Giosetta Fioroni. Attraverso l’evento

Mostra a cura di Fabrizio D’Amico e Piero Mascitti presso la Galleria Mucciaccia, Roma

Fino al 10 gennaio, presso la Galleria Mucciaccia, sarà possibile ammirare la grande mostra antologica dedicata all’artista romana Giosetta Fioroni.
L’esposizione, curata da Fabrizio D’Amico e Piero Mascitti, direttore artistico dell’Archivio Goffredo Parise e Giosetta Fioroni, presenta 40 opere che coprono un arco cronologico che va dal 1964 ai giorni nostri.
La Pro Loco di Roma ha voluto essere presente all’inaugurazione della mostra per la rilevanza dell’evento e per far conoscere al popolo di Roma questa grande artista che molto ha dato alla vita culturale della Capitale.
Attiva fin dagli anni ’60, la Fioroni ha dato vita, insieme a Mario Schifano, Tano Festa e Franco Angeli alla cosiddetta Scuola di Piazza del Popolo. Il movimento ha contribuito alla diffusione della Pop Art americana in Italia ma al tempo stesso ne ha preso le distanze poiché, dietro ogni lavoro realizzato dai membri della scuola romana, vi era una vera e propria cura artigianale che mancava invece nelle opere degli americani.
A questo periodo appartengono gli “argenti”, tele in cui vengono catturati volti e oggetti tratti dall’osservazione del mondo urbano. Le figure anodine qui rappresentate sono ispirate alla realtà quotidiana, delineate con pochi tratti ed una oggettività grafica capace di rendere il soggetto rappresentato simile ad una fotografia molto contrastata.
In mostra, oltre ai bellissimi esempi di argenti, anche opere degli anni ’70, come le teche della serie “Spiriti Silvani” probabilmente ispirate dall’interesse dell’artista per il mondo delle fiabe.

Negli anni ’80 l’arte di Giosetta esplode nei colori dei teatrini, ceramiche e tele in cui l’indagine del mondo fiabesco si intreccia con la costante ricerca del voler guardare al di là dell’aspetto esteriore delle cose.
In mostra sono esibite anche alcune opere realizzate a partire dai primi anni 2000, appartenenti alla serie intitolata “Autoritratto del tempo”, opere così commentate dall’artista in un articolo datato 16 gennaio 2002 e pubblicato su L’Unità: “Mi sembrava che il tempo trascorso con le mie figure avesse lasciato un’impronta, sulla vita, sulla persona, sull’anima-visibile, il volto. Poter ricordare le proprie esperienze di vita, di lavoro in un felice rimando interpretativo per darne forma autonoma e narrante”.
La mostra si conclude con alcune delle ultime opere realizzate in questi anni: Marilyn Manson (2009) e Il Ramo d’oro, il bosco sacro (2014).
A tutti i nostri amici romani e non consigliamo la visita alla mostra.

Giosetta Fioroni. Attraverso l’evento.
Fino al 10 gennaio 2017
Galleria Mucciaccia, Largo della Fontanella di Borghese 89
Orari:
Lunedi: 15,30 – 19,30
Martedi – Sabato: 10,00 – 19,30

Info: http://galleriamucciaccia.com/event/giosetta-fioroni-attraverso-levento/

 

Author: Turismo Roma

Condividi questo articolo su

Invia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Pin It on Pinterest

Share This