Piazza Navona

Piazza Navona

Definita la Piazza Barocca di Roma, Piazza Navona ha, al contrario, origini più antiche. All’interno del Rione Parione, Piazza Navona prende nome dal termine “Agone”, che in greco significa gara, battaglia, e veniva utilizzato per indicare manifestazioni pubbliche di giochi. Ai tempi dell’antica Roma, all’incirca nel 86 d.C, la Piazza era lo Stadio di Domiziano, utilizzato come arena principale per i giochi di atletica e per le corse dei carri, che fino ad allora avevano avuto luogo nel Campo Marzio, luogo più adatto ai giochi perché fuori dalla città.

Fino alla metà del XV secolo era possibile vedere i resti dell’antico Stadio ricoperti di erbacce, ma già alla metà del XVII secolo, con i lavori di ristrutturazione ordinati da Papa Innocenzo X, la Piazza mantenne solo il suo vecchio perimetro e cambiò completamente aspetto. Oggi tra i palazzi edificati per mano di Papa Innocenzo X, sono compresi Palazzo Pamphilj, sede dell’Ambasciata del Brasile, e la Chiesa di Sant’Agnese in Agone, la cui costruzione si deve a Borromini.

Sant’Agnese in Agone sorge nel luogo dove avvenne il miracolo di Santa Agnese. Agnese, ancora tredicenne, che aveva rifiutato di sposarsi, venne denudata davanti alla folla dello Stadio, ma miracolosamente le crebbe una folta chioma di capelli grazie alla quale poté coprire il suo corpo nudo. In seguito, Agnese venne sgozzata con una spada e oggi è diventata la patrona di tutte le giovani donne.

Ai lati e al centro della Piazza è possibile ammirare le tre fontane che caratterizzano Piazza Navona. La più importante è posta di fronte alla facciata di Santa Agnese in Agone. E’ la Fontana dei Quattro Fiumi, in cui sono scolpite quattro statue in rappresentanza dei quattro fiumi considerati all’epoca i più importanti: il Nilo, il Danubio, il Gange e il Rio de la Plata. I lavori della Fontana furono eseguiti dal Bernini, acerrimo rivale del Borromini. Infatti, una delle statue, quella del Danubio, scolpita proprio di fronte alla Chiesa, con la mano alzata per proteggersi dal pericolo del “crollo” della chiesa dedicata a Sant’Agnese, opera del Borromini.

Non si sa se sia leggenda o se sia realtà, ma sicuramente descrive bene l’ostilità che vi era fra i due artisti. Al centro della fontana dei Quattro Fiumi vi è l’obelisco egiziano precedentemente ubicato nel Circo di Massenzio. La seconda fontana è la Fontana del Moro, scolpita con delfini e animali marini, anche questa realizzata dal Bernini. All’estremità opposta è possibile ammirare la Fontana del Nettuno, raffigurante Nettuno che combatte un mostro marino circondati da altre creature marine.

La pittoresca Piazza Navona è circondata da Caffè e ristoranti e spesso gremita di turisti e artisti di strada che la popolano ormai da tantissimi anni. Con i loro ritratti e i loro splendidi quadri le regalano un tocco di stile bohémien. La sera è il momento migliore per visitare Piazza Navona. L’atmosfera si fa densa di colori e la Piazza diventa luogo di incontro di turisti che, in piedi nei pressi delle fontane o seduti al tavolo di uno dei bar, sorseggiano un drink, lasciandosi catturare dalla magia dei suonatori ambulanti e artisti di strada. Durante il periodo di Natale è il luogo dei mercatini più ricercati, dove le famiglie vengono a comprare gli oggetti per i presepi e i bambini a divertirsi sulle giostre, aspettando il 6 Gennaio, giorno in cui a Piazza Navona si festeggia la Befana.

Author: Turismo Roma

Condividi questo articolo su

2 Commenti

  1. Credevo che la statua che rappresenta il fiume NILO, fosse quella con il capo coperto. perchè all’epoca non si conosceva la sorgente e, che la statua con la mano alzata ad indicare la protezione dal pericolo del “crollo” della chiesa dedicata a s.AGNESE del BORROMINI, fosse il DANUBIO.

    Scrivi una risposta
    • Gentile Elio,

      ha perfettamente ragione!
      Provvediamo subito a correggere la svista all’interno dell’articolo.

      Cordiali saluti,

      Pro Loco di Roma Capitale

      Scrivi una risposta

Trackbacks/Pingbacks

  1. Natale a Roma - Pro Loco Roma | Pro Loco di Roma - […] “Must” imperdibile di cui tutti parlano : la passeggiata tra le bancarelle di Piazza Navona. Le bancarelle più famose …
  2. La Torre della Scimmia a Roma - Pro Loco Roma | Pro Loco di Roma - […] pressi di Piazza Navona , precisamente in via dei Portoghesi, sorge la torre dei Frangipane nota ai più come …
  3. I Sampietrini di Roma - Pro Loco di Roma | Pro Loco di Roma - […] del Campidoglio, realizzata nel 1940 dall’ ingegner Silvio Sensi. E così è stato anche per Piazza Navona e Piazza …
  4. Basilica di Sant'Agostino - Pro Loco di Roma | Pro Loco di Roma - […] Basilica di Sant’Agostino, si trova a Roma, poco distante da Piazza Navona. E’ una delle prime chiese romane costruite …
  5. Roma parola d' ordine : Mercatini - Pro Loco di Roma | Pro Loco di Roma - […] e tantissimi addobbi e decorazioni per l’albero di natale e per la casa. Quello di Piazza Navona, infatti, è …
  6. La Piazza e la Basilica di Sant’ Eustachio - Pro Loco di Roma | Pro Loco di Roma - […] dalla figura di Eustachio, generale dell’ esercito di Adriano. La Piazza si trova nei pressi di Piazza Navona. La …
  7. Santa Maria della Pace - Pro Loco di Roma | Pro Loco di Roma - […] Chiesa di Santa Maria della Pace si trova in Via dell’Arco della Pace, a pochi passi da Piazza Navona. Si …

Lascia una risposta a Turismo Roma Annulla risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Pin It on Pinterest

Share This