Palazzo Massimo alle Colonne

Palazzo Massimo alle Colonne 

Corso Vittorio Emanuele II, 141
Roma (RM)

Palazzo Massimo alle Colonne
  • Facebook
  • Twitter
  • Google+
  • Pinterest
  • Tumblr
  • Gmail
  • Yahoo Mail
  • Stampa solo testo

Palazzo Massimo alle Colonne

L’edificio Palazzo Massimo alle Colonne rappresenta il capolavoro dell’architetto Baldassarre Peruzzi e fa parte di un complesso edilizio più vasto e di più antica storia, sede della famiglia Massimo (o Massimi). Il Palazzo è infatti costituito dall’unione di tre corpi di fabbrica. Il primo Palazzo Massimo fu costruito nel Quattrocento, sui resti dell’Odeon di Domiziano.

Il nome stesso del palazzo sembra che derivi dalle colonne che erano presenti in quel luogo fin da prima della costruzione dell’edificio e delle quali, nella retrostante piazza dei Massimi, sopravvisserro alcuni resti: infatti è ancora visibile una colonna dell’antica struttura romana. Questo primo edificio è conosciuto anche come palazzo di Pirro, in quanto negli scavi di fondazione fu rinvenuta una statua del dio Marte erroneamente ritenuta una raffigurazione del condottiero Pirro, capo del regno di Epiro, antagonista di Roma, sconfitto nel 275 a.C. Nel 1532, per celebrare le nozze di Angelo Massimo con Antonietta Planca Incoronati, la facciata di tale primo Palazzo Massimo venne decorata con pitture monocrome.

Nel 1532, dopo i danni e l’incendio provocato durante il sacco di Roma, il complesso fu ristrutturato ed ampliato su progetto di Baldassarre Peruzzi che aggiunse il corpo di fabbrica, con il prospetto non più su piazza dei Massimi ma sulla strada opposta, l’odierna corso Vittorio Emanuele II, e che oggi è quello maggiormente conosciuto come “Palazzo Massimo alle Colonne”. La facciata del palazzo cinquecentesco è porticata e curvilinea, adattandosi a quella dell’Odeon di Domiziano, un teatro coperto del I secolo, ed è più larga di quanto non sia in realtà il palazzo, contribuendo a renderlo più maestoso e imponente. Infatti, la struttura si inserisce in un lotto di dimensioni irregolari, così da presentarsi con una pianta ad L, articolata intorno ad un cortile. Inedita è pure la conformazione dei portici del cortile, costituiti da due logge architravate sovrapposte, chiuse alla sommità da un terzo piano aperto da finestre rettangolari larghe quanto il sottostante colonnato. Tutte queste soluzioni fanno del Palazzo Massimo una delle più interessanti fabbriche della cultura manierista. L’interno, non visitabile, è costituito da sontuose stanze e ambienti. Notevole è il soffitto affrescato da Daniele da Volterra e raffigurante la vita di Fabio Massimo, il condottiero romano presunto antenato della famiglia nobile che vi abita.

L’adiacente Palazzo di Pirro è al giorno d’oggi annesso al Palazzo Massimo e presenta sulla facciata decorazioni ad encausto di Polidoro da Caravaggio, le meglio conservate a Roma, secondo l’opinione di molti. Nel 2002 è stata restaurata la facciata, visibile in occasione dell’apertura annuale del palazzo. Il palazzo è aperto ai visitatori ogni 16 marzo, in occasione della commemorazione, nella cappella di famiglia al secondo piano, della miracolosa, breve, resurrezione di Paolo Massimo, riportato in vita nel 1583 per intercessione di Filippo Neri.

Nei pressi di Palazzo Massimo alle Colonne: Visita anche Palazzo Braschi e la Chiesa di Sant’Andrea della Valle

Author: Turismo Roma

Condividi questo articolo su

7 Commenti

  1. HO LETTO CHE PALAZZO MASSIMO ALLE COLONNE è APERTO SOLO IL 16/03; NON RIESCO A TROVARE GLI ORARI E DOVE è POSSIBILE PRENOTARE. GRAZIE

    Scrivi una risposta
    • Gentile Anna , per orari e informazioni può contattare direttamente il comune di Roma allo 060608. La ringraziamo

      Scrivi una risposta
    • Mi potrebbe dire, come posso visitare il palazzo il 16/03?

      Scrivi una risposta
      • Salve, abbiamo contattato direttamente lo 060608 di Roma Capitale, non dovrebbero esserci prenotazioni, almeno così ci hanno riferito.
        Molte associazioni turistiche private, negli anni precedenti, hanno però organizzato visite guidate per quel giorno, potrebbe informarsi quale su Roma, organizza il tour. La ringraziamo, Saluti

        Scrivi una risposta
  2. é possibile visitare il palazzo (almeno i cortile) per uno studio piu approfondito per l’universita. sto sostenendo l’esame di Storia dell’architettura e dovrei visitare dei palazzi del rinascimento e fare delle foto. grazie

    Scrivi una risposta
  3. Salve; sono uno studente del liceo scientifico statale Vito Volterra. volevo sapere se è possibile visitare il cortile dell’edificio o l’edificio intero prima del 16 marzo per fare bozzetti e foto utili nell’ambito di un lavoro che sto svolgendo sul complesso di palazzo Pietro Massimi.
    grazie in anticipo

    Scrivi una risposta
    • Buonasera,

      come riportato sul sito 060608.it, confermiamo l’apertura di Palazzo Massimo alle Colonne solo il 16 marzo dalle ore 7.00 alle ore 13.00;
      in questa data si possono visitare il primo cortile e la cappella di S. Filippo Neri.

      Per richiedere eventuali permessi speciali per motivi di studio (se previsti) puoi contattare direttamente la Sovrintendenza per i Beni Culturali o lo 060608, all’email info@060608.it.

      Cordiali saluti,

      Pro Loco di Roma Capitale

      Scrivi una risposta

Trackbacks/Pingbacks

  1. Palazzo Massimo alle Colonne e S. Ivo alla Sapienza - Pro Loco Roma | Pro Loco di Roma - […] volta all’anno le porte del Palazzo Massimo alle Colonne si aprono al pubblico in ricordo del miracolo operato da …

Invia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Pin It on Pinterest

Share This