Silvano Toti Globe Theatre

Il teatro elisabettiano a Roma Un’idea di Gigi Proietti e l’impegno della Fondazione Silvano Toti portano a Roma l’atmosfera del celebre teatro londinese Il Silvano Toti Globe Theatre nasce nel 2003, realizzato in poco più di tre mesi nel cuore di Villa Borghese. Ispirata da un’intuizione del grande Gigi Proietti, la costruzione di qeusto piccolo gioiello dal fascino elisabettiano è stata possibile grazie alla Fondazione Silvano Toti, associazione creata dalla famiglia Toti per onorare la memoria del mecenate e imprenditore Silvano Toti contribuendo allo sviluppo culturale della città. Il Teatro può ospitare oltre 1250 persone tra platea e tre ordini di balconate, presenta una pianta circolare ed è interamente in legno massello di rovere francese, come probabilmente si presentava  l’architettura originale elisabettiana del celebre Globe Theatre di Londra,  a cui si ispira.   Il Silvano Toti Globe Theatre ripropone le tragedie e le commedie elisabettiane e grazie alle sue particolari caratteristiche architettoniche e alle sue scenografie essenziali permette un rapporto catartico con le opere del teatro rinascimentale inglese, da ammirare e vivere a pochi passi dagli attori sul palco. Il teatro è attivo solo durante la stagione estiva con spettacoli in lingua italiana e inglese, mentre durante la stagione autunnale è possibile assistere a repliche e ad uno spettacolo speciale interamente in lingua inglese. Curiosità: L’intera struttura è stata costruita con legno proveniente da foreste gestite e riforestate,  perché preciso intento del progetto è rispettare non solo il contesto storico di valore in cui si trova, ma anche l’ambiente. Info, programma e biglietti:  Silvano Toti Globe Theatre...

Leggi

Natale 2016. Come festeggiarlo in giro per la Città Eterna!

NATALE 2016. Come festeggiarlo curiosando per la città! Il Natale 2016 si inaugura Giovedì 8 Dicembre, giorno dell’Immacolata Concezione, quando Roma apre le porte alle feste Natalizie. Il Papa ha dato il via alle festività portando, come tradizione vuole, una corona di fiori alla statua della Madonnina sita in Piazza di Spagna. Il 9 Dicembre, alle ore 16,30 verranno inaugurati in Piazza S. Pietro, alla presenza del Santo Padre, il grandioso albero natalizio donato dal Trentino Alto Adige e il presepe, con personaggi a grandezza naturale, realizzati dall’artista maltese Manwel Grech. È la prima volta dal 1982, anno in cui Papa Giovanni Paolo II decise di allestire il Presepio in Piazza S. Pietro, che il creatore del presepe non è un italiano ed ha dichiarato in un’intervista di aver voluto ricordare, nella rappresentazione del presepio, il suo paese e i tantissimi migranti che ogni giorno giungono sulle coste maltesi come su quelle italiane. Tra i presepi realizzati a Roma, per questo Natale 2016,  consigliamo una visita a quello tanto amato da papa Giovanni Paolo II e da Madre Teresa di Calcutta, il Presepe dei Netturbini con il quale si è voluta ricostruire la Palestina di 2000 anni fa nei minimi dettagli. Il tutto è abbellito da oltre 2234 pietre provenienti da tutto il mondo e da qualche anno è possibile ammirare anche un frammento di Pietra Lunare. Inoltre non potete perdere la bellissima mostra in Piazza del Popolo intitolata 100 Presepi e le piccole opere realizzate nelle maggiori chiese di Roma. Ma il Natale non è solo presepi ed alberi. Bellissimi sono anche i diversi mercati e le splendenti luminarie apposte lungo le principali vie della città. Tra i mercati più importanti indichiamo quello in Piazza Re di Roma e in Piazzale Ankara, una passeggiata è poi d’obbligo a Piazza Navona, dove troverete lo storico carosello. Via Veneto come ogni anno si veste a festa e diviene forse la via più illuminata di Roma, così come via Condotti, via del Corso e via Ugo Ojetti. Non è Natale senza un po’ di musica e anche per quest’anno l’Auditorium Parco della Musica ospiterà la XXI edizione del Roma Gospel Festival (22 Dicembre – 1 Gennaio 2017). Infine ricordiamo ai veri innamorati del Natale il Villaggio di Natale organizzato da Eataly. Con questi consigli la Pro Loco di Roma augura Buone Feste a tutti i Romani e a coloro che ci verranno a trovare durare le festività....

Leggi

CONVENZIONE 2017 | PRO LOCO DI ROMA E TEATRO DELL’OPERA

CONVENZIONE PRO LOCO DI ROMA E TEATRO DELL’OPERA Riservata ai Soci   Come di consueto anche quest’anno la Pro Loco di Roma attiva la convenzione con uno dei più importanti teatri della capitale, il Teatro dell’Opera. La collaborazione vuole garantire ai soci una più ampia scelta culturale attraverso numerose agevolazioni per la Stagione Lirica e di Balletto 2016/17 del Teatro dell’Opera di Roma e per la Stagione Estiva 2017 alle Terme di Caracalla.     Per i possessori della tessera socio Pro Loco sono riservate, previa prenotazione con l’Ufficio Promozione del Teatro, diverse riduzioni: sconto del 20% sul prezzo intero del biglietto per gli spettacoli fuori abbonamento sconto del 10% per le recite in abbonamento per la Stagione al Teatro dell’Opera visite guidate personalizzate per conoscere i luoghi segreti del Teatro dell’Opera di Roma, su prenotazione riduzione del 10% sul prezzo intero del biglietto per la Stagione estiva 2017 alle Terme di Caracalla esclusa la programmazione “EXTRA” Si specifica che le riduzioni non sono applicabili sul sito TicketOne, ma esclusivamente contattando il Teatro via mail ( promozione.pubblico@operaroma.it ) o telefonicamente (ai numeri 06/48160312-507-528). Il Teatro dell’Opera Di Roma, costruito per volontà di Domenico Costanzi, fu il primo teatro dedicato all’opera lirica e al balletto. Inaugurato nel 1880, viene acquistato dal Comune di Roma solo nel 1926, periodo in cui il teatro subì numerosi lavori di ampliamento e ristrutturazione. Gli artisti che si sono esibiti in questo prestigioso teatro sono moltissimi e tra i più noti ricordiamo Riccardo Muti (direttore onorario a vita dal 2011), Carla Fracci, Arturo Toscanini, Eleonora Abbagnato, Maria Callas e Plàcido Domingo. Dal 1937 il teatro propone la sua stagione estiva nel suggestivo complesso archeologico delle Terme di Caracalla, una location straordinaria che dispone di circa 20.000 posti in platea ed è il più grande palcoscenico del mondo. ▶ per ulteriori info:...

Leggi

Sei racconti di Simona Teodori – Figlie di Eva

Sei racconti per sei universi femminili Dopo “Voci partigiane” il ritorno in libreria di Simona Teodori con la raccolta di racconti “Figlie di Eva”. La nuova prova dell’autrice romana è una raccolta di sei racconti che parlano tutti con voce di donna. Per i nostri lettori abbiamo raggiunto telefonicamente la scrittrice per parlare di questo suo lavoro in uscita il 5 dicembre. Quando la raggiungiamo al telefono, Simona Teodori è presa dal tran tran quotidiano, fatto di impegni lavorativi e familiari, ma trova del tempo da dedicarci e, quando inizia a parlare, è un fiume in piena di entusiasmo. Ci racconta dell’incontro con il suo nuovo editore Giulio Perrone in occasione del premio letterario “Un’estate a Roma” ricevuto nel mese di giugno durante la manifestazione “Libri a Mollo”. Successivamente c’è stata la gradita proposta dell’Erudita Edizioni – marchio della Giulio Perrone Editore dedicato ai giovani e agli esordienti – di dedicarsi ad alcuni racconti, forma letteraria molto cara alla casa editrice romana. L’autrice parla di come ha scritto di getto, in meno di un mese, le 57 pagine che compongono “Figlie di Eva”. Sei racconti, ognuno prende il titolo dal nome della protagonista: sei storie, sei universi femminili, sei sensibilità diverse; perché, come ci dice l’autrice, ogni donna ha la sua storia, e ogni storia è un viaggio all’ interno di un universo peculiare e unico. Di questi racconti due sono ambientati negli anni Dieci e Venti del Novecento, uno in Inghilterra e l’altro in Francia ma, nonostante l’ambientazione temporale che li caratterizza, sono portatori di un sentire universale che li rende potenzialmente adatti a qualsiasi epoca. Prendiamo quindi spunto per chiederle cosa pensa della situazione della donna nella società di oggi: la scrittrice attinge al suo ambiente lavorativo, quello dei tribunali e della legge, e ci racconta di un mondo che ancora penalizza le donne. Poi pone l’accento su uno dei problemi che contribuisce a creare questa situazione di subalternità, l’antagonismo tra donne: secondo la scrittrice è importante che le donne si sostengano e collaborino tra loro, un concetto semplice ma che purtroppo ancora stenta ad affermarsi. Cogliamo allora l’occasione per avere da lei un parere sulla manifestazione contro la violenza sulle donne che si è tenuta a Roma il 25 novembre scorso. E’ un tema che le sta molto a cuore e non ha alcun dubbio: più se ne parla meglio è. Bisogna continuare a discuterne, “martellare le coscienze”. Si può fare molto con l’educazione: si deve alimentare nei giovani un senso di criticità, spingerli a sviluppare liberamente il proprio io e il proprio modo di pensare, spingerli a studiare, leggere e a non smettere mai di essere curiosi...

Leggi

100 Presepi – 41° Esposizione internazionale a Roma

La 41° edizione de i 100 Presepi! Anche quest’anno l’esposizione ha preso vita nelle sale del Bramante in Piazza del Popolo. I 150 presepi, provenienti da tutti i paesi del mondo, sono la testimonianza della fantasia e della manualità dei maestri artigiani italiani e stranieri. La mostra ha ottenuto l’interesse di importanti testate giornalistiche, tra cui il “The New York Times” il quale ha inserito i “100 presepi” nella top ten delle attrazioni da visitare durante il periodo natalizio in tutto il mondo. Come tutti gli anni gli organizzatori non hanno dimenticato i più piccoli per i quali è stato ideato il “Presepe Gioco”, dove i bambini seguiti da artisti professionisti dell’accademia di Belle Arti di Roma potranno realizzare alcuni personaggi del presepe. Quest’anno un’attenzione particolare è stata riservata ai giovani delle zone colpite dal terremoto, i quali hanno realizzato il presepe intitolato “Ad Amatrice, Il campanile scocca la mezza notte santa”. La mostra rimarrà aperta tutti i giorni compresi i festivi (8 – 25 – 26 Dicembre / 1 – 6 Gennaio), fino all’ 8 Gennaio 2017, con orario continuato dalle 10,00 alle 20,00. Costo biglietto: –          Intero: 8,00 euro; –          Over 65: 6,50 euro; –          Bambini (4 – 11): 5,50 euro; –          Gruppi (minimo 25 persone, su prenotazione): 6,50 euro. Informazioni telefoniche su mostra e attività didattiche: – 06.8542355; – 06.3224554; – E-mail: info@presepi.it.      www.rivistadellenazioni.it ; www.presepi.it ;  pagina ufficiale 100 Presepi:  https://www.facebook.com/100-PRESEPI-Roma-Esposizione-Internazionale-Pagina-Ufficiale-201453866600185/  rivista delle nazioni...

Leggi

All Routes lead to Rome. Tutti gli itinerari portano a Roma

La Pro Loco di Roma supporta, per l’edizione del 2016,  All Routes lead to Rome, manifestazione internazionale sul turismo degli itinerari culturali, delle rotte, dei cammini, delle ciclovie, delle antiche vie di storia, cultura e pellegrinaggi.   La valorizzazione dell’Appia Antica, il turismo rurale, la mobilità sostenibile e la sicurezza stradale, l’enogastronomia e la tradizioni: saranno solo alcuni degli argomenti che dall’11 al 20 novembre verranno affrontati a “All Routes lead to Rome” attraverso convegni, mostre, visite guidate, workshop e rievocazioni storiche, suddivise tra Roma e Matera. Grazie alla Sovrintendenza Speciale per il Colosseo e le Aree Archeologiche di Roma, al Museo Nazionale Romano e al Parco Archeologico dell’Appia Antica faranno da palcoscenico per questo atteso evento: Palazzo Massimo per workshop tematici, seminari e conferenze; Le Terme di Diocleziano per esperienze 3D e installazioni d’arte; La Via Appia Antica per itinerari a piedi; Villa Celimontana (sede della Società Geografica Italiana) per un percorso storico fotografico all’interno del territorio laziale; Il Monastero dei SS. Quattro Coronati, la Basilica di San Vitale e la Basilica Sancta Maria ad Martyres (Pantheon) per concerti di musica sacra; L’Auditorium della Conciliazione per il convegno di chiusura. Obiettivi L’intento dichiarato dell’iniziativa è quello di dedicare maggior importanza e attenzione al tema degli itinerari, oltre l’esperienza del Giubileo e dell’Anno nazionale dei Cammini indetto dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo.Il 2017 sarà l’Anno Mondiale del Turismo Sostenibile dell’ONU e sicuramente i cammini possono diventare un asset fondamentale per la promozione dell’immenso patrimonio culturale italiano, materiale e immateriale. All Routes Lead to Rome è stata ideata dal consorzio Vie Sacre ed è promossa da Cammini d’Europa, Communis Agere e Infosei con il supporto scientifico di Società Geografica Italiana, CTS – Centro Turistico Studentesco e Giovanile e della rete di cicloturismo responsabile Viandando. Può vantare inoltre il patrocinio delle seguenti istituzioni: Consiglio d’Europa Ufficio di Venezia; Pontificio Consiglio per la Cultura; Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo; Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare; ENIT, Agenzia Nazionale del Turismo; ANCI – Associazione Nazionale Comuni d’Italia; UNPLI – Unione Nazionale delle Pro Loco d’Italia; Federculture; Civita; Federcultura/Confcooperative. Scarica il programma...

Leggi

Fai da te: 3 giorni per imparare lo stile Shabby Chic!

Corso Base Tecnica Shabby Chic Fai da Te La Bottega Shabby, in collaborazione con la Pro Loco di Roma, organizza un corso base per imparare la tecnica shabby chic fai da te. Le lezioni si svolgeranno in tre giornate: Sabato 12 novembre, corso base shabby chic e trasferimento immagine Sabato 26 novembre, corso base tecnica di anticatura e patine, con le cere decorative Sabato 03 dicembre, corso di tecnica chippy e urban look Come partecipare La Bottega Shabby ha pensato a tutti coloro che hanno fatto dello shabby chic il loro stile di vita. Questo corso è rivolto sia a coloro che già si sono cimentati con questa tecnica sia a chi è alla sua prima esperienza. Il costo del corso: per ogni singola lezione, della durata di 8 ore, il costo è di 90 € per tutte e tre le giornate il prezzo scontato è di 250 € Per partecipare è necessario portare, per ogni evento, un piccolo mobile o oggetto da restaurare e, preventivamente, inviare una foto dello stesso all’ indirizzo mail info@labottegashabby.com. Al momento dell’iscrizione è richiesto il versamento del 50% dell’importo. Cosa ti offriamo pranzo e pausa caffè sono offerti dall’ organizzazione i materiali utilizzati nelle lezioni sono interamente messi a disposizione da “La Bottega Shabby” ad ogni partecipante saranno distribuite dispense con le diverse tecniche apprese a fine corso verrà rilasciato un attestato di partecipazione Tecniche affrontate: Trasferimento immagine:  è una tecnica attraverso la quale immagini e decorazioni possono essere trasferite su oggetti di arredamento. Anticatura e patine con cere decorative: è una tecnica che consiste nel dare un aspetto invecchiato ai mobili attraverso l’utilizzo di particolari cere decorative. Indicata soprattutto nel caso di mobili con dettagli in rilievo. Stile chippy: si tratta di una nuova tendenza che punta a conferire al mobile un aspetto rovinato, quasi a suggerire i segni del passaggio degli anni. La vernice è consumata, assottigliata e scrostata a mimare gli effetti dell’umidità e degli sbalzi di temperatura. Lo stile chippy si sposa molto bene sia con interni rustici che con interni Industrial.   Cosa aspettate? Affrettatevi a prenotare, i posti sono limitati!           La Bottega Shabby Via Giorgio Scalia, 16 00136 Roma (Metro Cipro) info@labottegashabby.com 06/39734317 – mob....

Leggi

CAVEMAN | TEATRO QUIRINO | 24 OTTOBRE

CAVEMAN AL TEATRO QUIRINO Il 24 ottobre Broadway arriva a Roma! Il 24 ottobre arriva al Teatro Quirino di Roma uno dei più grandi successi di Broadway: Caveman, l’uomo delle caverne, il più famoso spettacolo sul rapporto di coppia a livello planetario. In scena in 30 paesi, con più di 10 milioni di spettatori e una strada intitolata nella città di New York, questo one-man show sui rapporti tra uomini e donne è affidato nella versione italiana a Maurizio Colombi, già noto per alcuni grandi successi di pubblico come i musical “Peter Pan”, “We Will Rock You” e “I promessi sposi”. Il poliedrico regista è stato scelto per l’adattamento dall’ autore Rob Becker in persona e la sua versione è stata talmente apprezzata da essere ripresa in altri paesi, tra cui Francia, Germania e Spagna e perfino in alcuni teatri degli Stati Uniti. In Italia sarà in scena per la sesta stagione consecutiva, grazie alle richieste di spettatori e teatri che confermano quanto questo spettacolo sia amato anche nel nostro Paese.   Per maggiori info ►  http://www.caveman.it/caveman.php Per acquistare il biglietto...

Leggi

Convenzione tra Pro Loco Roma e Teatro Quirino!

CONVENZIONE  PRO LOCO DI ROMA E TEATRO QUIRINO Riservata ai Soci La Pro Loco di Roma continua la sua opera di radicamento nel territorio attuando collaborazioni e convenzioni con le più importanti e significative istituzioni romane per garantire ai suoi soci la più ampia scelta culturale con sconti vantaggiosi. Proprio a tal fine è stata siglata la convenzione con il Teatro Quirino Vittorio Gassman. Per i possessori della tessera socio Pro Loco infatti, previa prenotazione presso l’ufficio promozione del Teatro, è possibile usufruire di uno sconto del 20% sul costo di abbonamenti, card e biglietti. Tra i più famosi e conosciuti teatri della capitale, il Quirino nasce nei pressi della Fontana di Trevi a metà Ottocento per volontà del principe Maffeo Sciarra. Il nome si lega a uno dei colli di Roma, il Quirinale, e al dio Quirino, che alcuni miti fanno coincidere con lo stesso fondatore della città, Romolo. Nei primi anni il teatro ospitava principalmente spettacoli di marionette e farse popolari, frequentato da un pubblico colto e intellettuale. A fine Ottocento la produzione cambiò, introducendo l’opera lirica e il balletto, con ampi consensi dell’opinione pubblica. Tra gli artisti che hanno calcato il suo palcoscenico ricordiamo Ettore Petrolini, Eduardo De Filippo, Giorgio Strehler e Vittorio Gassman, il cui nome a partire dal 2004 è stato aggiunto al nome storico del teatro.   Per conoscere la stagione 2017/2018 del Teatro Quirino ► http://www.teatroquirino.it/stagione-2017-2018/ Per info su abbonamenti e...

Leggi

STAFFETTA DA FRANCESCO A FRANCESCO | ULTIMA TAPPA A ROMA

STAFFETTA DA FRANCESCO A FRANCESCO –  L’ULTIMA TAPPA A ROMA La terza edizione della staffetta Da Francesco a Francesco, pellegrinaggio che parte da Assisi e arriva a Roma, è alle porte! Dal 4 al 23 Ottobre 2016 gli amanti della natura, escursionisti abituali e camminatori occasionali, ripercorreranno i luoghi vissuti dal Santo tra boschi, strade e sentieri di Umbria e Lazio. La staffetta Da Francesco a Francesco rientra nel più ampio progetto nazionale dei Cammini Italiani, che nasce per valorizzare e incrementare tutti i cammini italiani esistenti e mettere a frutto le potenzialità del nostro ricco territorio, sopperendo alla gestione frammentata e dispersiva dell’offerta e cercando di rispondere alle difficoltà e alle necessità del pellegrino. La Pro Loco di Roma Capitale è responsabile dell’organizzazione dell’ultimo tratto della staffetta, che vedrà i camminatori partire da Piazza Sempione (zona Montesacro), arrivare a Roma Cipro per poi giungere a Piazza S. Pietro. PROGRAMMA STAFFETTA SCARICA IL PROGRAMMA COMPLETO!  I camminatori partiranno da uno dei polmoni verdi della città: Villa Ada. La prima tappa sarà a Villa Borghese.  Lungo il percorso la Pro loco di Roma li guiderà alla scoperta dei tesori “Caravaggeschi”. Uscendo da Villa Borghese faranno tappa a Piazza del Popolo dove visiteranno la Basilica di Santa Maria del Popolo che custodisce all’interno La Conversione di San Paolo e La crocifissione di Pietro. Proseguendo su via di Ripetta avranno modo di visitare la Basilica di Sant’Agostino con La Madonna dei Pellegrini ed infine riprendendo via della Scrofa visiteranno la Chiesa di San Luigi dei Francesi ammirando i tre dipinti dedicati alla figura di San Matteo: La Vocazione di San Matteo, il Martirio di San Matteo e San Matteo e l’Angelo. La Pro Loco di Roma provvederà a gestire le prenotazioni per la cena e il pernottamento dei camminatori, assicurando loro il riposo necessario per affrontare l’indomani l’ultimo tratto che li separa da Piazza S. Pietro e la Porta Santa. Per ulteriori informazioni scriveteci alla seguente email:...

Leggi

Pin It on Pinterest