“La Memoria Genera Futuro”: tutti gli appuntamenti attorno al Giorno della Memoria, per non dimenticare la Shoah

Il 27 Gennaio si ricordano le vittime dell’Olocausto

A Roma una lunga serie di appuntamenti fino a marzo per riflettere sul passato e sul futuro

Il 27 Gennaio del 1945 le truppe sovietiche entrarono nel campo di concentramento di Auschwitz, liberando i sopravvissuti. Quella data è stata scelta dall’ONU come “Giorno della Memoria”, per commemorare le vittime di una pagina nera della storia dell’uomo e chi a quegli orrori si oppose, ma anche e soprattutto per un momento di riflessione perché gli errori del passato non si ripetano in futuro.

Come molte città anche Roma, coi rastrellamenti del ghetto ebraico e con le deportazioni degli oppositori, ha vissuto gli anni segnati dalle Leggi Razziali, in vigore in Italia dal 1938. Oggi la città di Roma vuole farsi portavoce di una memoria collettiva che trasmetta ai giovani il ricordo del passato, e lo fa con oltre cento eventi inseriti nel progetto “La Memoria Genera Futuro”, in programma fino al 30 Marzo.

2018: ottant’anni dalle Leggi Razziali, ma anche settanta dall’entrata in vigore della nostra Costituzione, il segno più tangibile di un Paese che ha voluto voltare pagina poggiando su nuovi e solidi valori. Questo è il messaggio che La Memoria Genera Futuro vuole trasmettere nella sua seconda edizione, attraverso spettacoli, letture, proiezioni e dibattiti, organizzati nei teatri e negli spazi culturali, ma anche nei luoghi simbolo della memoria, nelle biblioteche e in tutto il territorio cittadino.

Sono molti gli eventi che parlano del 1938 e delle Leggi Razziali.   Dal “Processo” che vede imputato Re Vittorio Emanuele III all’Auditorium Parco della Musica il 18 gennaio, (verrà trasmetto anche su Rai Storia il 27 gennaio alle 21:15), alla mostra “1938 La Storia” della Fondazione Museo della Shoah alla Casina dei Vallati, passando per “La notte scura”, mostra di George de Canino alla Casa della Memoria che attraverso l’arte contemporanea ricorda la propaganda fascista; fino al seminario “Leggi razziali e sport” alla stessa Casa della Memoria e alla proiezione del film “Concorrenza sleale” alla Biblioteca Elsa Morante.

Diversi gli spettacoli teatrali e i concerti, come “Ridere rende liberi” al Teatro di Villa Torlonia e “Tante facce nella memoria” al Teatro India, del sistema Teatro di Roma. All’Accademia Santa Cecilia dell’Auditorium Parco della Musica c’è l’opera multimediale per ragazzi “Anna e Zef” mentre sul palcoscenico del Teatro dell’Opera e del Teatro Palladium andrà in scena l’opera per bambini “Brundibar”. Venerdì 27 la voce di Bente Kahan ripropone canti e poesie scritte nei ghetti dell’est europa durante la persecuzione nazista e brani tradizionali Yiddish all’Istituto San Gallicano.

  • Facebook
  • Twitter
  • Google+
  • Pinterest
  • Tumblr
  • Gmail
  • Yahoo Mail
  • Stampa solo testo
Il Cinema sarà protagonista con “Il viaggio di Fanny” alla Casa del Cinema e il progetto “In memoriam” realizzato dalla Fondazione Cinema per Roma  alla Casa della Memoria. Tra le conferenze segnaliamo “Gli ebrei di Libia a Roma” all’Opificio della Fondazione Romaeuropa, e ancora alla Casa della Memoria l’incontro “Giusti di ieri e Giusti di oggi”.

Molte le iniziative indirizzate specialmente ai giovani: il Municipio V di Roma organizza una passeggiata tra le “pietre di inciampo“, mentre al centro sociale anziani “Michele Testa” di Tor Sapienza adulti e ragazzi potranno ascoltare il reading musicale “La Storia della Shoah raccontata attraverso i ricordi dei nonni”.  Inoltre i ragazzi del Progetto “Testimoni dei Testimoni” si recheranno in 18 Centri Anziani per condividere il lavoro che stanno svolgendo in merito al tema della Memoria.

Tra le tante mostre, al Mattatoio (ex Macro Testaccio) in programma l’esposizione di Mauro Maugliani “Étoiles filantes”. Numerosi gli appuntamenti presso le Biblioteche di Roma, che propongono proiezioni cinematografiche, incontri e mostre. Alla Biblioteca Longhena, letture a cura dei ragazzi delle scuole dal libro “Le valige di Auschwitz”; e alla Biblioteca Pier Paolo Pasolini l’incontro con la scrittrice Lia Tagliacozzo.

Il 25 gennaio nella Sala della Protomoteca in Campidoglio, Roma Capitale, Sky Sport e Comunità Ebraica di Roma, presenteranno in anteprima il documentario di Sky Sport “1938 – Lo sport italiano contro gli ebrei”. Saranno presenti tra gli altri la Sindaca Raggi, il Vicesindaco Bergamo, l’Assessore Baldassarre, la Presidente della Comunità Ebraica di Roma Dureghello e il giornalista Matteo Marani, autore dell’inchiesta che andrà in onda sabato 27 gennaio.

Sono solo alcuni degli appuntamenti in programma da qui a marzo di un progetto frutto del lavoro coordinato di Assessorato alla Crescita culturale, Assessorato alla Persona, Scuola e Comunità solidale e i rispettivi Dipartimenti, Municipi, Comunità Ebraica di Roma, Fondazione Museo della Shoah, Museo Ebraico di Roma, UCEI – Unione delle Comunità Ebraiche Italiane, Istituzione Biblioteche di Roma, Teatro di Roma, Azienda Speciale Palaexpo, Fondazione Musica per Roma, Fondazione Teatro dell’Opera, Accademia Nazionale di Santa Cecilia, Fondazione Cinema per Roma, Fondazione Romaeuropa, Casa del Cinema, Casa della Memoria e della Storia e associazioni ivi residenti (ANPI, ANED, ANEI, ANPC, ANPPIA, FIAP, IRSIFAR e Circolo Gianni Bosio), con la collaborazione di Istituto Luce e Archivio Nazionale del Cinema della Resistenza (ANCR).

 

Per il programma completo, potete consultare il sito del Comune di Roma: PROGRAMMA COMPLETO

 La Memoria Genera Futuro, Roma, fino al 30 Marzo. 

 

Author: Turismo Roma

Condividi questo articolo su

Invia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Pin It on Pinterest

Share This