MERCATINI DI NATALE A ROMA: ECCO DOVE TROVARLI

Con l’avvicinarsi delle feste natalizie la città di Roma si prepara ad accogliere migliaia di turisti nei caratteristici mercatini ricchi di dolciumi, sapori e colori del Natale. L’Amministrazione capitolina ha messo a disposizione anche quest’anno diverse aree per ospitare i caratteristici mercatini natalizi, anche fuori dal centro storico. Tante iniziative coinvolgeranno i romani in piacevoli passeggiate di shopping tra le bancarelle. Andiamo allora a scoprire quali saranno le principali iniziative natalizie. Torna il Natale in Piazza Navona e già dal 2 di dicembre la piazza sarà addobbata per ospitare l’iniziativa natalizia per eccellenza che durerà fino al giorno dell’Epifania. Raggiungibile con la metro b1 in zona Jonio è prevista la manifestazione “Spazio al Natale” in via Scarpanto (Parco Jonio) dall’8 dicembre al 6 gennaio tra prodotti tipici, artigianato e caldarroste. Il ‘Regno del Natale al Luneur’ è invece l’iniziativa che si terrà in via delle 3 fontane 100 dal 18 novembre al 7 gennaio. Dal 17 dicembre prenderà il via la mostra mercato Artigiani Torresina in Viale Indro Montanelli All’interno della bellissima Villa Pamphili ci sarà dal 17 dicembre ‘Christmas Rus’. Il Comune ha destinato moltissime aree per la realizzazione dei mercatini nei diversi municipi e mano mano che verranno comunicati gli orari di apertura ve lo comunicheremo in questo spazio. Intanto segnalateci le iniziative natalizie del vostro quartiere alla mail: ufficiostampa@prolocoroma.it    ...

Leggi

Istituto Luce presenta “Pasinetti Fotografo e Cineasta”

Una mostra dedicata ad una figura chiave del Cinema italiano al Teatro dei Dioscuri al Quirinale fino al 28 Gennaio Per Michelangelo Antonioni era ‘un simbolo’, per Vittorio De Sica niente di meno che ‘la nostra coscienza’. Fu  il primo in Italia a laurearsi con una tesi sul cinema e a rivendicarla come forma d’arte (era il 1933, aveva 22 anni). Suo è il primo libro del paese sulla storia del cinema, suo il film capolavoro neorealista “Il canale degli angeli’: era passato solo un anno e fino a quel momento il neorealismo non esisteva ancora.  Suoi sono alcuni documentari splendidi sulla “sua” Venezia, sull’arte, sull’industria, sulla chirurgia, e ancora oggi vederli fa pensare al cinema che sarebbe venuto dieci, venti anni più tardi. Sua la scoperta di alcuni giovani talenti: Antonioni, Guttuso, Pietro Ingrao, Citto Maselli, i primi passi di Alida Valli. È stato sceneggiatore, drammaturgo, brillante critico (ha portato il cinema alla radio, tra i primi), maestro del Centro Sperimentale (a lui si deve il primo germe della Cineteca Nazionale). È stato uno sperimentatore, geniale maestro e precursore, prematuro in tutto e prematuramente scomparso, a soli 37 anni. Ancora oggi, a quasi 70 anni dalla scomparsa, Francesco Pasinetti è oggetto di un vero culto tra gli amanti del Cinema, ma attende ancora un riconoscimento da parte di un pubblico più largo.  Tra le sue mille anime artistiche, Pasinetti è stato anche fotografo. E come per il suo cinema, un fotografo dai risultati incredibilmente moderni e felici. Ora una mostra a Roma permette di scoprire questa sua produzione, e di fare il punto sulla sua figura di grande anticipatore. Pasinetti fotografo e Cineasta è il titolo dell’esposizione al Teatro dei Dioscuri al Quirinale, ideata e curata da Carlo Montanaro, organizzata e promossa da Istituto Luce-Cinecittà in collaborazione con il CSC – Centro Sperimentale di Cinematografia, aperta al pubblico dal 22 novembre fino al 28 gennaio 2018,che presenta in 80 scatti restaurati e stampati da Francesco Barasciutti, lo sguardo dell’artista. Tema principale è quello di una vita: Venezia, la città natale di Pasinetti. Città di scorci, di prospettive, di puro cinema naturale. Ma non c’è solo Venezia in mostra: Pasinetti teneva sempre a portata di mano la sua macchina fotografica. Ci sono istanti rubati alla realizzazione di un film, provini di fotogenia di aspiranti attori e attrici come Alida Valli e Carla Del Poggio, altri luoghi, come New York e Roma. E poi immagini dedicate alla figura umana, nudi, ritratti e giocosi e inusitati autoritratti: su tutto lo sguardo di un autore che sapeva dare al mondo una prospettiva di inattesa grazia. Ad accompagnare la mostra un magnifico volume, Questa è Venezia – 1943 edito da Marsilio, libro progettato in vita da Pasinetti e portato alle stampe oggi, con 200 scatti e un ricco apparato...

Leggi

Decameron e La Fabbrica dei Bottoni di Sughero: il grande teatro allo Spazio Diamante

Due grandi appuntamenti col teatro presso Spazio Diamante   DECAMERON – Sei novelle ai tempi della peste dal 24 novembre al 3 dicembre Il capolavoro di Boccaccio in una rilettura moderna, diretta da Andrea Baracco, con (in o.a.) Aurora Cimino, Mauro D’Amico, Ivano La Rosa, David Marzi, Alessia Pellegrino, Viviana Picariello, Alessio Stabile, Luca Terracciano, Luigi Testoni, Giulia Iole Visaggi, Oskar Winiarski. Interpretato da dieci attori under 35, la rappresentazione si avvale di una drammaturgia originale realizzata dagli stessi attori e prevede la messa in scena di sei novelle tratte ognuna da una giornata del capolavoro boccacesco. Lo spettacolo nasce da un percorso laboratoriale di recitazione e drammaturgia tenuto dallo stesso regista Andrea Baracco coadiuvato dalla dramaturg Maria Teresa Berardelli e con la collaborazione alla regia di Elisa Di Eusanio, realizzato dal centro ricerca Link Theatre nell’ambito del progetto DECAMERON LAB, tenutosi quest’estate. Obiettivo del progetto era coniugare formazione e messa in scena di una riscrittura dell’opera che si rivolgesse ad un pubblico trasversale e in particolar modo ai giovani.  “Si tratta di tradurre un materiale narrativo in materiale teatrale, operazione tutt’altro che semplice”, spiega il regista. “Ogni attore ha avuto la responsabilità di almeno una novella, di cui ha curato ideazione e drammaturgia, fino all’interpretazione. Quello che per me è importante sottolineare di questo processo è la ricerca dell’autorialità dell’attore e della necessità che questi ha di costruire un proprio immaginario rispetto al materiale che ha di fronte e che sarà chiamato di volta in volta a interpretare”. Una sperimentazione teatrale affidata ai nuovi talenti su un classico della letteratura, cui potrete assistere dal 24 Novembre al  3 Dicembre allo Spazio Diamante: 24 novembre 2017 h. 21.00; 1 dicembre 2017 h. 21.00 25 novembre 2017 h. 21.00; 2 dicembre 2017 h. 21.00 26 novembre 2017 h. 18.00; 3 dicembre 2017 h. 18.00 Per info e biglietti: http://www.spaziodiamante.it/evento/decameron/ LA FABBRICA DEI BOTTONI DI SUGHERO 15-17 Dicembre Scritto e diretto da Marco Cecili, con Luca Capuano, Ludovico Fremont, Stefania Chiara Cavagni, Gianni Alvino, Marco Cecili. Una brillante commedia noir, una piece che denuncia, attraverso l’arte della risata, l’arrivismo, l’avidità e la smania di possesso , mitizzando un oggetto umile e semplice come il sughero. I protagonisti di questa storia bramano intorno ad una “preziosissima” scatola contenente gli ultimi 100 esemplari al mondo di bottoni di sughero. Una tragicommedia che spazia tra diversi generi: dal noir al surreale, dal grottesco al giallo poliziesco, dove la comicità accompagna costantemente lo spettatore lungo una lotta all’ultimo sangue, il cui filo conduttore è l’idea stessa del possesso e della ricchezza. I bottoni di sughero sono quindi un simbolo, l’incarnazione della parte più oscura dell’ambizione e del desiderio dei...

Leggi

Autunno a Teatro: grandi spettacoli e grandi sconti al Quirino!

Stagione di appuntamenti imperdibili al Teatro Quirino, ancora più allettanti con gli sconti per i nostri Soci! Le Sorelle Materassi – dal 21 Novembre al 3 Dicembre   Il capolavoro di Aldo Palazzeschi che, in questa versione teatrale, si presenta al pubblico come una delle più belle “novità italiane” degli ultimi anni. Tre sorelle, Teresa e Carolina, abili ricamatrici di biancheria e Giselda, ripudiata dal marito. Un’esistenza monotona e priva di sussulti, fino all’arrivo del nipote Remo che, bello e pieno di vita, capisce di essere l’oggetto di una predilezione venata di inconsapevole sensualità e approfitta della situazione. Il sereno benessere della vita familiare comincia ad incrinarsi, le pretese incessanti di Remo costringono le zie a spendere più di quanto guadagnino…Straordinaria commedia in cui l’autore, vivace e al contempo nichilista, conclude la vicenda con un gioco delizioso e sottilmente crudele. Le Sorelle Materassi, tratto dal romando di Aldo Palazzeschi adattato da Ugo Chiti e portato in scena dalla regia di Geppy Gleijeses, va in scena dal 21 Novembre al 3 Dicembre, con la straordinaria interpretazione di Lucia Poli, Milena Vukotic e Marilù Prati. Approfittate delle rappresentazioni a prezzo speciale per i Soci! 21 – 22 – 24 – 28 novembre h. 21,  1 dicembre h. 21; 23 – 30 novembre h. 17 e  29 novembre h. 19:  I Balconata € 19 anziché €24; II Balconata €15 anziché €19 sabato 2 dicembre h.17: II Balconata €15 anziché €19 sabato 25 novembre e 2 dicembre h. 21: I Balconata €22 anziché €28; II Balconata €18 anziché €23   Ma le sorprese studiate dal Quirino non sono finite! Per la stagione autunnale approfittate del mini-abbonamento Promozioni d’Autunno: 3 spettacoli a soli 10 euro ciascuno Acquistando contestualmente gli spettacoli Mariti e Mogli + Intrigo e Amore + Alla Faccia Vostra L’abbonamento a soli 30 Euro è valido per un unico settore, da definire al momento dell’acquisto in base alle disponibilità, per le seguenti date: MARITI E MOGLI 5 – 6 -12 dicembre h. 21;   13 dicembre h.19 Con Monica Guerritore e Francesca Reggiani tratto dall’omonimo film di Woody Allen e adattato e diretto da Monica Guerritore. Tutto accade in una notte piena di pioggia. Otto personaggi (mariti, mogli, amanti e altro …) si ritrovano in un girotondo di piccole anime che perennemente inappagate girano e rigirano intrappolate nell’ insoddisfazione cronica di una banale vita borghese. Tra relazioni clandestine, rotture e improvvise riconciliazioni si assiste ad una vera e propria danza della vita coniugale che, accompagnata dalle bellissime musiche di Louis Armstrong e Etta James, segna il tempo che scivola via… INTRIGO E AMORE 6 e 7 febbraio h. 21 Di Friedrich Schiller per la regia di Marco Sciaccaluga, con Roberto Alinghieri ,Alice...

Leggi

ALL ROUTES LEAD TO ROME: al lavoro per un’Economia della Bellezza

Dal 17 al 26 Novembre a Roma si tiene il tavolo di lavoro per la promozione delle antiche Vie che attraversano l’Italia   “All Routes lead to Rome – Tutti gli Itinerari portano a Roma” è la piattaforma dedicata alla narrazione degli itinerari, delle rotte, dei cammini e delle ciclovie. Di quelle forme straordinarie di  viaggio, che mantengono del tutto inalterato nella contemporaneità il fascino dell’esplorazione, della conoscenza, del confronto, del dialogo e dell’ esaltazione delle differenze. Dopo la prima edizione svoltasi tra Roma e Matera nel 2016, in concomitanza con la chiusura del Giubileo Straordinario della Misericordia e con L’Anno nazionale dei Cammini istituito dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, la manifestazione si rinnova quest’anno, con l’intento dichiarato di promuovere gli itinerari di storia, cultura e pellegrinaggio come asset imprescindibili dell’immenso patrimonio culturale, materiale ed immateriale italiano. L’edizione 2017 si inserisce nel contesto dell’Anno Mondiale del Turismo Sostenibile per lo Sviluppo, proclamato dall’organizzazione del Turismo (UNWTO) presso le Nazioni Unite, ed è dedicato all’Economia della bellezza, alle forme contemporanee di fruizione e valorizzazione dello straordinario patrimonio culturale del Paese, con spazi di confronto dedicati all’Anno Nazionale dei Borghi che volge al termine e all’Anno Europeo del Patrimonio Culturale che va ad iniziare. La piattaforma raccoglie dunque la sfida di narrare l’Italia più autentica, le radici delle mille identità culturali che rendono unico ogni campanile del nostro Paese, uno sguardo aperto al sentimento di profonda convivialità nei confronti del viandante viaggiatore, che diventa ospite nel momento stesso in cui entra a contatto con la comunità locale.  Una promozione territoriale che appare possibile solo attraverso nuove narrazioni, nuove forme di mobilità lenta e nuovi modelli di fruizione. Nel ricco programma di appuntamenti e conferenze, un’attenzione particolare verrà riservata alla Via Appia Antica – Regina Viarum che dal cuore di Roma giunge sino a Brindisi, con la Presentazione del Piano Strategico regionale della Cultura della regione Puglia.  Seminari e incontri verranno dedicati anche alle ciclovie, con particolare riguardo alle direttrici europee e nazionali che il Governo ha inteso inserire tra le infrastrutture strategiche per lo sviluppo nei prossimi anni, alle case cantoniere dell’ANAS, alle ferrovie dimenticate e alle stazioni impresenziate, intese come strutture funzionali, da restituire a possibili scenari di sviluppo. Al centro dell’attenzione, anche il progetto dei Parchi Culturali Ecclesiali della Conferenza Episcopale Italiana, il bicentenario della pubblicazione del “Viaggio in Italia” di Goethe e l’affascinante prospettiva proposta dalla “nuova” Via della Seta. All Routes lead to Rome 2017 si preannuncia come appuntamento di particolare ampiezza e rilevanza, certificata dai prestigiosi patrocini, tra cui quello dell’UNPLI, e dalla partecipazione diretta di Enti, Istituzioni e operatori qualificati. L’evento è promosso dalla rete di cooperazione internazionale “Cammini d’Europa” e da “Vie Sacre“, realizzato da Infosei, in collaborazione con Società Geografica Italiana, Consorzio Francesco’s Ways e la...

Leggi

Nel weekend l’arte si anima! Musei Capitolini a 1 euro

Torna l’appuntamento del weekend con l’inestimabile patrimonio museale dei Musei In Comune. Dopo il successo delle aperture straordinarie ai Mercati di Traiano e al Museo di Roma in Trastevere, è il turno dei Musei Capitolini. Cambia il museo ma la formula vincente rimane sempre la stessa, che consentirà ai visitatori di accedere alle sale del museo il Sabato sera con biglietto al costo simbolico di solo un euro. Dalle 20 alle 24 (ultimo ingresso ore 23), si potranno visitare mostre e collezioni permanenti dei Musei Capitolini, ma anche partecipare alle attività in programma nelle sale. Aperture straordinarie anche per i piccoli musei, che sabato e domenica offriranno eventi ed intrattenimento in forma gratuita. I Musei Capitolini sono una colonna portante della proposta museale cittadina, e la loro nascita viene fatta risalire al lontano 1471, quando papa Sisto IV donò al popolo romano un gruppo di statue bronzee dal grande valore simbolico. Le collezioni presenti hanno tutt’oggi uno stretto legame con la città di Roma, e dalla città provengono in larga parte le opere esposte. Per maggiori informazioni, orari e programma di questa splendida iniziativa vi invitiamo a consultare il sito dei Musei In Comune: Musei in comune – Nel Weekend l’arte si anima Vi ricordiamo che grazie alla convenzione siglata da Pro Loco Roma, i soci Pro Loco hanno diritto all’accesso con biglietto ridotto ai Musei in Comune: convenzioni – Musei in...

Leggi

“QUATTRO”, lo spettacolo al Teatro7 in promozione speciale

Una esilarante commedia diretta da Michele La Ginestra, in promo per i Soci Pro Loco Andrea e Ketty stanno insieme, convivono e sono una coppia moderna e dinamica. Anche Alessandro e Claudia stanno insieme, sono sposati e sono una coppia tranquilla e tradizionale. Fin qui tutto bene. Solo che Ketty ha bandito il glutammato e Andrea studia da agricoltore verticale. Mentre Claudia pratica il pianto terapeutico che fa bene alle mucose e Alessandro quando si innervosisce tattatara e invertebra. Ma il problema non è neanche questo. E’ che lui ama lei, che ama lui, che ama lei. Insomma, il problema… sono Quattro. “Quattro” è la nuova gustosissima commedia scritta da Adriano Bennicelli e diretta da Michele La Ginestra che sarà in scena al Teatro7 fino al 19 Novembre. Quattro amici da sempre, quattro storie intrecciate che si dipanano in un appartamento, estremizzando in maniera esilarante atteggiamenti del quotidiano. “Quattro” è in promozione per i Soci Pro Loco! Biglietto super-ridotto a soli 15 euro martedì, mercoledì e giovedì Biglietto ridotto a soli 18 euro venerdì, sabato e domenica “Quattro”, da martedì a sabato ore 21.00; domenica ore 18.00, Teatro7, via Benevento n.23  ► Info e prenotazioni:  convenzione , tel. 0644236382 ► Cartellone Teatro7:  Stagione...

Leggi

Nuova sezione dedicata ai Cammini

  Arriva una novità sul sito Pro Loco Roma: una sezione tutta dedicata ai Cammini! Il turismo esperienziale è molto più di semplice svago, è un modo di vivere il territorio e di godere appieno del proprio tempo; un modo nuovo e insieme antico di assaporare lentamente la realtà che ci circonda. Quale modo migliore per scoprire il mondo se non camminare? L’Italia è ricca cammini storici, religiosi e naturalistici, non sempre adeguatamente valorizzati. Un patrimonio unico, che attira ogni anno migliaia di visitatori italiani e stranieri e che merita di essere riscoperto e promosso nella sua peculiarità.  Fare rete è la parola d’ordine! Tutte le associazioni che come le Pro Loco partono dal basso lo sanno bene, quindi cogliamo la sfida di rilanciare i tanti percorsi che attraversano la penisola e le opportunità di reciproca conoscenza e promozione territoriale che essi rappresentano. Roma è ovviamente un punto centrale nella rete degli itinerari tanto italiani quanto europei, e da secoli accoglie visitatori e pellegrini che muovono a piedi verso una Città che attraversata con passo lento è ancora più bella. Pro Loco Roma promuove la cultura dei cammini e del turismo sostenibile ed è assieme all’UNPLI impegnata nella crescita e valorizzazione dei Cammini Italiani. Visita la sezione per scoprire le attività sul...

Leggi

FUI E SONO EDDIE REDMOUNT: Alla Conventicola degli Ultramoderni lo spettacolo musicale di Mario Monterosso

FUI E SONO EDDIE REDMOUNT Alla Conventicola degli Ultramoderni lo spettacolo musicale di Mario Monterosso http://www.prolocoroma.it/wp-content/uploads/2017/10/REDMOUNT-CLIP-2.mp4   “Eddie Redmount”, catanese, figlio di pescatore, amante del blues e dello swing, stanco della miseria siciliana del suo tempo decide di lasciare la sua terra e salpare verso il Nuovo Mondo. Il ferryboat raccoglie la fatica dei molti che affidano a quel viaggio la speranza di un futuro migliore a Little Italy. E qui per Eddie una nuova vita, all’insegna della musica, inizierà davvero. Comincia così “Fui e sono Eddie Redmount”, lo spettacolo musicale interamente scritto da Mario Monterosso che andrà in scena dal 3 al 5 Novembre sul palco della Conventicola degli Ultramoderni: un viaggio nell’America dall’aria molto italiana tra la fine degli anni ’40 e primi anni ’50 e le sue atmosfere musicali. Un percorso musicale e di vita, raccontato brano dopo brano e intervallato dalla voce narrativa, che passa per l’incontro con Frank Sinatra, l’amore per Carmelina, figlia di un boss della mala di Coney Island e la nostalgia per la Sicilia lasciata alle spalle, fino all’epilogo. Dodici brani inediti (cui si aggiunge la cover del pezzo Just Because cantato dai Nelstone’s Hawaiians nel ’29), scritti in un mix di dialetto siciliano, americano e italiano: quel “broccolino” che fu variante lessicale tipica degli emigrati italo-americani del dopoguerra. Quelle dello swing, del jive, del blues, sono le sonorità predominanti di un percorso musicale influenzato da Louis Prima, Nat King Cole, T. Bone Walker e Luis Jordan, ma anche dai nostri Fred Buscaglione, Renato Carosone, Sergio Caputo, fino a Paolo Conte e Vinicio Capossela. Anche l’ambientazione non poteva che rimandare alle atmosfere da Little Italy che grandi registi come Coppola e Scorse, fino ai nostri Tornatore e Crialese, sono riusciti a ricreare nei propri film. Una storia di emigrante siciliano con la chitarra in spalla dunque, quella di Eddie “Redmount”, non distante dal percorso personale ed artistico del suo autore, che in questo spettacolo racconta di un ipotetico sé stesso trasportato in un contorno storico lontano solo cronologicamente. Catanese di nascita, brillante musicista particolarmente appassionato di rock n’roll, swing, jazz (vanta collaborazioni poliedriche con artisti di caratura internazionale, spaziando da Carmen Consoli a Dale Watson, passando per i Latte e i suoi Derivati di Lillo e Greg e moltissimi altri) e di tutto il complesso universo di sonorità che oltre Oceano sono diventate storia della musica, Mario “Eddie” Monterosso come il suo doppio nello spettacolo ha lascito la Sicilia per trasferirsi negli Usa, non a Brooklyn, ma nella Memphis di Elvis Presley. “Fui e sono Eddie Redmount” è dunque un dialogo tra la terra natia e il presente a stelle e strisce, che...

Leggi

Al teatro Quirino va in scena Medea! Scopri le promozioni per i soci

Dal 24 Ottobre al Teatro Quirino va in scena Medea. Un classico senza tempo, ad un prezzo speciale per i soci Pro Loco! Al Teatro Quirino, dal 24 ottobre al 5 novembre, sarà in scena Medea,  con Franco Branciaroli. Per l’occasione la rappresentazione del classico di Euripide ricalcherà la regia della Medea di Luca Ronconi, che di questo soggetto fece un successo straordinario, qui ripresa da Daniele Salvo. Un doveroso omaggio a Luca Ronconi con uno spettacolo che è una pietra miliare della storia del teatro nazionale dove l’attore veste i panni femminili di Medea. “Medea – leggiamo nelle note di regia di Ronconi – è una minaccia che incombe imminente anche sul pubblico”. E in questo suo essere mostruosa e misteriosa può essere interpretata da un uomo: benché fin qui le letture in chiave psicologica di Medea portino a considerare questo personaggio il prototipo dell’eroina combattuta tra il rancore per il proprio uomo e l’amore per i propri figli, la sua non è una tragedia della femminilità. In realtà Medea è il prototipo del minaccioso impersonato da uno straniero. Un attore, dunque, che non interpreta una donna, bensì un uomo che recita una parte femminile, laddove la femminilità è usata come maschera per commettere una serie mostruosa di delitti. “Medea dallo sguardo di toro”, infatti, è smisurata, dotata di un potere sinistro che si accanisce sulle nuove generazioni, i suoi figli. Uno spettacolo forte e intenso dove, non a caso,  Branciaroli veste i panni di Medea sprigionandone tutta la forza e crudeltà. Uno spettacolo che per i nostri soci è in promo speciale: SABATO 28/10 h.21 Platea € 22 anziché € 34;  I Balconata € 18 anziché € 28;  II Balconata € 15 anziché € 23. MARTEDÌ 31/10 h.21 I Balconata € 12 anziché € 24; II Balconata € 10 anziché € 19. MERCOLEDÌ 1/11 h.19 Platea € 15 anziché € 30; I Balconata € 12 anziché € 24; II Balconata € 10 anziché € 19. Per tutte le altre recite, rimane attivo lo sconto del 20%, come da convenzione: Dal martedì al venerdì Platea € 24 anziché € 30; I Balconata € 19 anziché € 24; II Balconata € 15 anziché € 19. Sabato sera Platea € 27 anziché € 34; I Balconata € 22 anziché € 28; II Balconata € 18 anziché € 23. Promozioni valide fino ad esaurimento plafond, prenotando attraverso l’ufficio promozioni:  tel. 06.83784803 – e-mail promozione@teatroquirino.it ; dal lunedì al venerdì ore 9.30/13.00 – 14.00/17.30 Per conoscere il Cartellone della nuova stagione del Teatro Quirino, visita:...

Leggi

Pin It on Pinterest