Fori Imperiali

 

Fori Imperiali, rivivere l’antica Roma

I Fori imperiali rappresentano l’antica bellezza della città di Roma, regalando ai numerosi turisti della capitale uno scenario da favola.

I Fori Imperiali, situati sull’omonima via in una suggestiva posizione tra l’Anfiteatro Flavio (conosciuto come il Colosseo) e Piazza Venezia, rappresentano uno dei luoghi turistici più importanti della capitale e del mondo intero. Essi rappresentavano, nell’Antica Roma Imperiale, il luogo principale della vita pubblica e privata e grazie alla loro visita è possibile tornare indietro all’epoca più gloriosa della Caput Mundi.

Dall’ingresso, posto proprio su Via dei Fori Imperiali, si accede all’area e subito ci si imbatte nei resti del Tempio di Cesare, da cui si raggiunge facilmente la Piazza del Foro, antico fulcro della vita cittadina, al cui centro si trova la Colonna di Foca. Poco distanti si trovano i resti dell’Arco di Settimio Severo, del Tempio della Concordia, di quello di Vespasiano e di quello di Saturno. La visita prosegue ancora verso il Tempio di Augusto, la Basilica di Massenzio (detta anche di Costantino), i resti della Chiesa di Santa Maria Antiqua, la Casa delle Vestali, la Chiesa di Santa Francesca Romana, l’Arco di Tito, gli Orti Farnesiani, la Casa di Augusto, la Casa Augustana, la Domus Flavia, in cui anticamente risiedevano gli Imperatori, e lo Stadio Palatino.

Isola pedonale, la strada che parte da Piazza Venezia e conduce al Colosseo è costeggiata dai Fori e dall’imponente Mercato Traiano, progettato dal grande architetto Apollodoro di Damasco e costituita da più di 150 botteghe disposte su diversi piani addossati al Quirinale. Fungevano anche da magazzini di stoccaggio e approvvigionamento delle merci, diretti da funzionari imperiali. Oggi ospitano i Musei dei Fori imperiali, che conservano i reperti recuperati durante gli scavi. Subito dopo l’Altare della Patria s’incontrano le rovine del Foro di Cesare e del Tempio di Venere Genitrice voluto da Cesare prima della battaglia di Farsalo. Oggi restano poche testimonianze della originaria ricchezza e sfarzo dei Fori Imperiali. Nel Foro Traiano, la Colonna Traiana, che rappresenta il monumento della guerra di Dacia vinta dai Romani nel 105 d. C.

Dopo diciannove secoli è stata portata all’antico splendore attraverso impegnativi ed accurati restauri. La colonna è formata da 19 blocchi di marmo ed una scala a chiocciola porta alla cima. La parte più importante di questo storico monumento è l’insieme di figure che la contornano documentando le arti e i costumi dei romani e dei daci, e la storia delle battaglie fra i due popoli. Alta circa 40 metri ha un diametro di 3,5 metri, sulla sommità era posta la statua di Traiano di cui non si conosce la sorte, la statua che si vede oggi raffigura San Pietro

Nel Foro di Cesare, il Tempio di Venere Genitrice, di cui restano oggi solo alcune colonne. Nel Foro di Nerva si ergeva il tempio di Minerva di cui è rimasto solo il basamento.

Info: L’area dei Fori Imperiali è visibile gratuitamente da via dei Fori Imperiali. Per l’accesso al complesso dei Mercati e del Foro di Traiano occorre acquistare il biglietto presso il Museo dei Fori Imperiali; per accesso al Colosseo ai Fori ed al Palatino è possibile acquistare un unico biglietto presso il Colosseo o sul sito della Coopculture.

Author: Turismo Roma

Condividi questo articolo su

Invia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Pin It on Pinterest

Share This