secolo!   È la prima istituzione nazionale dedicata alla creatività contemporanea e pensata come un grande campus per la cultura. Non solo un luogo di conservazione ed esposizione del patrimonio, ma anche e soprattutto un laboratorio di sperimentazione e innovazione culturale, di studio, ricerca e produzione di contenuti estetici del nostro tempo. Gestito dall’omonima Fondazione costituita dal Mibact, ospita due Musei (MAXXI Arte e MAXXI Architettura) e due ulteriori dipartimenti (MAXXI Sviluppo e MAXXI ricerca, Educazione, Formazione) che ne sottolineano la natura poliedrica. Non a caso è un punto di riferimento fondamentale per l’arte contemporanea, a Roma e non solo: tra i più famosi musei nazionali, il MAXXI lascia senza fiato ancor prima di varcare l’ingresso, nelle sue forme architettoniche spettacolari disegnate dall’archistar Zaha Hadid, una delle figure più influenti dell’architettura contemporanea. Al suo interno la magia continua grazie alla collezione permanente e alle esposizioni che di volta in volta arricchiscono una proposta artistica volta a farsi interprete delle differenti forme e voci della contemporaneità. Innovazione culturale e sovrapposizione di linguaggio, laboratorio di sperimentazione, snodo interattivo in cui mescolare le diverse forme di espressività, vetrina dell’arte intesa come potentissimo mezzo di comunicazione, studio dell’architettura tra storicizzazione e riflessione sul contemporaneo: MORE THAN MEETS THE EYE, come recita l’opera al neon appositamente realizzata per la facciata dal maestro Maurizio Nannucci. Tutto questo è il MAXXI, un luogo che qualsiasi appassionato di arte contemporanea, ma non solo, non può non visitare nemmeno una volta.   Da oggi i Soci Pro Loco avranno un motivo in più per lasciarsi incuriosire dall’universo innovativo del MAXXI, grazie alla convenzione che Pro Loco Roma ha siglato con la Fondazione e che permetterà a tutti i possessori della Tessera Socio Pro Loco di accedere alle esposizioni con biglietto ridotto! 8 euro anziché 12, per ammirare le meraviglie del contemporaneo che il Museo offre ai propri visitatori.   A partire dalle ricchissime collezioni permanenti sino alle mostre di sempre grande impatto. Per rimanere sempre aggiornati sugli eventi in programma: MAXXI Orari e biglietteria: Biglietteria MAXXI MAXXI Museo nazionale delle arti del XXI secolo – Via Guido Reni 4A – 00196 Roma  Ancora non siete Soci Pro Loco? Scoprite tutte le promozioni per voi: tessera socio...

Leggi

Al Teatro Eliseo va in scena Molière: Gioiele Dix è Il Malato Immaginario

Il Malato Immaginario di Molière al Teatro Eliseo fino al 17 Dicembre. Prezzo speciale per i soci Pro Loco!     Argan spreca la sua vita tra poltrona, lettino, toilette, clisteri, salassi. Sotto la candida cuffia a pizzi, nella vestaglia bianca, nelle calze bianche molli sui piedi ciabattati, cela una debolezza innata, un‘incapacità patologica di prendere qualsiasi decisione. Il suo alter ego è Antonietta, detta Tonina, una cameriera tuttofare che il padrone vive spesso come un incubo, un’onnipresente impicciona che vede tutto e tiene in mano tutto, a partire dal destino dei padroni. “Argan usa la sua malattia come difesa verso affetti che non è in grado di gestire. Si passa dall’allegria alla disperazione con squarci di profondità fantastici, fotografando quello che siamo noi oggi”, spiega “il malato immaginario” Gioiele Dix. “C’è l’umanità e c’è la ferocia. È crudele ma fragile. Oggi diremmo bipolare”: è il genio di Molière, la cui critica sociale e analisi psicologica dei personaggi risulta a tutt’oggi modernissima. Il Malato Immaginario di Molière torna con una raffinata regia “senza tempo e di tutti i tempi”,  che soffermandosi sulle nevrosi ipocondriache del protagonista sostiene la continua tensione tragicomica che caratterizza il capolavoro del drammaturgo francese, e che ancor oggi continua ad affascinare ed ammaliare gli spettatori. Il Malato Immaginario, con Gioiele Dix, Anna Della Rosa, Marco Balbi, Valentina Bartolo, Francesco Brandi, Piero Domenicaccio, Linda Gennari, Pietro Micci, Alessandro Quattro e Francesco Sferazza Papa, per la Regia di Andrèe Ruth Shammah, traduzione dall’originale di Cesare Garboli, andrà in scena al Teatro Eliseo fino al 17 Dicembre Orari: Mar – Gio – Ven – Sab: 20:00 Mer – Dom: 17:00, Primo sabato: 16:00 e 20:00 Info e biglietti: Teatro Eliseo Attenzione: Il Malato Immaginario è in promozione speciale per i Soci Pro Loco  grazie alla nuova convenzione col Teatro Eliseo! Scopri tutti gli sconti su biglietti e abbonamenti!    ...

Leggi

100 Presepi in Piazza del Popolo: al via la 42° esposizione internazionale

Presepi da tutto il mondo nelle Sale del Bramante, fino al 7 Gennaio Torna come ogni anno alle Sala del Bramante di Santa Maria del Popolo 100 Presepi, la rassegna d’arte presepiale iniziata nel 1976 per l’esigenza di riaffermare una tradizione tipicamente italiana progressivamente declinata a causa dell’introduzione di altre immagini legate alle festività natalizie, quali l’albero di Natale. Una tradizione antica, che unisce al valore spirituale delle scene della Natività, il valore artistico di una rappresentazione che ha da sempre stimolato la fantasia e la creatività delle maestranze artistiche del Belpaese. Nelle magnifiche Sale che furono studio del Bramante, 100 Presepi, giunta quest’anno alla sua 42 esima edizione, propone quest’anno l’esposizione di oltre 150 presepi tradizionali e moderni, provenienti dalle varie regioni italiane e dal Mondo, dai più fedeli alle tradizioni per foggia e materiali, ai più inusuali. Potrete ammirare presepi altamente scenografici,  come quello stile napoletano, ricco di pastori, vivace e colorato o “Il Presepe nel Borgo” e la  “Natività nel Tempio” realizzati in cartapesta dall’artista pugliese Francesco Invidia; il presepio che riproduce fedelmente Porta San Sebastiano e l’Arco di Druso sull’Appia Antica, di Marco Limone: o ancora il presepe che riproduce l’acquarello di Ettore Roesler Franz, “Prati di Testaccio”, realizzato da Christian Apreda. Poi i presepi  di fantasia , tra i più espressivi e suggestivi, realizzati con materiali riciclati o del quotidiano, come pezzi di ricambio, pellicola da cucina,  cotone e lana  lavorati ad uncinetto o a tombolo; e ancora presepi in miniatura costruiti con cucchiaini da tè e chiodini di ottone, fiammiferi, e biglie, con i semi e le spezie. Poi quelli in movimento dove ogni personaggio fa il suo mestiere e i panni stesi si muovono con il vento, la Madonna culla il suo Bambino, l’oste versa il vino e la donna batte il tappeto dalla finestra. Di grande interesse poi quelli provenienti dai Paesi esteri, opere in cui gli artisti valorizzano usanze e materiali del proprio Paese, come nel presepe portoghese di Fàtima Nina, omaggio alla tradizione tessile del Portogallo. Presepi che contengono personaggi adornati di tessuti tipici e vesti tradizionali dai colori vivaci del Sudamerica, o scolpiti in legno di ciliegio come nella rappresentazione della natività proveniente dalla Croazia. Bahrein, Azaebaijan, Bonaire, Bielorussia Filippine, Lituania, Iraq, Malta, principato di Monaco, Repubblica di San Marino…sono 41 i paesi stranieri ospitati nella rassegna internazionale: un vero e proprio viaggio alla scoperta di uno dei simboli delle Festività più amati  che ogni anno riscuote un grande successo sia tra gli adulti sia tra i bambini. Proprio ai più piccoli, sempre entusiasti di fronte alle “statuine” del presepe, è dedicata una particolare attenzione da parte degli organizzatori. Nell’ambito dell’esposizione si...

Leggi

NUOVA CONVENZIONE TRA PRO LOCO ROMA E TEATRO ELISEO!

Biglietti e abbonamenti dello storico teatro romano ad un prezzo esclusivo per i Soci Pro Loco!   Pro Loco Roma è lieta di annunciare una nuova partnership con una delle realtà più amate del Teatro nella Capitale: il Teatro Eliseo, che dal lontano 1900 ospita i grandi della recitazione italiana e internazionale. Anna Magnani,  i fratelli De Filippo, Luchino Visconti, Franco Zeffirelli, Marcello Mastroianni, Giorgio Albertazzi, Mariangela Melato, Nino Manfredi, Silvio Orlando, Anna Marchesini, Giuliana De Sio…i palchi di Eliseo e Piccolo Eliseo, come viene ribattezzato il Ridotto ricostruito nel 1977, da sempre vengono calcati dai protagonisti del Teatro. Spettacolo a cui da oggi  tutti i soci Pro Loco potranno assistere ad un prezzo davvero speciale! Grazie alla convenzione siglata da Pro Loco Roma, tutti i possessori della tessera Socio Pro Loco in corso di validità avranno diritto al 30% DI SCONTO su biglietti e abbonamenti alla stagione teatrale! Alcuni esempi dell”allettante promozione che l’Eliseo ha voluto offrire ai nostri soci: TEATRO ELISEO Abbonamento 11 spettacoli (posto e giorno fisso): 230 euro anziché 330 per la platea; 195 euro anziché 275 in I balconata; 155 euro anziché 220 per la II balconata, 120 euro anziché 165 per la III balconata. Abbonamento 6 spettacoli: 130 euro anziché 190 per i posti in platea, 110 anziché 160 per la I balconata, 90 anziché 130 per la II balconata; 70 anziché 1000 per la III balconata. Abbonamento Eliseo Open (16 ingressi per Eliseo o Piccolo Eliseo): 160 euro anziché 240 Biglietti singoli teatro Eliseo: platea 28 euro anziché 40; I balconata 25 anziché 35; II balconata 19 anziché 27; III balconata 14 anziché 20. Un biglietto omaggio ogni 15 biglietti acquistati per la singola rappresentazione. PICCOLO ELISEO Open Piccolo Eliseo (10 ingressi): 105 euro anziché 150 euro. Abbonamento 5 spettacoli (posto e giorno libero con percorso di spettacoli): 55 euro anziché 75 euro. Biglietti Piccolo Eliseo:  15 euro anziché 20 euro. Un biglietto omaggio ogni 15 acquistati per la singola rappresentazione. Ulteriori dettagli sulla convenzione in allegato. Tutti i prezzi si intendono comprensivi di prevendita e sono applicabili per i Soci Pro Loco in possesso di tessera in corso di validità. Lo sconto è applicabile anche ad un accompagnatore!!!  Per maggiori informazioni e per l’acquisto di biglietti e abbonamenti in promozione, potete contattare la biglietteria e l’ufficio promozioni del Teatro: contatti Per consultare il programma della stagione teatrale di Eliseo e Piccolo Eliseo: programma   ANCORA NON SEI SOCIO PRO LOCO? Richiedi facilmente informazioni sulla nostra tessera, sostenere chi sostiene la cultura, conviene: Tessera Socio Pro...

Leggi

Un fine anno con Massimo Ranieri al Teatro Quirino! Scopri le promozioni

dal 18 al 30 dicembre 2017 Massimo Ranieri porta in scena Malìa Napoletana   Malìa, ovvero magia, incantesimo, fascino, seduzione….quell’attrazione particolare che è in grado di esercitare Napoli. E proprio a città partenopea è dedicato l’ultimo progetto teatrale di uno dei suoi figli più amati, Massimo Ranieri. Malia Napoletana, lo spettacolo che succede l’uscita dell’album Malia-Napoli 1950-1960 (prima parte 2015, seconda uscita 2016), è un viaggio verso un incantesimo; una sorprendente avventura musicale in un tempo magico delle canzoni napoletane, quando, tra la fine degli anni Cinquanta e l’inizio dei Sessanta, quelle melodie già universali si riempirono improvvisamente di estate e di erotismo, di notti e di lune. E si vestirono di un fascino elegante e internazionale per merito dei tanti interpreti di quelle melodie. È l’inconfondibile Napoli “caprese”, che diventò in un baleno attraente, seducente, prestigiosa e sexy come una stella del cinema. Una Napoli che cantava e incantava. E che è diventata una immortale Malìa, come suggerisce una parola nascosta tra i testi delle canzoni di Ranieri.  Un viaggio musicale in un’età aurea della musica partenopea, a cui Massimo Ranieri ha voluto dare una nuova veste dalle sonorità Jazz grazie a cinque straordinari musicisti,  cinque maestri della scena Jazz italiana che accompagnano lo showman sul palco:  Enrico Rava (tromba e flicorno), Stefano Di Battista (sax alto e sax soprano), Rita Marcotulli (pianoforte), Riccardo Fioravanti (contrabbasso) e Stefano Bagnoli (batteria). Canzone napoletana e jazz si fondono nello spettacolo in scena al Quirino, che accompagnerà le festività natalizie e a cui i Soci Pro Loco potranno assistere come sempre ad un prezzo speciale grazie alla nostra convenzione! I BALCONATA €44 anziché €55; II BALCONATA €25 anziché €48  nei seguenti orari: lunedì 18 h.21 martedì 19 h. 21 mercoledì 20 h.19 giovedì 21 h.17 venerdì 22 h.21 sabato 23 h.21 martedì 26 h. 17 mercoledì 27 h.21 giovedì 28 h.17 venerdì 29 h.21 sabato 30 h.17 Il 25 Dicembre, ore 21.00: Platea €32 anziché €60 I balconata €28 anziché €55 II balconata €22 anziché €48 E per la notte di San Silvestro al Quirino si balla fino all’alba, con la platea che si trasforma in pista da ballo con i travolgenti anni ’70 dei Tree Gees e alla consolle Dj Tafta.   Malìa Napoletana, di e con Massimo Ranieri, dal 18 al 30 Dicembre, Teatro Quirino, Via delle Vergini n.7  Promozioni valide fino ad esaurimento plafond. Per info e contatti tel. 06.83784803 • e-mail promozione@teatroquirino.it dal lunedì al venerdì ore 9.30/13.00 –...

Leggi

MERCATINI DI NATALE A ROMA: ECCO DOVE TROVARLI

Con l’avvicinarsi delle feste natalizie la città di Roma si prepara ad accogliere migliaia di turisti nei caratteristici mercatini ricchi di dolciumi, sapori e colori del Natale. L’Amministrazione capitolina ha messo a disposizione anche quest’anno diverse aree per ospitare i caratteristici mercatini natalizi, anche fuori dal centro storico. Tante iniziative coinvolgeranno i romani in piacevoli passeggiate di shopping tra le bancarelle. Andiamo allora a scoprire quali saranno le principali iniziative natalizie. Torna il Natale in Piazza Navona e già dal 2 di dicembre la piazza sarà addobbata per ospitare l’iniziativa natalizia per eccellenza che durerà fino al giorno dell’Epifania. Raggiungibile con la metro b1 in zona Jonio è prevista la manifestazione “Spazio al Natale” in via Scarpanto (Parco Jonio) dall’8 dicembre al 6 gennaio tra prodotti tipici, artigianato e caldarroste. Il ‘Regno del Natale al Luneur’ è invece l’iniziativa che si terrà in via delle 3 fontane 100 dal 18 novembre al 7 gennaio. Dal 17 dicembre prenderà il via la mostra mercato Artigiani Torresina in Viale Indro Montanelli All’interno della bellissima Villa Pamphili ci sarà dal 17 dicembre ‘Christmas Rus’. Il Comune ha destinato moltissime aree per la realizzazione dei mercatini nei diversi municipi e mano mano che verranno comunicati gli orari di apertura ve lo comunicheremo in questo spazio. Intanto segnalateci le iniziative natalizie del vostro quartiere alla mail: ufficiostampa@prolocoroma.it    ...

Leggi

Istituto Luce presenta “Pasinetti Fotografo e Cineasta”

Una mostra dedicata ad una figura chiave del Cinema italiano al Teatro dei Dioscuri al Quirinale fino al 28 Gennaio Per Michelangelo Antonioni era ‘un simbolo’, per Vittorio De Sica niente di meno che ‘la nostra coscienza’. Fu  il primo in Italia a laurearsi con una tesi sul cinema e a rivendicarla come forma d’arte (era il 1933, aveva 22 anni). Suo è il primo libro del paese sulla storia del cinema, suo il film capolavoro neorealista “Il canale degli angeli’: era passato solo un anno e fino a quel momento il neorealismo non esisteva ancora.  Suoi sono alcuni documentari splendidi sulla “sua” Venezia, sull’arte, sull’industria, sulla chirurgia, e ancora oggi vederli fa pensare al cinema che sarebbe venuto dieci, venti anni più tardi. Sua la scoperta di alcuni giovani talenti: Antonioni, Guttuso, Pietro Ingrao, Citto Maselli, i primi passi di Alida Valli. È stato sceneggiatore, drammaturgo, brillante critico (ha portato il cinema alla radio, tra i primi), maestro del Centro Sperimentale (a lui si deve il primo germe della Cineteca Nazionale). È stato uno sperimentatore, geniale maestro e precursore, prematuro in tutto e prematuramente scomparso, a soli 37 anni. Ancora oggi, a quasi 70 anni dalla scomparsa, Francesco Pasinetti è oggetto di un vero culto tra gli amanti del Cinema, ma attende ancora un riconoscimento da parte di un pubblico più largo.  Tra le sue mille anime artistiche, Pasinetti è stato anche fotografo. E come per il suo cinema, un fotografo dai risultati incredibilmente moderni e felici. Ora una mostra a Roma permette di scoprire questa sua produzione, e di fare il punto sulla sua figura di grande anticipatore. Pasinetti fotografo e Cineasta è il titolo dell’esposizione al Teatro dei Dioscuri al Quirinale, ideata e curata da Carlo Montanaro, organizzata e promossa da Istituto Luce-Cinecittà in collaborazione con il CSC – Centro Sperimentale di Cinematografia, aperta al pubblico dal 22 novembre fino al 28 gennaio 2018,che presenta in 80 scatti restaurati e stampati da Francesco Barasciutti, lo sguardo dell’artista. Tema principale è quello di una vita: Venezia, la città natale di Pasinetti. Città di scorci, di prospettive, di puro cinema naturale. Ma non c’è solo Venezia in mostra: Pasinetti teneva sempre a portata di mano la sua macchina fotografica. Ci sono istanti rubati alla realizzazione di un film, provini di fotogenia di aspiranti attori e attrici come Alida Valli e Carla Del Poggio, altri luoghi, come New York e Roma. E poi immagini dedicate alla figura umana, nudi, ritratti e giocosi e inusitati autoritratti: su tutto lo sguardo di un autore che sapeva dare al mondo una prospettiva di inattesa grazia. Ad accompagnare la mostra un magnifico volume, Questa è Venezia – 1943 edito da Marsilio, libro progettato in vita da Pasinetti e portato alle stampe oggi, con 200 scatti e un ricco apparato...

Leggi

Pin It on Pinterest