Villa Borghese – Il Parco di Roma

Villa Borghese – Il Parco di Roma

 

Piazzale Napoleone I
Roma (RM)
Telefono 06 6710 9312

 

villa borghese
  • Facebook
  • Twitter
  • Google+
  • Pinterest
  • Tumblr
  • Gmail
  • Yahoo Mail
  • Stampa solo testo
Villa Borghese: Il Parco di Roma

Il Parco di Villa Borghese occupa una vasta area nel cuore della città. La villa racchiude al suo interno edifici, sculture, monumenti e fontane, opera di illustri artisti dell’arte barocca, neoclassica ed eclettica, contornati da alberi secolari, laghetti, giardini all’italiana e grandi spazi liberi, realizzati con grande cura. Offre ai suoi visitatori itinerari storici e naturalistici oltre a numerose attività culturali, ricreative e sportive. Luoghi suggestivi sono: il Giardino del lago (quasi di fronte alla Casina di Raffaello) dove è possibile noleggiare delle barchette e ammirare, al centro dello specchio d’acqua, il Tempietto dedicato ad Esculapio e, lungo le sponde, la Meridiana e la Fontana della Famiglia dei Satiri;  i Giardini Segreti, (Giardino dell’Uccelliera, Giardino Vecchio, Giardino della Meridiana e Giardino della Coltivazione) ricostruiti sulla base di documentazioni storiche e iconografiche; Piazza di Siena nominata così in onore della città di origine della famiglia Borghese, sede del Concorso Ippico Internazionale, dove si svolgono (anche) concerti; il Casino Borghese del Vasanzio, nel quale ha sede la Galleria Borghese; la Fortezzuola oggi sede delMuseo Canonica;  il Museo Etrusco di Villa Giulia e la Galleria d’arte Moderna e il Parco dei Daini.

Villa Borghese: Bambini

Dall’ingresso di Piazzale S. Paolo del Brasile, si accede alla zona dedicata al divertimento dei piccoli: si trovano le giostre vicino al Casino delle Rose, il cinema dei Piccoli, i pony, le biciclette ed il trenino per un giro panoramico.

 

Villa Borghese: Cenni storici

La realizzazione della villa fu affidata dal cardinale Scipione Borghese, nipote del Pontefice Paolo V, a Flaminio Ponzo e al suo allievo Giovanni Vasanzio, cui successe nel 1621 Girolamo Rainaldi. Della sistemazione dei giardini fu artefice Domenico Savino da Montepulciano. I lavori voluti da Scipione Borghese durarono dal 1608 fino al 1633, anno della morte del Cardinale. In questa prima fase la villa era divisa in tre parti distinte delimitate da recinzioni in muratura e con porte di accesso chiamate recinti. Nel settecento, i lavori di restauro e miglioramento di Villa Borghese voluti da Marcantonio Borghese e realizzati tra il 1784 e il 1790 da Antonio Asprucci e dal figlio Mario interessarono in primo luogo il Casino Nobile e, negli anni successivi, il parco, dove venne realizzato un sistema di viali simmetrici e perpendicolari. Furono aggiunti i templi neoclassici di Esculapio, di Diana e di Antonino e Faustina. Venne realizzata Piazza di Siena e venne sistemato il vicino Casino dell’Orologio. Nell’ Ottocento Camillo e Francesco Borghese, figli di Marcantonio, ampliarono la superficie del parco e affidarono i nuovi lavori di abbellimento a Luigi Canina. Fu lui a progettare l’Arco di Settimio Severo, i Propilei Egizi, i Propilei Greci. Nel 1849 durante l’assedio di Roma i bombardamenti dell’esercito francese infersero un duro colpo alla vegetazione e agli arredi della villa; la Casina di Raffaello e il Casino dei Giochi d’Acqua vennero praticamente distrutti, e sul luogo dove sorgeva quest’ultimo venne realizzata una costruzione più modesta: l’odierna Aranciera, così detta perché vi venivano riparati gli agrumi in inverno. I giochi d’acqua non vennero più ricostruiti. Villa Borghese fu acquistata dallo stato italiano e destinata a parco pubblico nel 1903.

mappa villa borghese
  • Facebook
  • Twitter
  • Google+
  • Pinterest
  • Tumblr
  • Gmail
  • Yahoo Mail
  • Stampa solo testo
Villa Borghese : Accesso disabili

Per poter accedere con il proprio mezzo all’ interno di Villa Borghese è richiesto un permesso di ingresso che si ottiene facendone richiesta via fax al numero 06 77204491 riportando: marca del mezzo, targa, data, luogo da raggiungere, nome del richiedente e contatto fax per poter ottenere risposta. Il costo del permesso è di € 9,00 al giorno per ogni mezzo di trasporto.

Villa Borghese: Percorso podistico

Il percorso parte da Porta Pinciana, viale del Museo Borghese. Alla partenza ci sono il cippo con indicato il Km 0 e il tabellone con indicato tutto l’itinerario. Il percorso ha una lunghezza di 7 Km ed è segnalato ogni 500 m da un cippo in legno con targa metallica. L’arrivo è coincidente con la partenza e corrisponde al Km 7.

 

Author: Turismo Roma

Condividi questo articolo su

Trackbacks/Pingbacks

  1. Casa del Cinema a Villa Borghese | Pro Loco di Roma - […] Casa del Cinema si trova all’interno di Villa Borghese nella Casina delle Rose, in Largo Marcello Mastroianni, a pochi metri …

Invia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Pin It on Pinterest

Share This